Gloria Bell

55109

Gloria Bell – Cile/Stati Uniti 2018 – di Sebastiàn Lelio

Drammatico/Romantico – 102′

Scritto da Lorenzo Ceotto (fonte immagine: comingsoon.it)

Gloria ha cinquant’anni, è divorziata e i figli sono ormai adulti. Combatte la solitudine e cerca libertà e divertimento nei club di Los Angeles, dove va a ballare allenando l’amore con le persone che incontra. Un giorno conosce Arnold, sembra avere qualcosa in più, la passione prende subito il sopravvento, ma dietro l’illusione di un amore salvifico si nascondono inaspettate complicazioni.

Sebastian Lelio ripropone il suo Gloria del 2013 in salsa USA, ancora una volta tra commedia e dramma in un remake di sé stesso dove si diverte a rifare e rivisitare il suo cinema. D’altronde perché far fare un remake ad un altro regista quando puoi farlo tu stesso? Un po’ come Haneke con il suo “Funny Games” che ha preteso gelosamente la sua firma anche nel remake del suo film. Su questa linea segue il percorso di Lelio ed il suo “Gloria Bell”, raccogliendo una sfida e prendendosi anche una libertà autoriale e registica che non tutti si possono permettere.

Da Santiago del Cile a Los Angeles, cambiano le location, cambia lo scenario sociale, ma l’estrazione delle due Gloria non cambia, seppure con le relative connessioni al contesto che cambia, dal malcontento e le proteste della capitale cilena alle nuove destre e alla chiusura degli ultimi tempi nell’America di Trump. Li c’era Paulina Garcia, qui c’è Julianne Moore, due modi diversi di recitare un personaggio analogo nel racconto di una solitudine di mezza età, in cui ci si sente in disparte e trascurate, ma avendo la voglia di andare oltre la crisi data anche da una vecchiaia sempre più alle porte e di riuscire a ballare da sole, tra energia e disperazione, disincanto e speranza. Il racconto è quello di una donna libera che crede più che mai nell’amore, una storia di emancipazione, di autonomia e forza al femminile. 

L’energia di Gloria Bell si ritrova nella musica, fra i pezzi cantati nei tanti andirivieni in macchina e gli svariati balli nelle piste di rimando molto 80’s. Quella di Gloria Bell è una luce da club, con i colori della disco dance, che non sottrae nulla alla colonna sonora e alle musiche più che mai preponderanti nell’opera di Lelio. Ancora una volta le musiche originali sono targate Matthew Herbert, fidato compositore per Lelio, già presente in “Una donna fantastica” e “Disobedience”.

Come i due film precedenti della cinematografia recente di Lelio, ancora una volta le protagoniste sono le donne, il focus è sull’emisfero e il vissuto femminile, il punto di vista è da quella parte e la direzione degli attori e in particolare della figura principale ha una valenza forte, il rapporto con la macchina da presa che è costantemente su Gloria, l’attore e l’interpretazione anche stavolta di spessore, sono uno dei caratteri più valorosi del film e una dote del regista cileno che sa tirare fuori il meglio dalle sue protagoniste. In questo Lelio traccia più di un filo conduttore, ad esempio, con l’opera di Almodovar, anche se più “onesto” e meno pittoresco dell’autore spagnolo.

Il regista cileno è riuscito anche con “Gloria Bell”a creare un film poetico sull’amore di sé, sulla schizofrenia sentimentale e sull’inconsistenza delle relazioni che caratterizzano il contemporaneo, che sa raccontare con impegno e leggerezza un mondo difficile in un’epoca depressa che rimpiange le certezze seppur deleterie degli anni ’80. È riuscito ad aggiungere qualche nota, sia estetica che narrativa, a spostare leggermente con sapienza l’espressione del suo linguaggio cinematografico di un rifacimento che si propone più che mai come riuscito. Un film di rivalsa, sulla libertà di esprimersi, dove la nostra forte e coraggiosa Gloria da sola proverà a ritrovare l’equilibrio, anche dopo che il mondo ancora una volta l’ha delusa e gli è caduto addosso. 

Voto: 7

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Creato su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: