Operazione Valchiria

Valkyrie – USA 2008 – di Brian Singer – storico/guerra/spionaggio – 121′

Scritto da Alessandro Pascale (fonte immagine: imdb.com)

Storia ispirata a fatti veri: nel 1944 un complotto di alcune delle più alte cariche militari e politiche portano avanti il piano di uccidere Hitler ed eliminare il nazismo grazie a un piano che prende il nome di Operazione Valchiria. Ma nonostante la precisione del piano e la tenacia del colonnello Claus von Stauffenberg qualcosa va storto e il colpo di stato fallisce.

Forse il fatto stesso di avere una trama con il finale già scritto può depoten- ziare la visione di un film che di fatto si presenta come di non facile impat- to per la maggior parte degli utenti “normali”. Già perché non so voi ma quaggiù in molti si sono messi ad arricciare il naso quando si è parlato del- l’ennesimo film-polpettone sul periodo nazista con il chiaro intento peda- gogico di mostrare che non tutti i tedeschi erano seguaci di Hitler e che i buoni sono di qua e i cattivi di là…

Non tutti insomma erano entusiasti di un film che dietro i strombazzamen- ti dei media per un tema sempre attuale (e culturalmente fondamentale) nascondeva un finale già scritto (per la sua stessa pretesa di veridicità sto- rica) e per di più con l’infamante accusa di mettere sul piedistallo un colon- nello impersonato nientepopodimeno che da mister scientology Tom  Cruise, il quale torna a vestire i panni di “eroe storico” dopo il quantome- no discutibile L’ultimo samurai (2003). Lo preferivamo senz’altro nel cameo di Tropic Thunder (2008) dove faccione ciccione e parlantina volgare gli conferivano una simpatia quasi istantanea e naturale. E invece eccolo qua, sguardo fisso e serio, a costruire un personaggino tutto testa sulle spalle dotato di quella tipica moralità kantiana che impone di fare quel che bisogna fare per il bene dell’umanità, eccetera eccetera eccetera.

Onore al vero colonnello von Stauffenberg, sia chiaro. A lui e a tutti gli altri che persero la vita nei vari attentati falliti contro quel miracolato di Hitler.
Ma qui si parla di cinema e pur apprezzando il contenuto didascalico della vicenda dobbiamo cercare di andare oltre, mettendo in rilievo la freddezza della regia di Bryan Singer, che dopo essersi sbizzarrito con il filone Marvel-movie (suoi i primi due X-Men e il Superman Returns che ha riportato in auge con discreti risultati Clark Kent) torna a rivisitare il tema del nazismo a una decade di distanza da L’allievo (1998). E rivisitando la sua filmografia non si può fare a meno di notare quanto sia terribilmente morale (per non dire moralistica) la sua produzione, tutta tesa nello sforzo di indottrinare sempre e comunque verso l’ideale popperiano di una società aperta, contro ogni totalitarismo e ideologia apertamente di destra.

Emerge nettamente questa politicizzazione, per quanto bisogna riconosce- re una certa abilità nel mascherarla dietro il filone fantascientifico dei film “fumettistici”. Se però in questi ultimi si riusciva a mantenere un certo equilibrio tra ritmo, forma e contenuti (tanto da far riscontrare un certo successo anche di critica oltre che di pubblico) Operazione Valchiria svolta decisamente verso un cinema convenzionale che perde quel ritmo tecnico (vero cardine del capolavoro assoluto di Singer: I soliti sospetti, non a caso film non politico ma un narrativo fine a sé stesso) che dava quel principio di autorialità (nonché autorevolezza) al regista. Singer viene così a diventare un regista tra i tanti, realizzando un’opera lineare e moralistica, convenzionale sia per tecnica che per contenuti. Adattissima per le scuole, quindi, ma certo incapace di infiammare i cuori dei cinefili. Torna in mente il discorso fatto per Defiance. Pari pari…

Voto: 5

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Creato su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: