Unbroken

USA 2014 – di Angelina Jolie – Storico/biografico/drammatico/guerra – 137′

Scritto da Gloria Paparella (fonte immagine: imdb.com)

Un dramma epico che racconta l’incredibile storia dell’atleta olimpionico ed eroe di guerra, Louis “Louie” Zamperini, che insieme ad altri due membri dell’equipaggio, è riuscito a sopravvivere su una zattera per 47 giorni, in seguito ad un disastroso incidente aereo durante la Seconda Guerra Mondiale, per poi essere catturato dalla Marina giapponese e spedito in un campo di prigionia.

Quante vite ha vissuto Louis Zamperini, quante sfide ha dovuto affrontare, quante volte è stato abbattuto e si è rialzato. È incredibilmente vera la sto- ria di questo personaggio, a cui Angelina Jolie ha voluto dedicare la sua seconda esperienza come regista: Zamperini (Jack O’Connell), atleta olimpionico e sopravvissuto alle torture in un campo di prigionia giappo- nese, è ritratto in maniera passionale dalla regista, che nel corso della nar- razione sfrutta numerosi flashback per mostrare il passato del giovane ita- loamericano, che da piccolo delinquente si scopre un talento innato per la corsa e la velocità, sostenuto dal fratello maggiore Pete (Alex Russell): le sue parole di incoraggiamento “se resisti, puoi farcela” risuonano nei momenti più difficili di Louis. Come quando, dopo il naufragio dell’aereo militare, il protagonista sopravvive per quasi 50 giorni in mezzo all’oceano tra squali e bombardamenti nemici; oppure quando viene portato nel campo di prigionia giapponese e viene preso di mira dal generale Watanabe, su- bendo violenze di ogni genere.

La speranza e la voglia di lottare per la vita hanno salvato Zamperini, e tutto il film porta lo spettatore ad una riflessione profonda su quanto sia importante, non solo avere fede, ma saper perdonare il nemico: Angelina
Jolie, basandosi sul romanzo del 2010 di Laura Hillenbrand, costruisce, con uno stile romanzato ma fedele alla storia personale dell’eroe, la parabola di sopravvivenza di quest’uomo, oltre a fornire una documentazione degli avvenimenti che hanno dato forma al secolo scorso. La storia di Zamperini è la storia di tutti: di chi riesce ad alzarsi ogni volta che viene abbattuto, diventando di conseguenza fonte di ispirazione per molti. La Jolie sembra, così, portare a compimento il percorso che Zamperini aveva iniziato, creando un film coinvolgente ed emozionante, che in certi momenti mette i brividi, omaggio ad una vita che, anche nei momenti di più atroce sofferenza, non si è mai spezzata.

Voto: 9

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Creato su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: