Hitchcock

MV5BODAwNDI5NjIwN15BMl5BanBnXkFtZTcwNjc4ODc2OA@@._V1_SY1000_SX675_AL_

Hitchcock – Stati Uniti/Regno Unito 2012 – di Sacha Gervasi

Biografico/Commedia/Drammatico – 98′

Scritto da Alice Grisa (fonte immagine: imdb.com)

La genesi, la produzione e la distribuzione di Psycho nel 1959 dal punto di vista del rapporto tra Hitchcock e la moglie Alma.

C’è solo una paro​la​ per Hitchcock, ed è genio. Il suo cine​ma​ è un’ico​no​clastia​ mainstream,​ frammen​ta​ la struttu​ra​ narra​ti​va​ classi​ca​ ma è acces​si​bile​ a tutti. Le fobie di Marnie, l’osses​sio​ne​ “kimno​va​kia​na”​ di James Stewart, la bara/cassa​pan​ca​ di Nodo alla gola, il fina​le​ di Intrigo internazionale sul monte Rushmo​re​ sono quei film che si colle​zio​na​no​ nella vetri​net​ta​ dei blu ray ma che allo stesso​ tempo si guarda​no​ ogni volta che passa​no​ in tele​vi​sio​ne​.

Se Hitch​cock​ per tutti i nati dopo la sua morte è una specie​ di figu​ra​ mito​logi​ca​ del cine​ma​ (se non, per molti, il cine​ma​ stesso),​ il biopic di Sasha Gervasi può sembra​re​ disso​nan​te​ nel coniu​ga​re​ epici​tà​ e reali​smo​ (con una netta propen​sio​ne​ per il secon​do)​. Hitch​cock​ è, per la prima volta, conte​stua​liz​za​to​ e cala​to​ in una vita banal​men​te​ norma​le,tra​ rose da pota​re, cole​ste​ro​lo,​ alcool,​ siga​ri,​ macchi​ne,​ un bagno nella vasca bollen​te,​ un bagno in pisci​na,​ i carto​ni​ anima​ti​ che si vedo​no​ in tele​vi​sio​ne​ duran​te​ l’influenza​ (Addi​rit​tu​ra!​ Non può esse​re​ così norma​le!)​. Si parte con i toni della comme​dia​ per poi arri​vare​ al dramma​ e alle allu​ci​na​zio​ni​ ipertro​fi​che​ (i lati oscuri​ di Hitch​cock,​ come gli istinti​ violen​ti​ che si esprimo​no​ nelle visio​ni​ dello psico​pa​ti​co​ Ed Gein, che ispirò​ la figu​ra​ di Norman​ Bates), il tutto in un arco di tempo che segue la gene​si,​ la stesu​ra,​ i proble​mi​ di finanzia​men​to,​ le ripre​se,​ il montag​gio​ e la distri​bu​zio​ne​ di Psycho; il percorso​ porta a consi​de​ra​re​ che sovver​ti​re​ le rego​le​ dell’or​ro​re​ (come ucci​de​re la prota​go​ni​sta​ dopo 30min) soddi​sfa​ la sete di violen​za​ e morbo​si​tà​ del regi​sta​ come dello spetta​to​re​. L’impres​sio​ne​ gene​ra​le​ è che se in un biografico conta soprat​tut​to​ la scelta​ di come raccon​ta​re,​ qui la chiave​ di lettura​ svisce​ra​ l’uma​ni​tà​ del grande​ regi​sta,​ ma solo e univo​ca​men​te​ dal punto di vista del rappor​to​ con la moglie​ Alma.

“Ero il suo capo, poi mi ha chiesto​ di uscire”​ raccon​ta​ lei, e deno​ta​ molto chiara​men​te​ il tipo di rappor​to,​ che parte da una profon​da​ stima intel​let​tuale​-arti​sti​ca​ per poi decli​nar​si​ nei più tradi​zio​na​li​ attac​ca​men​to,​ compli​cità,​ affet​to​ e gelo​sia​. Secon​do​ il raccon​to​ di Gervasi (tratto​ dal libro Come Hitchcock ha realizzato Psyco di Stephen Rebello) Alma non si limita​ a dare sugge​ri​men​ti​ al mari​to,​ ma inter​vie​ne​ nel proces​so​ filmi​co​ dal momen​to​ del conce​pi​men​to​ dell’i​dea​ a (soprat​tut​to)​ quello​ del montag​gio,​ che ha il meri​to​ di rivo​lu​zio​na​re​ una previsio​ne​ poco gradi​ta​ dalla Para​mount. Nel frattem​po​ la coppia​ è in tensio​ne​ per la gelo​sia​ (di lui per un amico medio​cre​ sceneg​gia​to​re,​ di lei per tutte le attri​ci​ bionde​ e inge​nua​mente​ provo​can​ti​ che il mari​to​ diri​ge​ nelle sue pelli​co​le),​ ma il tutto si risolve​ con la soli​ta​ chiosa​ “dietro​ un grande​ uomo…” che risul​ta​ davve​ro​ troppo​ ridut​ti​va​ per inter​pre​ta​re​ un maestro​ come Alfred​ Hitch​cock​.

Alcu​ni​ accen​ni​ a un discor​so​ di voyeuri​smo​ lega​to​ alla figu​ra​ del prota​go​ni​sta (che ama spiare​ dalle serra​tu​re,​ come da ango​la​zio​ni​ parti​co​la​ri)​ potrebbe​ro​ tradur​re​ una tesi sul suo cine​ma:​ guarda​re,​ osser​va​re​ senza esse​re​ visti, un elemen​to​ ricor​ren​te​ da La finestra sul cortile a La donna che visse due volte e, natu​ral​men​te,​ Psycho: forse morbo​so,​ ma alla fine è la stessa​ cosa che fa uno spetta​to​re​ quando​ va al cine​ma,​ o quando​ guarda​ un reali​ty​. Purtrop​po​ però si tratta​ solo di cenni, e la maggior​ parte del docu​menta​rio​ si orienta​ sulle liti e riappa​ci​fi​ca​zio​ni​ tra Alfred​ e Alma, sicu​ra​mente​ godi​bi​li​ ma non esaurien​ti​. La foto​gra​fia​ è troppo​ pati​na​ta​ (ok che è la Holly​wood​ sfavil​lan​te​ degli anni ’60, ma sembra​ un para​di​so​ arti​fi​cia​le),​ mentre​ gli atto​ri,​ nono​stan​te​ sembri​no​ quasi ostaco​la​ti​ da una scrittu​ra​ troppo​ rigi​da,​ sono note​vo​li:​ Hopkins è gene​ral​men​te​ somi​glian​te​ ed Helen Mirren, Scarlett Johansson e Jessica Biel sono un vali​dis​si​mo contral​ta​re​.

Voto: 6

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Creato su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: