Avatar

MV5BMTYwOTEwNjAzMl5BMl5BanBnXkFtZTcwODc5MTUwMw@@._V1_

Avatar – Stati Uniti 2009 – di James Cameron

Azione/Avventura/Fantasy – 162′

Scritto da Dmitrij Palagi (fonte immagine: imdb.com)

Un ex marine viene coinvolto nel tentativo di sfruttare le grandi risorse minerarie del pianeta Pandora. Avendo perso l’uso delle gambe, il ragazzo partecipa ad un progetto che lo vedrà collegato ad un avatar in tutto simile ai nativi, ostili all’invasione degli umani, che minaccia l’equilibrio di Pandora.

Se non ne parli sei spocchio​so​. Se ne parli male stai cercan​do​ di metter​ti​ in mostra​. Se ne parli bene ti sei fatto amma​lia​re​ dall’in​sop​por​ta​bi​le​ martel​la​mento​ media​ti​co,​ spesso​ di aiuto nel deter​mi​na​re​ l’anda​men​to​ degli incas​si​ al botte​ghi​no,​ al fianco​ delle poli​ti​che​ di distri​bu​zio​ne​ – si parla di 932 copie distri​bui​te,​ in Italia,​ dalla Fox.

Toglia​mo​ci​ lo sfizio,​ tanto su questo​ film si spreca​no​ commen​ti​ ed anali​si​. La doman​da​ conse​guen​te​ è: questo recensore è spocchioso, egocentrico o ammaliato? Nessu​na​ delle tre – lo so, è una rispo​sta​ sconta​ta,​ ma in fondo di un film sconta​to​ che sto scriven​do​. Tanto poi il giudi​zio​ in sé conta poco, avendo​ tutti la possi​bi​li​tà​ di dissen​ti​re​ sprezzan​ti​ grazie​ al famo​so​ luogo comu​ne​ (in parte vero) del critico che è un arti​sta​ falli​to​. Perché​ poi in fondo quando​ si esprime​ un giudi​zio​ si è critici, quindi​ sarem​mo​ tutti arti​sti​ falli​ti​. Un ragio​na​men​to​ utile a compren​de​re​ che occor​re​ evita​re​ gli arche​ti​pi​ con cui spesso​ una perso​na​ entra a vede​re​ la pelli​co​la​ di cui tutti parla​no​ da mesi, che però in Italia​ è arri​vata​ setti​ma​ne​ dopo rispet​to​ a quasi tutti gli altri paesi occi​den​ta​li​ (grazie,​ cinepanettoni!). Dai per scontato​ di sape​re​ già che ti piace​rà​ perché​ hai visto il servi​zio​ di Mollica e ne hai discus​so​ sull’au​to​bus,​ con la signo​ra​ che rimpian​ge​ Via col vento. Spesso​ è così, evitia​mo​ di negar​ce​lo​. Succe​de​ persi​no​ di sentir​si​ raccon​ta​re​ che è un nuovo Guerre Stellari. Io vi avver​to,​ così poi evitia​mo​ drammi​ fami​lia​ri​ e proces​si​ pena​li​. Se mi capi​ta​ di senti​re​ anco​ra​ un’ere​sia​ di tale gene​re​ rice​ve​re​te​ una visi​ta​ perso​na​le​ con conse​guen​te​ defe​ne​stra​zio​ne​. L’accu​ra​ta​ rico​stru​zio​ne​ di un mondo altro, perfet​ta​ in ogni suo detta​glio​ e talmen​te​ studia​ta​ da costi​tui​re​ terre​no​ ferti​le​ per deci​ne​ di video​giochi​ e libri (oltre a fumet​ti,​ carto​ni​ anima​ti,​ sequel, …), non ha niente​ a che vede​re con la trilogia originaria dei Cavalieri Jedi, da cui si sono svilup​pa​te​ anche delle reli​gio​ni​.

La dimen​sio​ne​ antro​po​lo​gi​ca​ di Pandora, così come la proie​zio​ne​ di schemi cultu​ra​li​ umani contem​po​ra​nei​ anco​ra​no​ l’imma​gi​na​zio​ne​ dello spetta​tore​ (alcu​ni​ esempi:​ l’ete​roses​sua​li​tà,​ la mono​ga​mia,​ gli indi​ge​ni​ antro​po​morfi​ che vanno a caval​lo​ e spara​no​ frecce),​ che si ritro​va​ con una liber​tà​ di spazia​re​ pari a quella​ data dai romanzi di avventura, a disca​pi​to​ dell’elemento fantascientifico. Imma​gi​ni​fi​co​ ma non oniri​co,​ impres​sio​nante​ ma non sorpren​den​te​ (neanche​ i macchi​na​ri​ futu​ri​sti​ci​ appa​io​no​ inedi​ti)​.

Il succes​so​ (di pubbli​co​ e criti​ca)​ è comun​que​ compren​si​bi​le​ e andreb​be​ studia​ta​ la capa​ci​tà​ con cui si è realiz​za​to​ alla perfe​zio​ne​ il mecca​ni​smo​ per il quale, ancor prima dell’usci​ta​ nelle sale, diver​se​ perso​ne​ erano già convinte​ di esse​re​ alle prese con una cesura​ nella storia​ dei film, non solo a livello​ tecni​co​ ma anche quali​ta​ti​vo​. Meri​to​ ovvia​men​te​ dell’e​spe​rien​za​ di James Cameron, capa​ce​ di inse​ri​re​ nel tessu​to​ socia​le​ tòpoi come Alien e Teminator. La sfida verso sé stesso,​ ossia supe​ra​re​ gli incas​si​ di Titanic (ad oggi deten​to​re​ del record),​ assu​me​ inte​res​se​ per cerca​re​ di capi​re​ se la fantascienza (qui non piena​men​te​ eviden​zia​ta)​ potrà supe​ra​re​ l’iste​ri​smo scate​na​to​ a suo tempo da Di Caprio. In effet​ti​ in Avatar non ci sono grandi​ trampo​li​ni​ di lancio​ per gli atto​ri,​ pare più un lavo​ro​ cora​le,​ rele​gando​ la classi​ca​ reci​ta​zio​ne​ ad un secon​do​ piano, con i prota​go​ni​sti​ rico​struiti​ arti​fi​cial​men​te​. Il livel​lo​ è comun​que​ buono, soprat​tut​to​ nel caso dei vete​ra​ni,​ pensan​do​ a Sigourney Weaver e, soprat​tut​to,​ a Stephen​ Lang, che confer​ma​ il perio​do​ d’oro di cui fanno parte anche le inter​pre​ta​zioni ne L’uomo che fissa le capre e in Nemico pubblico di Mann. Mi sia qui conces​so​ di cita​re​ Michelle Rodriguez, di cui mi inna​mo​rai​ da picco​lo,​ nell’in​com​pren​sio​ne​ dei compa​gni​ di classe,​ che prefe​ri​va​no​ parla​re di calcio​ (no comment). Il suo fasci​no​ da catti​va​ ragaz​za​ conti​nua​ ad essere​ sotto​va​lu​ta​to,​ senza mai esse​re​ messo alla prova. Per la feli​ci​tà​ del fronte​ maschi​le​ si richie​de​ uno sforzo​ ad Hollywood, vedre​mo​ se il 2010 saprà accon​ten​ta​re​ le aspetta​ti​ve​.

L’incon​tro​ fra razze è porta​to​ in scena senza alcu​na​ ricer​ca​ di origi​na​li​tà​. C’è l’ele​men​to​ western (Piccolo grande uomo e L’uomo chiamato cavallo più degli altri), Apocalypse Now, Pocahontas e Balla con i lupi (come giusta​men​te​ ha fatto nota​re​ anche South Park). La sempli​ci​tà​ e la scarsa​ origi​na​li​tà​ sono funzio​na​li​ alla veico​la​zio​ne​ del messag​gio,​ a creare​ un lega​me​ emoti​vo​ con lo spetta​to​re​. Il proble​ma​ sarà vede​re​ quanto​ si riu-​ scirà​ a trarne​ delle conse​guen​ze​. In fondo il rispet​to​ dell’am​bien​te​ è la nuova sensi​bi​li​tà​ inter​na​zio​na​le​ che unisce​ le coscien​ze​ collet​ti​ve​ occi​den​tali​ per inca​na​la​re​ un presun​to​ impe​gno​ civi​le​ (spesso​ mera​men​te​ dichia​rato)​. Di fatto qui si sfocia​ in qualco​sa​ di più del concet​to​ di natu​ra​ lega​to​ alla cristia​ni​tà​ (con Ratzinger che si pronun​cia​ in termi​ni​ strumen​ta​li)​. Una lunga cita​zio​ne​ dell’Osservatore Romano credo valga più di ogni mia paro​la:​ “il sotte​so​ ecolo​gi​smo​ si impan​ta​na​ in uno spiri​tua​li​smo​ lega​to​ al culto della natura​ che ammic​ca​ non poco a una delle tante mode del tempo. La stessa​ identi​fi​ca​zio​ne​ dei distrut​to​ri​ con gli inva​so​ri​ e degli ambienta​li​sti​ con gli indi​ge​ni​ appa​re​ poi una sempli​fi​ca​zio​ne​ che sminui​sce​ la porta​ta​ del proble​ma​. Il punto è che se uno sta guarda​ndo​ Avatar dovreb​be sape​re​ di non esse​re​ davan​ti​ ad un docu​men​ta​rio​ sulle questio​ni​ ambienta​li​. Sicu​ra​men​te​ il commen​to​ sopra​ci​ta​to​ appa​ri​rà​ ai più sempli​ce​mente​ esage​ra​to,​ però sareb​be​ il caso di compren​de​re​ la poten​zia​li​tà​ di un dibat​ti​to​ che viene sottin​te​so​. La socie​tà​ di Pandora è pale​se​men​te​ paga​na,​ rispec​chia​ con super​fi​cia​li​tà​ concet​ti​ presen​ti​ anche nell’an​ti​ca​ Grecia​. Stesso​ dica​si​ per il ruolo delle donne.

 Sareb​be​ inoltre​ utile un avver​ti​men​to​ in calce, all’i​ni​zio​ o al termi​ne​ del film. L’uti​liz​zo​ di merce​na​ri​ priva​ti​ in zone di guerra,​ ai fini dello sfrutta​mento​ energe​ti​co,​ non ha nulla di fanta​scien​ti​fi​co​.

La cultu​ra​ non si esprime​ solo a livel​li​ alti ma un film di questo​ gene​re​ resta un’avven​tu​ra​ in 3D se non si cerca di appro​fon​di​re​ alcu​ni​ elemen​ti​. Inve​ce​ si reste​rà​ a parla​re​ dell’ot​ti​ma​ foto​gra​fia,​ della buona colon​na​ sono​ra (ha ragio​ne​ Sollazzo quando​ cita Leona Lewis come unica nota stona​ta) e della spazia​li​tà​ che rende il sogno reale. In tal senso l’iden​ti​fi​ca​zio​ne​ dello spetta​to​re​ è perfet​ta,​ anche grazie​ ai “nomi belloc​chia​ni”,​ utili “per mostrar​ci​ anco​ra​ meglio​ buoni e catti​vi”​ (Boris Sollazzo).

Nello schema​ sempli​ci​sti​co​ tra chi ha ragio​ne​ e chi ha torto non esisto​no​ ambi​gui​tà​. Fosse così sempli​ce​ avremmo​ meno proble​mi​ al mondo. Ogni tanto però occor​re​ distrar​si,​ Avatar è uno dei film che ci riesce​ meglio​.

Un film di genere, capa​ce​ di rispet​ta​re​ le aspetta​ti​ve,​ appo​si​ta​men​te​ create.

[Sì, deve esse​re​ visto in 3D, rispo​sta​ alla doman​da​ che molti si pongo​no​. Speran​za​ di rispar​mia​re​ il sovrap​prez​zo​ disatt​esa]​

Voto: 7

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Creato su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: