Ted

2012, Stati Uniti, di Seth MacFarlane , Commedia, 106′. Scritto da Alberto Longo (Fonte immagine: MyMovies)

Durante una notte di Natale, il piccolo John Bennet esprime il desiderio che il suo orsacchiotto prenda vita. 30 anni dopo, John lavora in una concessionaria d’auto, è fidanzato con la bellissima Lori Collins e per migliore amico ha quell’orsacchiotto, Ted. Ma la favola ha raggiunto un livello inaspettato. Creatore delle famose e “cattivissime” serie I Griffin, American Dad e The Cleveland Show, Seth MacFarlan compie il grande salto dal piccolo schermo a quello cinematografico come soggettista, sceneggiatore, regista ed interprete. Ci si potrebbe aspettare, soprattutto da parte dei fans delle saghe, una miscela esplosiva di satira graffiante e scorretta cui MacFarlane ci ha abituato. Ma il risultato non è il massimo: se il soggetto risulta interessante, la sceneggiatura scade in una trama decisamente banale e senza adeguato brio, cui sembra mancare una vera e propria base di fondo.

Come risultato si ha così l’impressione che i personaggi girino e parlino a vuoto per la maggior parte dei 106 minuti, lasciando poi il posto a noiosi moralismi e patetismi gratuiti di fine com-media. C’è anche spazio per il cattivo gusto, ma non basta: il film lancia frecciatine a tutto e tutti e di tutti i gusti (riuscite o meno), ma manca di mordente ed uno stile vero e proprio. Le interpretazioni di Mark Wahlberg (The Departed di Martin Scorsese, 2006; The Fighter di David O.Russel, 2010) e Mila Kunis (Il cigno nero di Daren Aronofsky, 2010; Amici di letto di Will Gluck, 2011) lasciano a desiderare, risultando piatte. Buona invece la prova di Seth MacFarlan come doppiatore ed interprete (tramite la capture motion) di Ted. La costruzione dell’orsacchiotto anche con l’aiuto dell’animazione digitale è ottima e incredibilmente esperessiva. Effettivamente, è l’elemento più divertente del film.

La colonna sonora firmata da Walter Murphy risulta un mix tra “easy listenings” strumentali orecchiabili e hit famose egli anni ’80 come il tema di “Flash” dei Queen, “I Think We’re Alone Now” di Tiffany, “All Time High” famoso tema del film Octopussy della saga di 007. Una vera sorpresa.In breve… Ted di Seth MacFarlane non raggiunge l’obbiettivo, causa una trama piatta ed una sceneggiatura tiepida che manca di brio ed obbiettivo. Le ghignate non mancano con le frecciatine di Ted, ma il sano divertimento sì. Accettabili le interpretazioni di Wahlberg e Kunis; il regista fa più ridere nell’impersonare l’orsacchiotto. La colonna sonora firmata da Walter Murphy è la vera sorpresa. Insomma, MacFarlane fa sfoderare all’orsetto i suoi artigli, ma glieli lima. E non è che un graffietto.

Voto: 4

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Creato su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: