La favorita

locandina-42

The favourite –  Irlanda/Regno Unito/Stati Uniti 2018 – di Yorgos Lanthimos

Biografico/Commedia/Drammatico – 119′

Scritto da Maria Vittoria Guaraldi (fonte immagine: mymovies.it)

La Favorita (The favourite) è un film diretto da Yorgos Lanthimos. È stato presentato alla 75° Edizione della Mostra internazionale d’arte cinematografica di Venezia in concorso e ha ricevuto dieci nomination agli Oscar e dodici ai premi  BAFTA. 

Il film è ambientato durante la guerra di successione spagnola, conflitto che si svolse nel XVIII secolo. Mentre la Gran Bretagna è in guerra con la Francia, la regina Anna è malata e depressa. Le questioni di stato sono preoccupazione della  sua favorita Sarah Churchill. Un giorno giunge a corte la cugina di Sarah, Abigail Masham, intenzionata a rovesciare Sarah e  a un riscatto sociale. 

La pellicola è ambientata a corte e nei giardini circostanti e ha un ritmo molto lento. La storia è suddivisa in capitoli come un libro ciascuno con un titolo. Per le inquadrature esterne viene privilegiato il campo lungo che si alterna a figure intere. Nelle inquadrature interne viene utilizzato il fish-eye: le inquadrature cambiano con il movimento fornendo una visione completa della corte e dei suoi ridicoli passatempi. Molte inquadrature vengono ripetute e appesantite dalla musica. 

Olivia Colman, star di The Crown,  nei panni della regina Anna, fornisce un’interpretazione di una donna depressa, malata e schiava dei propri fantasmi. Riesce anche a essere dolce e a provare sentimenti ben oltre l’amicizia per le sue favorite. 

Rachel Weisz, dopo Disobedience e Il mistero di Donald C ( The Mercy), interpreta Sarah Churchill. É una donna calcolatrice e fredda. Non si scompone davanti alle minacce della cugina e si dimostra perfettamente in grado di occuparsi anche di questioni di Stato, per esempio tenendo i conti. 

Emma Stone, dopo il successo di La la land e La battaglia dei sessi,  veste i panni di Abigail Masham. Da una condizione di miseria giunge a corte per scrollarsi di dosso il “fango che puzza”  e con l’intenzione di prendere lei il ruolo di favorita. È il personaggio che nel corso della storia evolve da ragazza impacciata a arrampicatrice sociale. 

Il film racconta un pericoloso complotto di due donne che si contendono un ruolo di cui la regina è il centro ma purtroppo non viene risolto del tutto. Inoltre manca quella suspense che rende i complotti ricchi di tensione fino allo scioglimento finale. Lanthimos prova ad arricchire il sostrato testuale avvalendosi della maestosità di Barry Lyndon, del rallenty  onirico di Arancia Meccanica e degli elementi putridi che inserisce Peter Greenaway, ma non riesce a farne un’operazione originale che insiste ancora sull’ormai abusato tema del femminismo e che risulta asfissiante quanto le parrucche e i ceroni dei nobili. Il titolo del film, così come i titoli dei capitoli, hanno uno spazio tra alcuni caratteri piuttosto evidente: forse è la grave lacuna che manca al film. 

Voto: 5

Una risposta a "La favorita"

Add yours

  1. Secondo me non voleva essere un complotto, ma voleva mostrare quanto fosse triste e asfissiante la vita della regina. La seconda parte l’ho trovata abbastanza triste e pesante, e l’ultima ripresa dei conigli con le espressioni di Anna e abigail mostra quanto soffrirà in futuro

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Creato su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: