Jurassic World – Il Regno distrutto

30738532_1847301535293707_3722103849389916160_o

Jurassic World: Fallen Kingdom – Stati Uniti/Spagna – di J.A. Bayona

Azione/Avventura/Fantascienza – 128′

Scritto da Gabriella Massimi (fonte immagine: badtaste.it)

A tre anni di distanza dai fatti di Jurassic World, Isla Nublar sta per essere distrutta dall’eruzione di un vulcano. Il governo deve decidere se salvare i dinosauri superstiti che la popolano o se lasciare che la natura faccia il suo corso. 

Eli Mills, assistente personale di Benjamin Lockwood, socio del dott. Hammond nella creazione di Jurassic Park, propone a Claire di coinvolgere Owen per una missione di salvataggio, che recuperi anche il Velociraptor super-intelligente Blue.

 

 

“Erano qui prima di noi e se non stiamo attenti…saranno qui anche dopo!”

Questa citazione presa direttamente dal film in questione potrebbe riassumere in poche parole tutti i 128 minuti dell’ultima pellicola del regista specializzato in fantasy-horror Juan Antonio Bayona: Jurassic World – Il regno distrutto.

Siamo al numero 5 e sono passati ben 25 anni da quando il buon Steven Spielberg diede vita a un capolavoro del cinema, Jurassic Park. Capolavoro anche grazie al fatto che dietro la macchina da presa di Steven ci fosse la macchina da scrivere di Michael Crichton autore dell’omonimo romanzo, scritto appena 3 anni prima, e autore peraltro di una prima bozza cinematografica della sua stessa opera.

Nel 1997 Spielberg si cimentò nuovamente nell’adattamento cinematografico della seconda opera di Crichton, Jurassic Park – Il mondo perduto. 

Quest’ultimo non si avvicina di certo alla bellezza del primo, ma rimane comunque una buona opera cinematografica.

E poi iniziò il declino, i libri erano finiti, ma non il desiderio di fare ancora qualche dollaro grazie ai lucertoloni in digitale.

Nel 2001 Joe Johnston, affascinato dal successo che avevano ottenuto i primi due Jurassic Park, decise bene di dare vita a un terzo Jurassic Park, che chiamò banalmente Jurassic Park III e già questo dovrebbe far arricciare il naso.

Lo scarso incasso del terzo film convinse tutti che la saga dei dinosauri avesse chiuso i battenti, ma, purtroppo, nel 2015, qualcuno pensò bene di riprovarci.

Colin Treverrow accolse la sfida e diede vita a Jurassic World. 

Colin ebbe molta fortuna, il film andò più che bene e si ripagò abbondantemente delle spese.

Nel 2018 il buon Bayona tenta di cavalcare, con la sua pellicola, l’onda del successo del primo Jurassic World.

I nostri “amici” dinosauri, dopo aver distrutto l’ennesimo parco divertimenti che li ospitava, rischiano l’estinzione, per la seconda volta, a causa di un vulcano che sta per eruttare furiosamente su Isla Nublar (ma guarda un po’, ancora una volta fuoco e lava).

Il WWF dei dinosauri non può permettere che queste graziose bestioline, riportate in vita per i capricci dell’uomo, muoiano tra atroci tormenti; viene quindi organizzata una spedizione di soccorso per trasportare gli esemplari di alcune specie su un’altra isola, proprietà del vecchio Benjamin Lockwood socio del dott. Hammond nella creazione di Jurassic Park.

Inutile dire che le cose non andranno come previsto, le promesse non saranno mantenute e il discorso clonazione sfuggirà un po’ troppo di mano.

Nulla da obiettare sull’argomento effetti speciali e grafica dei dinosauri, i colpi di scena non si sprecano e il sangue di certo non manca! E pensare che in Italia, per evitare divieti, sono state anche tagliate le scene più violente, cosa che invece non è stata fatta in USA dove il film ha il divieto per i minori di 13 anni.

Ho immaginato che fosse stata fatta un’operazione del genere quando, una volta in sala, ho osservato i bambini presenti, direi dai 7 anni in su.

Beh, tanto di cappello per questi giovani spettatori, se considero il fatto che quando uscì al cinema Jurassic Park – Il mondo perduto, io avevo 9 anni e feci incubi sul tirannosauro per un mese di fila…i tempi sono cambiati, lo ammetto.

Posso anche risparmiarmi dall’esprimere il desiderio che non ci sia un continuo di questa roba, perché a fine febbraio del 2018 la Universal ha annunciato la data di uscita del sequel, fissata all’11 giugno 2021, per mano del regista Colin Treverrow.

Chissà che spettacolo sarà e quale incredibile cast vi prenderà parte! 

Altri milioni di dollari saranno investiti, ma come dice il buon Jon Hammond “… qui non si bada a spese”

 

Voto: 6

Una risposta a "Jurassic World – Il Regno distrutto"

Add yours

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Creato su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: