La Madre

locandina-6

Mama – Spagna 2013 – di Andres Muschietti – horror – 100′

Recensione di Federica Banfi (fonte immagine: mymovies.it)

Dopo aver ucciso la moglie, Jeffrey (Nikolaj Coster-Waldau) rapisce le sue due bambine Victoria (Megan Charpentier) e Lilly (Isabelle Nélisse) e si dà alla fuga. Durante la folle corsa verso la salvezza, tuttavia, la macchina finisce fuori strada e, una volta giunti all’interno di una casa disabitata, l’uomo viene ucciso da una misteriosa creatura del bosco. Cosa ne è stato invece delle due bambine? Cinque anni più tardi il fratello di Jeffrey, Luke (sempre Nikolaj Coster-Waldau), e la compagna Annabel (Jessica Chastain), una stramba coppia di artisti, ancora non si sono dati per vinti e continuano imperterriti la ricerca dei parenti scomparsi. Per pura fortuna vengono ritrovate le due nipoti, rima ste a uno stadio quasi animalesco, che vengono affidate alla custodia di Luke e Annabel. Ma non saranno sole.

Quando un regista come Guillermo del Toro sembra mostrare estremo interesse per un terrorizzante cortometraggio di un giovane sconosciuto, al punto di dargli la possibilità di realizzarne un lungometraggio e portarlo sul grande schermo, gli appassionati del genere horror cominciano a driz zare le orecchie. Aggiungete due attori all’apice della loro carriera (il nordico Nikolaj Coster-Waldau, protagonista della serie tv Game of Thrones e la bella quanto brava Jessica Chastain) e la promessa di una nuova terrificante esperienza cinematografica e il gioco è fatto.

Per quanto innovativa e spaventosa possa sembrare la messa in scena realizzata dai fratelli Muschietti (il regista Andy e la produttrice Barbara), basata sul l’archetipo primordiale della possessività materna e l’infanzia tormentata, tutti gli elementi sembrano unirsi per realizzare un pastiche mal riuscita di punti cardine della cinematografia giapponese. Del Toro si dice entusiasta dell’idea di Muschietti di rendere protagoniste due bambine, ma quanti film horror nipponici si basano su questa prerogativa? Lo stesso Del Toro, nel suo capolavoro Il labirinto del fauno aveva scelto come protagonista la giovanissima Ivana Baquero, con tutt’altro risultato rispetto alla me diocre realizzazione di Muschietti! Fantasmi e mostri pieni di rancore, pilastro nella cultura cinematografica del lontano oriente, vengono qui ripresi e stravolti, resi attraverso dozzinali effetti speciali, tanto che la stessa madre, che pur nelle intenzioni del regista doveva assomigliare a “un quadro di Modigliani putre fatto”, non risulta per nulla inquietante o mostruoso. Per quanto il regista si sforzi di apportare afflati di novità al l’interno della sua opera prima tutto porta una vaga impressione di “già visto”; inoltre il ritmo del film non è sufficientemente calibrato e risulta incapace di spaventare lo spettatore, regalando gli esclusivamente un paio di “salti” sulla poltroncina, dovuti per lo più a rumori e visioni improvvise che a veri e propri giochi di suspense. I flash back riguardanti la madre sono i punti dolenti della vicenda: la realizzazione tecnica risulta mal fatta (la sovraesposizione delle immagini e la grana che vorrebbe richiamare un tempo passato vengono utilizzate sciattamente), la vicenda narrata confusamente e fin troppo velocemente, come a volerci spiegare tutto e subito. I personaggi, nonostante le eccellenti capacità recitative sia degli adulti che delle bambine, ricalcano gli stereotipi classici del film del – l’orrore contemporaneo, rendendo facilmente intuibile ad ogni sequenza il concatenarsi delle vicende: tutto è chiaro e prevedibile anche per lo spettato re meno attento. Anche Hitchcock aveva l’abitudine di prendere lo spettatore e accompagnarlo mano nella mano verso la soluzione finale del – l’enigma; forse però sarebbe meglio che questi espedienti fossero lasciati a chi i film del l’orrore li sa fare per davvero.

Voto: 4

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Creato su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: