Premio Mattador 2018

photo.aspx

Scritto da Elena Rimondo (fonte immagine: news.cinecitta.com)

Martedì 17 luglio, nella suggestiva cornice delle Sale Apollineee del Teatro La Fenice di Venezia, sono stati resi noti i vincitori della 9o Premio Internazione per la Sceneggiatura Mattador, istituito in ricordo di Matteo Caenazzo, giovane studente di cinema presso l’Università Ca’ Foscari scomparso prematuramente il 28 giugno 2009. Il premio, rivolto a giovani talenti di età compresa tra i 16 e i 30 anni, è stato assegnato da una giuria presieduta da Mirko Locatelli, regista, sceneggiatore e produttore di Strani Film, e composta da Marina Zangirolami Mazzacurati, organizzazione didattica del Master in Sceneggiatura Carlo Mazzacurati dell’Università di Padova; Giampiero Rigosi, romanziere, sceneggiatore e direttore didattico di Bottega Finzioni di Bologna; Andrea Sperandio, sviluppo progetti Lucky Red, e Lorenzo Mattotti, fumettista e illustratore. 

Oltre ai premi in denaro, Mattador dà la possibilità ai vincitori di seguire percorsi formativi con tutor professionisti per realizzare la propria idea ed entrare nel mondo del cinema. Tre le sezioni principali del premio: Mattador, Corto86 e Dolly. Quest’anno il premio Mattador alla Migliore Sceneggiatura per Lungometraggio è andato a Luca Mastrogiovanni, 26 anni, di Campobasso per Lòcch, mentre le borse di formazione Mattador per il Miglior Soggetto sono state aggiudicate da Alessandro Padovani, 25 anni, di Pedavena (Belluno) per Cagnudei, e a Mary Stella Brugiati, 29 anni, di Jesi (Ancona) e ad Alessandro Bosi, 27 anni, di Lugo (Ravenna) per È tutta colpa nostra. Enrico Maria Riccobene, 25 anni, di San Giovanni Lapunta (Catania), ha ricevuto il premio Corto86 per la Migliore Sceneggiatura per Cortometraggio con Sulla Sabbia. A Jacopo De Giuseppe, 20 anni, di Genova è andata invece la borsa di formazione Dolly per la Migliore Storia raccontata per immagini con Il muro. 

Francesco Alino Guerra, 25 anni, di Padova, ha ricevuto la Menzione Speciale della Giuria per la Sceneggiatura per Lungometraggio con Il poeta di varietà, e Gaia Petra Sana, 23 anni, di Treviglio (Bergamo) quella per Dolly “Illustrare il cinema” con M.Ugo.

A tutti i vincitori è stato consegnato il Premio d’Artista Mattador 2018, realizzato dall’artista belga Hans Op de Beeck.

La cerimonia di premiazione è stata condotta, come di consueto, da Pierluigi Sabatti, presidente del Circolo della Stampa di Trieste. Hanno portato il loro saluto Bruno Bertero, direttore marketing di PromoTurismoFVG della Regione Friuli Venezia Giulia; Giovanni Damiani, presidente della Fondazione Filantropica Ananian di Trieste ed Ermelinda Damiano, presidente del Consiglio Comunale del Comune di Venezia. Durante la cerimonia sono intervenuti Fabrizio Borin, direttore artistico del Premio Mattador; Pietro Caenazzo, presidente dell’Associazione Mattador; Andrea Rocco, direttore della Genova Liguria Film Commission; Bernadette Weber, communication manager di LAND; Gianluca Novel, location manager della Friuli Venezia Giulia Film Commission; Riccardo Caldura, docente di Fenomenologia delle Arti contemporanee presso l’Accademia di Belle Arti di Venezia; Andrea Magnani, coordinatore del Mattador Workshop e i tutor Maurizio Careddu e Vinicio Canton. A conclusione, l’attore Fulvio Falzarano ha letto alcuni brani tratti dalle sceneggiature premiate.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Creato su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: