Recensione Blu-Ray – Aenigma

 

Italia/Jugoslavia, 1987-di Lucio Fulci- Horror-90′- Scritto da Luca Biscontini (Fonte immagine:Taxidrivers)

La bellissima nuova limited edition, curata da Nocturno e comprendente un dvd e un blu ray (con durata di tre minuti in più rispetto al dvd), restituisce all’originale splendore una pellicola diretta da Lucio Fulci nel 1987, in cui il regista metteva in scena uno degli ultimi grandi horror degli anni ’80, omaggiando Carry – Lo sguardo di Satana di Brian De Palma. Aenigma è un film in cui, a fronte di una certa carenza di mezzi (certamente inferiori rispetto, ad esempio, a L’aldilà), Fulci curò personalmente anche gli effetti speciali, che rivelano una quota consistente di creatività e un’abilità registica indiscutibile, sebbene, l’insieme – si chiede preventivamente perdono ai sacerdoti del culto del maestro – risulti a tratti debole, riproponendo, tra l’altro, una visionarietà già ampiamente compulsata nei suoi precedenti lavori. Ma ciò che più affascina di questa opera è l’atmosfera fortemente anni ’80 che vi si respira e, paradossalmente, il taglio abbastanza televisivo, che fanno immergere lo spettatore in una dimensione ingenua, verrebbe da dire spensierata; seguire le vicende di un college femminile americano, dove, a seguito di un triste antefatto, una ragazza, Kathy (Milijana Zirojevic), cade in un coma profondo e, successivamente, si vendica, impossessandosi della mente di una studentessa, Eva (Lara Nakszyński, nipote di Klaus Kinski), è un guilty pleasure inevitabile per tutti coloro che amano il cinema e che hanno trascorso il periodo della loro infanzia o adolescenza in quegli anni leggeri, ipertrofici, caricaturali e, anche, a dire il vero, terribili.

Non mancano in Aenigma degli ottimi momenti di cinema, come nella sequenza del sogno del dottor Robert Anderson (Jared Martin), in cui, durante un amplesso, Eva comincia a scarnificare il corpo del proprio amante, dapprima graffiandolo e poi mordendolo senza sosta, fino al salvifico risveglio. Per non parlare della memorabile scena in cui una delle ragazze viene totalmente ricoperta da vere lumache (sul viso e tutto il corpo), fino all’inevitabile dipartita; o le interessanti sequenze girate all’interno del museo, in cui Fulci dà il meglio di sé, laddove un dipinto comincia ad animarsi, grondando sangue sopra il volto della malcapitata di turno, in un’atmosfera davvero surreale, grazie anche al commento musicale di Carlo Maria Cordio, che poi collaborerà anche in seguito con il regista in Quando Alice ruppe lo specchio (1988) e Il fantasma di Sodoma (tra l’altro nei contenuti speciali è presente un’intervista all’abile musicista che ripercorre la genesi della colonna sonora di Aenigma, rievocando la figura di Fulci). In Aenigma la stereotipizzazione di tanti elementi (il professore di ginnastica, l’amore travagliato tra Eva e il dottore, le dinamiche interne al college tra le ragazze e le sorveglianti e quant’altro) non può, col senno di poi, essere obliterata come paccottiglia trascurabile, laddove il trascorrere del tempo dota il tutto di un valore antropologico indiscutibile, nella misura in cui rivela lo spirito di un’epoca, fornendo una preziosa testimonianza.

Ciò non toglie che di difetti nel film di Fulci ce ne siano (la sceneggiatura, scritta dallo stesso Fulci con il prolifico Giorgio Mariuzzo, non è certo un capolavoro), ma il suo modo di fare cinema giunge a noi, dopo molti anni, con quella preziosa artigianalità, oltre a un’indiscutibile estetica, che lo rende un documento di grande interesse. Per questo rivedere oggi i suoi film è un’esperienza significativa, che arricchisce senza dubbio il cinefilo (o lo spettatore) che voglia penetrare fino in fondo l’opera di un autore che ha percorso la storia del cinema italiano in lungo e in largo, dagli esordi con Franco Franchi e Ciccio Ingrassia, evolvendosi nel tempo, fino all’elaborazione di uno stile proprio e di una poetica che hanno lasciato un decisivo segno.
Pubblicato da Euro Immobilfin e distribuito da CG Entertainment, Aenigma (Limited Edition DVD+Blu ray) è disponibile in formato 1.66:1 (da nuovo Master HD) con audio in italiano (2.0 DTS HD), con sottotitoli opzionabili. Nei contenuti speciali: Suoni dal profondo, intervista al compositore Carlo Maria Cordio e al montatore Vanio Amici.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Creato su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: