Voglia di tenerezza

Terms Of Endearment – USA 1083 – di James L. Brooks – commedia – 132′

Scritto da Gloria Paparella (fonte immagine: imdb.com)

Aurora e sua figlia Emma hanno un rapporto molto stretto ma spesso anche tormentato. Mentre la prima prende una sbandata per il vicino di casa donnaiolo, la seconda sembra essere felice accanto al marito e ai suoi tre figli, fin quando scopre di essere stata tradita e di essere malata di un tumore maligno. Sarà Aurora con l’aiuto del suo compagno a prendersi cura dei nipoti.

Aurora (Shirley MacLaine) e Emma (Debra Wingers), madre e figlia, due donne fieramente texane, rimaste sole alla ricerca della felicità: unite da un rapporto conflittuale ma allo stesso tempo affettuoso, esse non si danno per vinte e si rialzano con determinazione di fronte ad ogni ostacolo che la vita pone loro davanti. Questo è il ritratto che James L. Brooks fa delle due protagoniste: il regista, qui in veste anche di produttore e scenografo, parte dall’omonimo romanzo di Larry McMurtry per dipingere una storia intima e sincera, basata sul rapporto tanto complicato quanto veritiero tra madre e figlia.

Il film mostra senza sosta i 30 anni della loro relazione, passando dai toni della commedia a quelli del più profondo sentimento, catturando il pubbli- co per la sua sostanziale semplicità che porta ad una riflessione seria sul senso della vita. A spezzare la malinconia di alcune sequenze ci pensa il personaggio di Garreth, il vicino di casa di Aurora, un astronauta ubriaco- ne e donnaiolo interpretato da un grandissimo e comico Jack Nicholson: parte non presente nel romanzo ma scritta apposta da Brooks e che valse l’Oscar all’attore nel 1984. È Garreth a risvegliare in Aurora, rimasta pre- cocemente vedova, il bisogno di una compagnia maschile e il piacere del sesso anche ad età avanzata. Ed il senso del film è proprio questo: tutti i personaggi sono alla ricerca di tenerezza, di amore da parte di qualcuno
(Aurora prima da sua figlia e poi dal suo compagno, Emma dal matrimonio con Flap, e lo stesso Garreth da parte di una donna che lo ami per il suo lato folle e narcisista). Seppur la storia si avvia verso la strada del dolore e delle inevitabili lacrime agli occhi per la malattia che colpisce Emma, il finale lascia aperta la porta alla speranza e al cambiamento positivo in ciascuno dei personaggi.

Strepitosa Shirley MacLaine, la quale vinse l’Oscar come Migliore Attrice protagonista nel ruolo di una donna di mezza età che vuole controllare ossessivamente la vita della figlia, ma ancora più sorprendente Debra Wingers nelle vesti di un personaggio apparentemente frivolo, ma che col procedere della storia si rivela profondamente idealista e malinconico.

Vincitore di cinque statuette, Voglia di tenerezza è un melodramma mo- derno meravigliosamente scritto ed interpretato, che strega il pubblico dal- l’inizio alla fine.

Voto: 7

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Creato su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: