Festival di Cannes 2019

cannes-selezione-ufficiale

Scritto da Enrico Cehovin (fonte immagine: ilpost.it)

Tanti, forse troppi, molto lunghi. Tra i nomi in Concorso al 72° Festival di Cannes davvero molti sono da capogiro.  Dovendo sceglierne 10?

Once Upon a Time in Hollywood di Quentin Tarantino

Mektoub, My Love: Intermezzo di Abdellatif Kechiche

A Hidden Life di Terrence Malick

Matthias & Maxime di Xavier Dolan

Parasite di Bong Joon-ho

The Dead Don’t Die di Jim Jarmusch

Little Joe di Jessica Hausner

Portrait of a Lady on Fire di Céline Sciamma

The Whistler di Corneliu Porumboiu

Pain and Glory di Pedro Almodóvar

E poi Il traditore di Marco Bellocchio, The Young Ahmed dei fratelli DardenneOh Mercy! di Arnaud Desplechin, The Wild Goose Lake di Diao Yinan, Sorry We Missed You di Ken Loach e altri ancora.

E forse mai come quest’anno in tempi recenti l’interesse non si limita ai riflettori puntati sul concorso, ma offre un’offerta destinata inevitabilmente ad accavallarsi e che (mi) costringerà a compiere scelte drastiche e salti mortali per pianificare un calendario che limiti le perdite il più possibile.

Nella sezione Un Certain Regard, particolarmente ricca, spiccano Freedom di Albert Serra, Beanpole di Kantemir Balagov, film drammatico ambientato nella Leningrado del ’45 del giovane regista russo che proprio nella stessa sezione due anni fa aveva esordito con lo straordinario Closeness, La famosa invasione degli orsi in Sicilia dell’illustratore e fumettista italiano Lorenzo Mattotti,  A Brother’s Love, opera prima di Monia Chokri, attrice nota per aver recitato in alcuni film di Xavier Dolan, Room 212 di Christophe Honoré e Jeanne, il secondo capitolo che Bruno Dumont dedica alla figura di Giovanna d’Arco e seguito di Jeannette, che ne raccontava l’infanzia, presentato nel 2017 a Cannes nella sezione Quinzaine des Réalisateurs ed eletto dai Cahiers du cinéma secondo miglior film dell’anno.

Nei  Fuori Concorso Dexter Fletcher presenterà il biografico su Elton John Rocketman, Claude Lelouche The Best Years Of A Life, Gaspar Noé il mediometraggio di mezzanotte di 50′ Lux Æterna, Abel Ferrara Tommaso, Alain Cavalier To Be Alive And Know It, Werner Herzog Family Romance, LLC, Patricio Guzmán La Cordillera de los sueños e Nicolas Winding Refn mostrerà parte dell’unica serie televisiva presente alla kermesse con il quarto e quinto episodio – “Non chiedetemi perché il quarto e quinto episodio”, ha subito precisato Thierry Frémaux – della serie prodotta da Amazon Too Old to Die Young.

Ampio spazio al genere nella sezione parallela Quinzaine des Réalisateurs pronta a partire con Deerskin di Quentin Dupieux dove la giacca al 100% in pelle di cervo di George,come il pneumatico di Rubber e la snervante melodia di Reality, sembra promettere grandi cose. La sezione che l’anno scorso ci ha regalato grandi gioie con Climax di Gaspar Noé e Mandy di Panos Cosmatos continuerà poi con l’horror di The Lighthouse, il secondo attesissimo film del regista di The Witch con Willem Dafoe e Robert Pattinson, e di Wounds Babak Anvari, regista di Under The Shadow con Armie Hammer e Dakota Johnson già presentato al Sundance Film Festival. Takashi Miike, giunto ormai al suo centoenonsisaneanchepiuquantesimo film, presenterà First Love, Bertrand Bonello Zombi Child e Robert Rodriguez Red 11, horror fantascientifico in un’industria farmaceutica, dal cui poster possiamo ammirare il protagonista mentre imbraccia il martello pneumatico anti-vampiro di Dal tramonto all’alba. Lo slot temporalmente più longo sarà invece occupato dalle 4 ore e 36 minuti di The Halt di Lav Diaz che, dopo l’antimusical di Season Of The Devil, si dedicherà a modo suo alla fantascienza con un film ambientato nel 2034 in un Sud-est asiatico rimasto al buio per tre anni dopo un’enorme eruzione vulcanica.

Tra le proiezioni speciali posto invece per The Staggering Girl, un mediometraggio di 35′ di Luca Guadagnino.

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Creato su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: