Luther

pack_LUTHER_bdSE_3D

Luther – Regno Unito 2010 – creato da Neil Cross

Drammatico/Poliziesco/Mistero – 60′

Scritto da Francesca Totaro (fonte immagine: cinemalibero.club)

John Luther (Idris Elba) è un ispettore della omicidi di Londra. Si distingue dal resto della squadra per la sua forte devozione al lavoro e per il suo notevole talento intuitivo. 

Luther‘ è una serie tv britannica prodotta nel 2010 dalla BBC, andata in onda anche in Italia su Fox Crime e Rai due, e disponibile su Netflix dal 2016. La serie si compone di quattro stagioni per un totale di sedici episodi della durata di sessanta minuti. 

Tutti gli eventi sono ambientati nella capitale londinese, elemento che fa subito intuire un possibile paragone con le avventure che vedono protagonista l’ispettore Sherlock Holmes. Ma John Luther, oltre a risolvere casi di omicidi e crimini, non ha niente a che fare con il personaggio di Holmes. 

Il rapporto che ha con l’agente Justin Replay (Warren Brown) sembra essere il più stabile della storia, ma non è quello più importante. Ciò che rende vulnerabile John sono le donne. I personaggi femminili assumono un importante peso nella narrazione, sono quasi le regine della scacchiera che muovono i fili e spostano Luther da una direzione all’altra, senza che lui se ne accorga mai del tutto. Le donne sono il suo punto debole, ma allo stesso tempo la sua forza.

Per quanto il personaggio di John possa subire delle variazioni nel corso delle puntate, una caratteristica rimane immutata: la voglia di vendetta. John dalla prima stagione dichiara di voler abbandonare pistola e distintivo, per vivere una vita regolare e meno frenetica, ma puntualmente, quanto è sul punto di mollare, accade qualcosa che lo spinge a ritornare in campo. La sete di vendetta e la sfida con i criminali è la cosa che lo eccita di più, tant’è che non riesce a farne a meno. Ma la forte propensione alla giustizia spinge spesso John a compiere atti poco ufficiali, che hanno portato parecchie persone a dubitare della sua lealtà nei confronti della legge. 

La scelta dei vestiti di Luther non è un elemento casuale anzi rispecchia la sua personalità e caparbietà. Per tutte e quattro le stagioni indossa gli stessi abiti e lo stesso cappotto, cosa che magari non è subito percettibile a prima vista, ma che diventa un elemento ridondante e quasi rassicurante della narrazione. In un momento nella terza stagione John decide di farla finita e getta il suo cappotto nel Tamigi, come segno di libertà. Ma quando Luther non ha la sua “divisa” si autodistrugge, l’annientamento è visibile all’inizio della quarta stagione, quando si trasferisce in una casa isolata prendendo le distanze dal resto del mondo.

Ciò che rende ‘Luther‘ una serie insolita è la doppia narrazione che subentra in ogni puntata. Lo spettatore ha sempre il punto di vista sia della polizia che del criminale, elemento che lo rende onnisciente ma forse troppo passivo perché già a conoscenza della presunta verità su ogni caso trattato. Arrivando prima della polizia sulla scena del crimine, viene privato dell’effetto sorpresa, che si riduce a poche occasioni nell’intera serie. Tutto sommato ‘Luther‘ resta un prodotto piacevole da vedere, dall’anima più drammatica che poliziesca.

La serie completa di ‘Luther‘ è disponibile in DVD, distribuito da Koch Media Home Entertainment. Gli episodi sono visibili sia in lingua italiana che originale, con la possibilità di inserire dei sottotitoli.

Voto: 7

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Creato su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: