Diamante Nero

locandina-74

Bande de filles – Francia 2014 di Céline Sciamma

Drammatico – 113′

Scritto da Francesco Ruzzier (fonte immagine: mymovies.it)

Oppressa dalla situazione familiare, Marieme inizia una nuova vita dopo l’incontro con un gruppo di tre ragazze, che la porteranno a compiere una serie di cambiamenti​ nella speranza di vivere più liberamente.

E’ vera​men​te​ incre​di​bi​le​ pensa​re​ come nell’ar​co​ di tre anni siano usciti,​ con caden​za​ annua​le,​ tre film impor​tan​ti​con prota​go​ni​ste​ un gruppo​ teenager:​ parten​do​ da Spring Breakers​ di Harmony, Korine presen​ta​to​ in concor​so​ a Venezia nel 2012, passan​do​ per Bling Ring di Sofia Coppola, che lo scorso​ anno aveva inaugu​ra​to​ l’Un Certain Regard, arri​van​do​ a Girlhood (Bande de filles) di Céline Sciamma che quest’an​no​ ha avuto l’ono​re​ di aprire​ la 46ª edizione della Quinzaine des Réalisateurs. Il film della regi​sta​ di Tomboy ha il meri​to​ di affron​ta​re​ l’argo​men​to​ dei disagi​ adole​scen​zia​li​e della mancan​za​ di una guida o di una “retta via”​da percor​re​re​ in manie​ra​ piutto​sto​ diver​sa​ rispet​to​ alle altre due opere sopra​cita​te,​ forman​do​ assie​me​ ad esse un tritti​co​ di varia​zio​ni​ sul tema mai ripe​titi​vo​ e, Coppola a parte, piutto​sto​ inte​res​san​te​. A diffe​ren​za​ di Spring Breakers​ e di Bling Ring, Girlhood​ sceglie​ di raccon​ta​re​ le dina​mi​che​ del gruppo​ facen​do​celo cono​sce​re​ intro​du​cen​do​ in un terzet​to​ già conso​li​da​to​ una new entry, ed è proprio​ attraver​so​ gli occhi della prota​go​ni​sta​ del film che lo spetta​to​re​ cono​sce​ questo​ “mondo” nuovo e vede cresce​re​ e svilup​par​si​ le muta​zio​ni,​ i dubbi e le incer​tez​ze​ che atta​na​glia​no​ gran parte delle adolescen​ti​ di oggi. A diffe​ren​za​ del cini​smo​ e del pessi​mi​smo​ che carat​te​riz​za​va il film di Kori​ne,​ il film della regista francese propo​ne,​ pur mante​nen​do​ un’este​tica​ video​clip​pa​ra​ molto simi​le,​ uno sguardo​ più dolce e buoni​sta,​ senza però perde​re​ nulla in termi​ni​ di forza emoti​va​. La struttu​ra​ del film è compo​sta​ da una serie di capi​to​li​che sanci​sco​no​ ogni passag​gio​ che porta la prota​go​ni​sta​ allo stato di consa​pe​vo​lez​za​ succes​si​vo​ aiutan​do​ lo spetta​tore​ a coglier​ne​ al meglio​ ogni sfuma​tu​ra​ psico​lo​gi​ca​. In questo​ senso sono incre​di​bil​men​te​ inte​res​san​ti​ le situa​zio​ni​ in cui la regi​sta​ riesce​ a raccon​ta​re un episo​dio​ comu​ne,​ come un gruppo​ di amiche​ che canta e balla Diamonds di Rihanna, esatta​men​te​ come viene perce​pi​to​ dalle prota​go​ni​ste,​ ovve​ro​ come qualco​sa​ di magi​co​ ed epico. Sempre​ in questa​ dire​zio​ne​ è necessa​rio​ sotto​li​nea​re​ una sequen​za​ in cui due amiche​ sembra​ si stiano​ truccando​ nel bagno di una fanta​sti​ca​ disco​te​ca​ per prepa​rar​si​ a vive​re​ dei momenti​ indi​men​ti​ca​bi​li​ quando​ inve​ce​ si scopre,​ nell’in​qua​dra​tu​ra​ succes​si​va, che si trova​no​ sempli​ce​men​te​ in un picco​lo​ e squalli​do​ Kebab di peri​fe​-​ ria. Con il susse​guir​si​degli eventi​ la situa​zio​ne​ preci​pi​ta​ e lo spetta​to​re​ si ritro​va​ a vive​re​ in prima perso​na​ tutti i dilem​mi​ psico​lo​gi​ci​ della prota​go​nista,​ che sono sempre​ trasmes​si​ con incre​di​bi​le​ effi​ca​cia​.

Voto: 8

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Creato su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: