A proposito di Maria Regina di Scozia

coverlg_home-3

Scritto da Maria Vittoria Guaraldi (fonte immagine: mymovies.it)

Maria Regina di Scozia (Mary Queen of Scots) è un film biografico su Maria Stuarda, regina di Scozia e regina di Francia per matrimonio e cugina di Elisabetta I Tudor. Il film è tratto dal libro My Heart is my Own: The life of Mary Queen Scots di John Guy. Il film è diretto da Josie Rourke e sceneggiato da Beau William. 

La storia inizia nel 1561 quando Maria Stuarda ritorna in Scozia dopo essere rimasta vedova da Francesco II di Francia e si stabilisce presso il fratellastro Giacomo Stewart. Maria, nel rivendicare il trono di Inghilterra, lotta contro la cugina Elisabetta, la fede protestante e i complotti che le vengono orditi. 

Il film ha un andamento cronologico integrato da didascalie iniziali che introducono e concludono la storia narrata.  Le scelte registiche più rilevanti  si concentrano non tanto sulla composizione dei piani- i quali si mantengono sul campo lungo e lunghissimo per le inquadrature esterne, primi piani, figure intere e primissimi piani per le inquadrature interne – quanto sulle scelte dei costumi e della luce che si rivelano di gran lunga più originali rispetto ad altri adattamenti su altri  protagonisti della Storia . 

Saoirse Ronan, dopo il successo di Lady Bird, torna sul grande schermo con un ruolo molto noto quanto sfaccettato. In una delle tante locandine del film sotto la sua foto c’era scritto “ Born to fight” ovvero nata per combattere. La sua interpretazione si rivela forte nel lottare contro tutto quello che le mettono contro ma nello stesso tempo anche dolce e tollerante soprattutto negli affetti. Rappresenta il lato oscuro di Elisabetta, evidenziato dal fatto che indossa sempre abiti scuri ed è inquadrata molte volte in penombra. 

Margot Robbie, star di Tonya e di The wolf of Wall Street, interpreta Elisabetta I. Sulla sua locandina, gemella di quella di Maria, c’era scritto “ Born to reign” ovvero nata per regnare. Il  suo è personaggio forte il cui regno ha segnato una delle pagine più importanti se non la più importante della Storia inglese. Elisabetta appare sofisticata nei costumi e nel trucco di biacca e si dimostra capace di presiedere un Consiglio tutto al maschile e risoluta nei confronti della cugina. Non tradisce di avere anche una vena fragile e vulnerabile La sua è una delle interpretazioni più prismatiche di Elisabetta in quanto negli adattamenti precedenti si è dato peso solo al suo ruolo incontrastato di regina. 

Maria Regina di Scozia non è solo la storia di due regine ma anche di due donne estremamente forti che hanno dovuto lottare non solo a livello politico ma anche contro il maschilismo e altri pregiudizi: è come se si parlasse di due donne che sono diventate ministro o amministratore di una grande azienda. In questo parlare al femminile sta tutta l’originalità e l’attualità del film. 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Creato su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: