Tesnota (Closeness, 2017)

Sunset Boulevard

(Movieplayer)

Nell’ambito di un mondo cinematografico dove sembrano andare per la maggiore blockbuster spettacolari, spesso volti in chiave superomistica, quando non trattasi di remake o reboot “in carne ed ossa” di classici dell’animazione intesi a sfruttarne economicamente la scia, fa piacere rinvenire fra le ancora presenti eccezioni l’opera prima del regista cabardo Kantemir Balagov, Tesnota, presentata nel 2017 nella sezione Un certain regard del 70mo Festival di Cannes, di cui è anche sceneggiatore, insieme ad Anton Yarush, oltre che curatore dell’ottimo montaggio, quest’ultimo volto ad assecondare ritmi a volte forse fin troppo ponderati, per quanto inclini a suscitare e mantenere costanti molteplici riflessioni.
La narrazione prende spunto da una storia vera, avvenuta in quel di Nalchik, Caucaso del Nord, Russia, repubblica di Kabardino-Balkaria, nel 1998, alla vigilia della seconda guerra cecena: si offre dunque visualizzazione, con lucidità e forte impatto emotivo, ad accadimenti che guardano al passato in…

View original post 807 altre parole

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Creato su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: