Nostalghia

la-locandina-di-nostalghia-14323_jpg_400x0_crop_q85

Nostalghia – Italia/Unione Sovietica 1983 – di Andrei Tarkovsky

Drammatico – 125′

Scritto da Francesco Carabelli (fonte immagine: movieplayer.it)

Il poeta russo Andrei Gorchacov passa un periodo in Italia per studiare il soggiorno italiano di un famoso musicista russo del ‘700; la nostalgia di casa è opprimente….

Penul​ti​mo​ film di finzione di Andrej Tarkovskij, primo gira​to​ al di fuori dell’URRS,​ grazie​ ad una colla​bo​ra​zio​ne​ con la RAI, il film narra le vicen​de​ dello scrittore​ e poeta Andrei Gorchacov (Oleg Yankovskiy), giunto​ in Italia​ da Mosca per studia​re​ il soggior​no​ bolo​gne​se​ di un musi​ci​sta​ russo del ‘700. Il soggior​no​ italia​no​ sarà carat​te​riz​za​to​ da una forte nostal​gia​ di casa, della moglie,​ della fami​glia,​ visi​va​men​te​ resa da un inter​ca​lar​si​ di imma​gi​ni​ di ambien​ti​ italia​ni,​ con imma​gi​ni​ della campa​gna​ russa da dove origi​na​ria​-​ mente​ provie​ne​ il prota​go​ni​sta​. Ma questo​ soggior​no​ italia​no​ sarà anche momen​to​ di incon​tri​ impor​tan​ti​p er Andrei, in parti​co​la​re​ con la propria​ inter​pre​te,​ la giova​ne​ ragaz​za​ roma​na​ Eugenia (inter​pre​ta​ta​ dalla bella Domiziana Giordano, qui alla sua prima parte​ci​pa​zio​ne​ impor​tan​te​ in un lungo​me​trag​gio),​ amma​lia​ta​ dal fasci​no​ dell’in​tel​let​tua​le​ russo, ma contempo​ra​nea​men​te​ delu​sa​ dalla mancan​za​ di desi​de​rio​ di Andrei nei suoi confron​ti:​ Andrei ama la moglie​ che da lui aspetta​ un bambi​no​ e non cede alla tenta​zio​ne​ di un’avven​tu​ra​ con Eugenia. Ma l’incon​tro​ più signi​fi​ca​ti​vo​ resta, senza dubbio,​ quello​ con Domenico (inter​pre​ta​to​ dall’at​to​re​ svede​se​ di scuola​ bergma​nia​na​ Erland Josephson), la cui fede al limi​te​ del misti​cismo​ o forse della follia,​ risve​glia​ in Andrei un senti​men​to​ del sacro che sembra​va​ perdu​to​. Tutto il film si presen​ta​ come una rifles​sio​ne​ sulla contrappo​si​zio​ne​ tra fede e razionali secolarizzata, o meglio​ sulla liber di cui gode l’uomo​ contem​po​ra​neo​ che diven​ta​ spesso​ licenza e atomizza la socie. La fede come salvezza quindi​ non del singo​lo,​ ma dell’in​te​ra​ umanità​ risul​ta​ moto​re​ di un cambia​men​to,​ ma biso​gna​ esse​re​ capa​ci​di sotto​metter​si​ a ciò che non capia​mo​ che è in grado di mani​fe​star​si​ attra​ver​so​ il bello. Il film è costel​la​to​ di luoghi​ in cui riful​ge​ il bello: chiese​ anco​ra​ consacra​te​ o sedi​men​ti​ di chiese​ in rovi​na,​ luoghi​ in cui il bello si fa espressio​ne del vero. Signi​fi​ca​ti​vo​ che l’imma​gi​ne​ fina​le​ del film racchiu​da​ la campagna​ russa e il goti​co​ di una chiesa​ dismes​sa​ quasi a signi​fi​ca​re​ il ritro​va​to​ equili​brio​ di Andrei che ritro​va​ nella fede la propria​ casa, attra​ver​so​ il suo percor​so​ italia​no​ nell’ar​te​ (vedi la contrap​po​si​zio​ne​ con l’atteg​gia​men​to​ dello scritto​re​ nelle battu​te​ inizia​li​ del film).

Tecni​ca​men​te​ l’uso di colori tenui vira spesso​ nel bianco e nero, tanto che in alcu​ne​ sequen​ze​ è diffi​ci​le​ coglie​re​ la reale tecni​ca​ utiliz​za​ta​ se non per alcu​ni​ parti​co​la​ri​ che emergo​no all’in​ter​no​ della scena (ad esempio​ le bottiglie verdi, presen​za​ ricor​ren​te nel lungo​me​trag​gio)​ La came​ra​ è spesso​ fissa a costrui​re​ dei quadri fotografici​ veri e propri​ o, altri​men​ti,​ in un movi​men​to​ lento che rical​ca​ la lentezza​ con cui si svolgo​no​ gli avve​ni​men​ti,​ a signi​fi​ca​re​ il lento percor​so​ spiritua​le​ di Andrei. Il film risul​ta​ esse​re​ anche una rifles​sio​ne​ sulla pazzia, sui quei pazien​ti​ che, prima nei mani​co​mi,​ e ora libe​ri,​ risul​ta​no​ un inter​roga​ti​vo​ per le perso​ne​ “norma​li”​ con quella​ soli​tu​di​ne​ a cui sono costret​ti,​ che li rende “più vici​ni​ alla veri​tà”,​ per quella​ loro vive​re​ ampli​fi​ca​ti​ i problemi​ dell’uo​mo​ contem​po​ra​neo,​ dimen​ti​co​ del contat​to​ con Dio e con l’uomo​.

Voto: 8

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Creato su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: