Un boss in salotto

Italia 2014 – di Luca Miniero – commedia – 90′

Scritto da Gloria Paparella (fonte immagine: imdb.com)

Cristina vive in un piccolo centro del Nord dove si è costruita una fami- glia e una vita perfetta. Quando un giorno viene convocata in Questura, scopre che suo fratello Ciro è implicato in un processo di camorra e ha chiesto di poter trascorrere gli arresti domiciliari da lei. Cristina accetta suo malgrado, e da quel momento l’ordinatissima routine famigliare viene letteralmente sconvolta dall’inarrestabile zio Ciro, un tipo molto poco abituato alle buone maniere.

Ennesima commedia che pone al centro le due facce dell’Italia e le loro abi- tudini, modi di fare e di parlare, con il tentativo finale di dissipare le arcai- che opinioni da sempre diffuse. Il film gioca, infatti, su quei luoghi comuni che rendono l’Italia un paese diffidente ed estremamente legato alle sue convenzioni: al Nord fa freddo, al Sud troppo caldo, al Nord si vive sul ri- spetto delle regole, il Sud è il luogo della criminalità e così via. Il regista  Luca Miniero riesce, però, a riproporre questi elementi, già affrontati con i successi di Benvenuti al sud (2010) e Benvenuti al nord (2012), rendendo protagonista un intero nucleo famigliare ed, in particolare, Cristina (Paola Cortellesi), cioè Carmela, quella ragazza napoletana che, trasferitasi al nord giovanissima, ha voluto cambiare nome per cancellare definitivamente ogni attaccamento con le sue origini meridionali. Ha spo- sato un uomo per bene, il pubblicitario Michele (Luca Argentero) e che con lui ha costruito una vita fatta di benessere e onestà per i loro figli. L’arrivo improvviso del fratello Ciro (Rocco Papaleo), creduto defunto dagli altri membri della famiglia, rappresenta per Cristina l’emergere di quel passato che lei aveva tentato con ogni mezzo di opprimere. Ciro, agli arresti domiciliari perché ritenuto dalla Giustizia un criminale camorrista, viene ospitato dalla sorella (non del tutto convinta, a dire il vero) nella sua casa-cottage dove tutto è perfetto, dove neppure la domenica ci si sveglia

tardi e dove si mangiano solo cibi sani. Ecco, dunque, che Nord e Sud si incontrano e la vita tranquilla della famiglia Coso viene letteralmente sconvolta da questo boss in tuta e catenine al collo, che porta a casa avvenenti sconosciute e che cucina parmigiane di melanzane e pastiere napoletane.

Il film è gradevole e divertente, le scatch sono efficaci (esilarante la cena dei Coso insieme ai coniugi Manetti) e non cadono mai nel volgare, e gli at- tori mostrano una certa spontaneità nell’interpretare i propri personaggi: Paola Cortellesi, comica e a tratti drammatica nel ruolo della moglie e madre modello (ricorda il personaggio di Nicole Kidman in La donna perfetta), e Rocco Papaleo, convincente nonostante la forzatura del suo personaggio partenopeo, danno una marcia in più al film, regalando sfu- mature inedite ai ruoli che interpretano. Più macchinosa la recitazione di  Luca Argentero, che sembra non vestire facilmente i panni del marito perfettino, ma con l’evolversi della vicenda, riesce anch’egli ad acquisire quella scioltezza meglio esibita dai suoi colleghi.

Un boss in salotto si presenta come la moderna commedia all’italiana, ma in realtà la sua comicità non è fine a se stessa, bensì costituisce un invito a riflettere sia per lo spettatore del Nord che per quello del Sud, e il filo di malinconia che si insedia nei personaggi di Cristina e Ciro rende il tutto più riuscito. Un film leggero ma con dei valori che vengono comunicati at- traverso un umorismo brillante ed intelligente, propri di chi riesce a non prendersi troppo sul serio e a ridere di se stesso, qualità molto rara al giorno d’oggi.

Voto: 7

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Creato su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: