Phantom Boy

phantom-boy-locandina

Phantom Boy – Francia/Belgio 2015 – di Jean-Loup Felicioli

Animazione/Fantasy – 84′

Scritto da Beatrix Kiddo (fonte immagine: movieplayer.it)

Mentre sta compiendo delle indagini il poliziotto Alex viene ferito da un misterioso personaggio con il volto sfigurato. Bloccato in ospedale, incontra Leo, un paziente di 11 anni con la straordinaria capacità di lasciare il proprio corpo quando lo desidera, può volare e passare attraverso i muri come un fantasma. La strana coppia cercherà di fermare l’uomo sfigurato, pronto a distruggere la città.

Lo ammetto, quando si tratta di cartoni animati tendo ad essere piuttosto conservatrice, Disney, Pixar, a volte Dreamworks. Poi spunta ogni tanto un gioiellino, e i miei preconcetti vanno fortunatamente a farsi benedire. È il caso di Phantom Boy, diretto dagli autori di Un gatto a Parigi e presentato al Future Film Festival 2016. Vincitore, meritatissimo, del Platinum Grand Prize, il film mischia una serie di generi con una maestria sorprendente. Cartone animato tecnicamente molto classico, i personaggi sono disegnati molto semplicemente mentre gli sfondi sono rielaborazioni di fotografie davvero molto belle, che danno vita ad una New York cupa e piovosa, a tratti quasi onirica. Il quadro suggestivo pero’ ha per cornice una sceneggiatura di ferro che mischia il noir fantastico con i film di supereroi. Lo sceneggiatore sceglie una strada sicuramente dinamica e divertente, si ride di gusto in alcuni momenti grazie ad una banda di criminali assai scalcagnata e ad un cagnetto dispettoso, senza dimenticare la poesia. Ce n’è tanta in Phantom Boy dove dentro alla spy story c’è una riflessione sulla malattia e la morte, sull’amicizia e il coraggio così poetica da lasciare lo spettatore piacevolmente sorpreso. Si può essere grandi restando piccoli, e il film di Felicioli e Gagnol lo dimostra. La distribuzione italiana, coraggiosa e ci auguriamo corposa, è prevista per ottobre. Speriamo che il pubblico lo premi come merita. Perchè seppur pensato per un pubblico di ragazzi, Phantom Boy piacerà sicuramente anche agli adulti, pronti a ritrovare per 84 minuti la leggerezza troppo spesso perduta.

Voto: 9

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Creato su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: