It Follows

MV5BMmU0MjBlYzYtZWY0MC00MjliLWI3ZmUtMzhlZDVjMWVmYWY4XkEyXkFqcGdeQXVyMTQxNzMzNDI@._V1_SY1000_CR0,0,674,1000_AL_

It Follows – Stati Uniti 2014 – di David Robert Mitchell

Horror/Mistero – 100′

Scritto da Eva Cabras (fonte immagine: imdb.com)

Nella provincia di Detroit ancora segnata dalla recessione industriale, Jay e i suoi amici affrontano una misteriosa minaccia, che segue senza tregua la sua vittima designata di turno.

A distan​za​ di quasi due anni dalla sua uscita​ negli Stati Uniti, arri​va​ in Italia l’horror di David Robert Mitchell, già accla​ma​to​ in tutto il mondo come nuovo pala​di​no​ del terro​re​ cine​ma​to​gra​fi​co​. It Follows​ raccon​ta​ le vicen​de​ di Jay e della sua combric​co​la​ di amici, rele​ga​ti​ nella provin​cia​ di Detroit​ ad anno​iar​si​ tra vecchi​ film in tv e le birre bevu​te​ di nasco​sto​ sul porti​co​ davan​ti​ casa. Il film si apre mostran​do​ci​ l’incom​pren​si​bi​le​ morte di una giova​ne​ ragaz​za,​ ritrat​ta​ mentre​ scappa​ terro​riz​za​ta​ guardan​do​si​ continua​men​te​ intor​no​ alla ricer​ca​ di qualco​sa​ di minac​cio​so​ che a noi non è conces​so​ vede​re​. In questo​ primo deces​so​ e nel modo in cui è messo in scena c’è già racchiu​so​ tutto lo stile del film, le sue costan​ti​ e i suoi punti di forza, ma proce​dia​mo​ con ordi​ne​.

La bionda​ Jay ha un appun​ta​men​to​ galan​te​ con un ragaz​zo​. La sera​ta​ sembra inizia​re​ con il piede giusto,​ ma già dal loro arri​vo​ nel cine​ma​ di quartie​re capia​mo​ che qualco​sa​ in Hugh è fuori posto. Cambio​ repen​ti​no​ di programma​ e la coppia​ deci​de​ di appar​tar​si​ in macchi​na​ per conce​der​si​ un incontro​ proibi​to​ che per la prota​go​ni​sta​ ha tutto l’aspet​to​ della prima volta. Da adesso​ in poi, It Follows preci​pi​ta​ in un’esca​la​tion​ di orro​re​ che non accen​ne​rà​ mai a cala​re​. Hugh passa a Jay una sorta di male​di​zio​ne,​ trasmessa​ esatta​men​te​ come una malat​tia​ sessua​le​ e che preve​de​ il costan​te​ pedi​na​men​to​ della vitti​ma​ di turno da parte di una non identi​fi​ca​ta​ forza mali​gna,​ incar​na​ta​ di volta in volta in un qualsia​si​ esse​re​ umano. La minaccia​ può arri​vare​ con il volto di chiunque,​ ma è rico​no​sci​bi​le​ dal lento e costante​ ince​de​re,​ dallo sguardo​ vuoto e dal fatto che nessun​ altro oltre alla vitti​ma​ può vede​re​ ciò che le sta andan​do​ incon​tro​.

Uno dei princi​pa​li​ punti di forza di It Follows sta nella tota​le​ mancan​za​ di spiega​zio​ni​ date allo spetta​to​re,​ rapi​to​ e cata​pul​ta​to​ in prima linea insie​me​ a Jay, inca​pa​ce​ di affer​ra​re​ il senso di questo​ pedi​na​men​to​ infi​ni​to​ e della violen​za​ che si scate​na​ qualo​ra​ la fuga fosse inter​rot​ta​. La regia di David Robert Mitchell contri​bui​sce​ in manie​ra​ massic​cia​all’in​ten​si​fi​ca​zio​ne​ del disa​gio,​ grazie​ alla genia​le​ trasfor​ma​zio​ne​ della macchi​na​ da presa in un vero e proprio​ perso​nag​gio​. Le ripre​se​ quasi sempre​ in movi​men​to​ si avvol​go​no​ sui perso​nag​gi​ proprio​ come fareb​be​ uno sguardo​ indi​scre​to,​ utiliz​zan​do​ pano​ra​mi​che​ circo​la​ri​ reite​ra​te,​ campi lunghis​si​mi​ alter​na​ti​ a primi piani e carrel​la​te​ talmen​te​ lente da far appe​na​ perce​pi​re​ il proprio​ costan​te​ avvi​ci​na​men​to​. L’uti​liz​zo​ dei campi lunghi​ e lunghis​si​mi​ risul​ta​ parti​co​la​men​te​ furbo, poiché​ il clima di para​no​ia​ che atta​na​glia​ lo spetta​to​re lo porta a setac​cia​re​ osses​si​va​men​te​ ogni paesag​gio,​ ogni anfrat​to​ e pro-​ spetti​va​ alla ricer​ca​ dello scono​sciu​to​ carne​fi​ce​ che s’incam​mi​na​ senza fretta verso la propria​ preda. A glori​fi​ca​re​ al massi​mo​ il clima di pani​co​ e ansia di It Follows ci pensa la colon​na​ sono​ra,​ studia​ta​ appo​si​ta​men​te​ per il film e costrui​ta​ per esaltar​ne​ i momen​ti​ più tesi. I suoni elettro​ni​ci​ di Disasterpeace, aka Rich Vreeland,​ che deve molto all’im​ma​gi​na​rio​ musi​ca​le​ di Cliff Martinez, non si limi​ta​no​ ad accom​pa​gna​re​ l’azio​ne​ con i soli​ti​ colpi d’audio​ dell’horror conven​zio​na​le,​ ma si spinge​ di molto oltre, creando un mera​vi​glio​so​ intrec​cio​ di temi e varia​zio​ni​ che si rincor​ro​no​ per l’intera​ dura​ta​ del film.

 La tota​le​ mancan​za​ di un’inter​pre​ta​zio​ne​ unila​te​ra​le​ sul signi​fi​ca​to​ recon​dito​ di It Follows ha scate​na​to​ compren​si​bil​men​te​ un turbi​ne​ di teorie​. Nessu​na​ di queste​ può esse​re​ avva​lo​ra​ta​ senza mante​ne​re​ il bene​fi​cio​ del dubbio,​ quindi​ ogni opinio​ne​ è leci​ta​ quanto​ discu​ti​bi​le​. Uno dei possi​bi​li​ tagli criti​ci​ attri​bui​bi​li​ alla minac​cia​ creata​ da David Robert Mitchell è quella​ che la vuole meta​fo​ra​ del trauma​ti​co​ passag​gio​ dall’a​do​le​scen​za​ all’età​ adulta​. L’età dei prota​go​ni​sti​ è quella​ giusta,​ hanno termi​na​to​ il colle​ge, non hanno anco​ra​ piani per il futu​ro​ e le loro atti​vi​tà​ princi​pa​li​ sono gioca​re​ a carte fuman​do​ e beven​do​ di nasco​sto​. Nel film sono infat​ti​ quasi total​men​te​ assen​ti​ i geni​to​ri,​ ad ecce​zio​ne​ di una brevis​si​ma​ appa​ri​zio​ne​ della madre alco​liz​za​ta​ di Jay e dell’ar​ri​vo​ desta​bi​liz​zan​te​ del suo defun​to​ padre, con il quale si scontra​ duran​te​ la batta​glia​ della pisci​na​. Questo​ continuo​ senso di appren​sio​ne,​ di ansia, di isola​men​to​ colpi​sce​ quando​ la pro-​ tago​ni​sta​ si allon​ta​na​ momen​ta​nea​men​te​ dai suoi ex-compa​gni​ di giochi​ per avven​tu​rar​si​ nel mondo degli adulti,​ per sboccia​re​ attra​ver​so​ il sesso, atti​vi​tà​ che la lascia​ per altro con un senso di insod​di​sfa​zio​ne​ esisten​zia​le​ illu​mi​nan​te​. Dopo aver consu​ma​to​ il rappor​to​ che la condan​na​ alla perse​cuzio​ne,​ Jay si ferma a riflet​te​re​ proprio​ sul tanto atte​so​ rito di passag​gio​ appe​na​ compiu​to​. Il suo sogno di bambi​na​ era quello​ di inizia​re​ a uscire​ con i ragaz​zi,​ per sentir​si​ grande​ e indi​pen​den​te,​ ma adesso​ che la sta vivendo,​ quell’e​spe​rien​za​ non le lascia​ affat​to​ il senso di soddi​sfa​zio​ne​ che si aspetta​va​. Al suo posto c’è un conti​nuo​ senso di disa​gio,​ di appren​sio​ne​ e para​no​ia,​ che la prota​go​ni​sta​ tenta più volte di scari​ca​re​ ad altri, ma che finisce​ sempre​ per rica​der​le​ addos​so​. Anche il fina​le​ potreb​be​ esse​re​ inter​preta​to​ in questa​ otti​ca​ gene​ra​zio​ne​le,​ poiché​ con l’accet​ta​zio​ne​ della con-​ danna,​ Jay e il suo nuovo compa​gno​ si incam​mi​na​no​ final​men​te​ sere​ni​ verso il futu​ro​ consa​pe​vo​li​ della spada di Damo​cle​ che pende sulle loro teste, ma che non c’è modo di caccia​re​ defi​ni​ti​va​men​te​. Che abbia un senso o meno, It Follows è uno dei film horror​ più intri​gan​ti​ e riusci​ti​ degli ulti​mi anni, forte di un terro​re​ atavi​co​ e instin​ti​vo​ che vi farà guarda​re​ con sospetto​ a ogni perso​na​ che incon​tre​re​te​ per strada​.

Voto: 9

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Creato su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: