Aquaman

locandina-film-aquaman-2018

Aquaman – Australia/Stati Uniti 2018 – di James Wan

Azione/Avventura/Fantasy – 143′

Scritto da Gabriella Massimi (fonte immagine: ecodelcinema.com)

Dopo gli eventi di Justice League, Arthur Curry, alias Aquaman, fa ritorno a casa nell’avanzata e misteriosa Atlantide per diventarne sovrano. Tuttavia, quando il fratellastro Ocean Master e il perfido Black Manta cospirano per dichiarare guerra al mondo umano e usurpare il trono, Aquaman, con l’aiuto di Mera, dovrà fare il possibile per affrontare l’enorme sfida, che determinerà il destino di Atlantide e del resto del mondo.

L’impresa non era di certo facile e per riuscirvi era necessario dare vita a una pellicola che sbaragliasse qualsiasi supereroe Marvel. Ci ha provato James Wan col suo Aquaman, ma ha fallito nel tentativo e ha dato modo alla Marvel di affermarsi ancora di più come unica casa fumettistica in grado di partorire validi eroi sia nei fumetti che in pellicola.

Le eccezioni ci sono ovviamente, ma si limitano, almeno a mio parere all’unico personaggio DC che tutto è fuorché un supereroe: Batman. Difficile infatti dimenticarsi la meravigliosa trilogia di Nolan come anche il personaggio di Joker interpretato da Jack Nicholson nel lontano 1989.

Ma in questo caso i paragoni vanno fatti tra supereroi, quindi tra Aquaman e Hulk o Iron Man o Spider-Man o ancora gli X-Men…Potrei andare avanti ancora molto perché tanto è uscito dalle penne dei fumettisti Marvel e di conseguenza dalle sceneggiature tratte da questi fumetti, mentre troppo poco è uscito dalla prima rivale di Marvel la DC Comics, che prima di Aquaman conoscevo solo per Superman, Batman e Wonder Woman.

Devo essere sincera della presenza di Aquaman ero proprio all’oscuro.

Non posso assolutamente definirmi un’amante sfegatata del genere super-eroistico, ma nel mio piccolo alcuni film tratti dai fumetti Marvel e DC li ho molto apprezzati, come i primi Spider-Man, gli X-Men, Iron Man e Batman. Quando poi le cose hanno iniziato a mescolarsi e attorcigliarsi tra di loro per creare sempre più nuove vie per infiniti scenari e possibilità fumettistico-cinematografiche (Avengers o Justice League di turno), che per capirci qualcosa si dovevano fare schemi su excel, decisi che era arrivato il momento di estraniarsi da tutte le dinamiche dal genere e limitarsi a qualche breve e fugace visione a casa tra una pubblicità e l’altra.

Ho voluto dare una possibilità all’uomo-pesce creato da Mort Weisinger e Paul Norris nel lontano 1941, ma ne sono uscita delusa e anche un po’ annoiata. La trama, prevedibile già dopo 20 minuti di film, si intreccia a una più che banale storia d’amore e a una serie di lunghe scene di scazzottamenti e scontri aquatici e non, intervallati da battute facili e scontate.

Lo statuario Jason Momoa si trova evidentemente molto bene nella parte del mezzo atlantideo fustacchione inizialmente non interessato a partecipare alla guerra che sta per scatenarsi tra mondo marino e mondo terreno (come se potesse andare altrove), ma poi convinto dalla bella principessa Mera in vista dei fantasmagorici poteri che gli deriverebbero dal diventare re di Atlantide.

Per la parte di Khal Drogo nella serie Game of Thrones si meriterebbe quasi un Oscar rispetto al ruolo di  Aquaman.

Forse era prevedibile un risultato del genere anche solo dando un occhio ai film precedenti del regista James Wan (mi basta nominare Fast and Furious 7), oppure notando i record vinti dalla pellicola nel giro di poco tempo dall’uscita nelle sale cinematografiche cinesi. Molto probabilmente il format è perfetto per il pubblico orientale ma qui in occidente la commedia non attacca.

Voto: 5

 

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Creato su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: