House Macbeth

 

Scritto da Gabriella Massimi

Davanti al pubblico ci sono solo loro due, Lord e Lady Macbeth (Gledis Cinque e Nick Russo della compagnia teatrale PaT – Passi Teatrali), ma grazie alla forza teatrale che riescono a trasmettere, ci si ritrova fin da subito nel fulcro della pièce. Le luci sono basse, piove, la nebbia invade la scena e dall’alto alcune sinistre voci in inglese aiutano lo spettatore a immergersi nel testo shakespeariano: sono le streghe che dall’inferno profetizzano l’ascesa al trono di Lord Macbeth. Ma il Lord non non va da nessuna parte senza la sua Lady, la vera istigatrice degli assassini. Bianca in volto e nelle vesti, ma con un pesante trucco nero intorno agli occhi, Lady Macbeth convince il marito della veridicità delle parole delle streghe e messagli in mano la spada lo induce a compiere efferati omicidi.

Non altrettanto forte si rivela invece essere il Lord che a seguito dell’assassinio di re Duncan e di Banco, il quale, secondo la profezia, sarebbe diventato capostipite di una dinastia di re, è talmente scosso e spaventato da rischiare di essere scoperto a un banchetto ufficiale, durante il quale sostiene di vedere i fantasmi delle sue vittime. La pazzia e la paura non tardano però a raggiungere anche la donna che camminando nel sonno prova a lavare via l’immaginaria macchia di sangue dalle mani. L’atmosfera di tragedia e paura è resa molto bene dai suoni, di un pioggia quasi inarrestabile e dalle luci, soffuse e basse, ma anche violente e a tratti accecanti. Gli attori riempiono la scena con le loro voci altisonanti e le loro figure, ben illuminate e ritagliate nella scena.

Completamente vestito di nero lui, ma debole e instabile mentalmente; ricoperta di una veste bianca e pura lei, ma crudele e fortemente ambiziosa. Il tutto è andato in scena nel nuovissimo teatro Factory32 in via Watt, un ex-fabbrica di tappeti dove ora risiede un polo di cultura principalmente legata al ligneo palcoscenico. La rassegna teatrale 2018-2019 è davvero ricca e interessante, una visita è caldamente consigliata! Ringrazio per la gentile accoglienza Valentina Pescetto e tutto il suo staff. Ps: ho mangiato la caramella ed espresso il mio desiderio…

Voto:8

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Creato su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: