Roma, Palazzo Firenze: “Luciano Salce – L’ironia è una cosa seria”

Sunset Boulevard

Luciano Salce, chi era costui? La parafrasi delle parole che Don Abbondio “ruminava tra sé” a proposito del filosofo greco Carneade (I promessi sposi, Alessandro Manzoni, ottavo  capitolo) credo possa rivelarsi opportuna ad evidenziare come, a trent’ anni dalla  scomparsa, sul poliedrico regista, sceneggiatore ed attore, dall’aria elegantemente distaccata, attivo in ogni settore dello spettacolo, radio e televisione comprese, sia sceso il silenzio, mentre la sua vasta produzione, pur discontinua e a volte modesta nei risultati, meriterebbe di essere presa in considerazione distaccandosi dai pregiudizi espressi all’epoca, dando risalto alla sua grande abilità nella direzione degli attori, ai quali sapeva attribuire il giusto spazio, permettendogli di esprimersi al meglio delle loro possibilità interpretative, senza tralasciare l’innato gusto per la satira sociale, con un sarcasmo dai toni amari e quello sguardo disilluso, ironico ed autoironico, sulla decadenza morale del nostro paese in un arco temporale che va dagli anni…

View original post 1.541 altre parole

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Creato su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: