Wolfman

WLF_Tsr1Sheet_352_10 (Page 1)

The Wolfman – Stati Uniti 2010 – di Joe Johnston

Drammatico/Fantasy/Horror – 103′

Scritto da Dmitrij Palagi  (fonte immagine: imdb.com

Benicio Del Toro interpreta Lawrence Talbot, un nobile tormentato, che in seguito alla scomparsa di suo fratello, fa ritorno nella proprie di famiglia, da dove mancava da lungo tempo. Là Talbot ritrova suo padre (Anthony Hopkins) e nel corso delle sue indagini per ritrovare il fratello, scopri che un essere dalla forza bruta e assetato di sangue sta mietendo vittime fra gli abitanti di Blackmoor e che un sospettoso ispettore di Scotland Yard di nome Aberline (Hugo Weaving) è giunto sul luogo per indagare.

Auste​ro​ e compat​to​. Rapi​do​ nelle azioni​ e rifles​si​vo​ nell’es​sen​za​.

Un film che facil​men​te​ non piace​rà,​ nono​stan​te​ le vesti da blockbuster. Il risul​ta​to​ è proba​bil​men​te​ frutto​ di un proces​so​ trava​glia​to,​ con cambio​ di regia e riscrit​tu​ra​ della sceneg​gia​tu​ra​ a pochi giorni​ dalle ripre​se​. Di sicu​ro​ non è un giocat​to​lo​ ad uso e consu​mo​ della coppia​ Del ToroHopkins, nomi illu​stri​ che ricor​da​no​ l’inter​pre​ta​zio​ne​ di Nicholson in Wolf, la belva è fuori, senza quindi​ parti​co​la​ri​ risul​ta​ti​ rispet​to​ a quanto​ ci hanno abitua​to​.

Il volto cine​ma​to​gra​fi​co​ del Che si presta​ a un rema​ke​ della sceneg​gia​tu​ra​ di Curt Siodmak (L’uomo lupo, 1941). L’omag​gio​ al mini​ma​li​smo​ statuni​ten​se​ degli anni ’30-’40, con le influen​ze​ di Tim Burton e un tocco shake​spea​ria​no​ che ricor​da​ il debi​to​ della trage​dia​ con il mondo greco. La visce​ra​li​tà,​ il sangue,​ oppo​sti​ alla deca​den​za​ della mate​ria​. La bellez​za​ come elemen​to​ primor​dia​le,​ il labi​le​ confi​ne​ tra l’uomo​ e la bestia​. Con una caden​za​ rego​la​re,​ scandi​ta​ dal reali​smo​ e dalla schiettez​za,​ si intrec​cia​no​ al tema classi​co​ della lican​tro​pia​ quello​ della malat​tia,​ del tratta​men​to​ riser​vato​ ai diver​si​ (mani​co​mio),​ del razzi​smo​ (verso gli zinga​ri),​ dei senti​men​ti​ morbo​si​. L’ambi​va​len​za​ dell’es​se​re​ umano, la super​fi​cia​li​tà​ della civil​tà​. Non c’è grande​ atten​zio​ne​ all’horror, più che altro sembra​ che si voglia​ rende​re​ omaggio​ al roman​zo​ nero otto​cen​te​sco,​ denun​cian​do​ l’ipo​cri​sia​ puri​ta​na​ e lascian​do​ le mode di Twilight ad altri regi​sti​.

Nono​stan​te​ sia stata rivi​sta,​ alla sceneg​gia​tu​ra​ di Andrew Kevin Walker (Seven, Il Mistero di Sleepy Hollow) vanno i meri​ti​ maggio​ri,​ mentre​ sul fronte​ della reci​ta​zio​ne​ il primo posto va a Hugo Weaving, fino ad oggi sostan​zial​men​te​ sotto​va​lu​ta​to​.

Come da tradi​zio​ne​ Universal si punta molto all’”imma​gi​ne​ iconi​ca​ del trucco”​ (Benicio Del Toro), affi​da​to​ al leggen​da​rio​ Rick Baker (delu​dente),​ accom​pa​gna​to​ dall’al​tret​tan​to​ stori​ca​ costu​mi​sta​ Milena Canonero (fra gli altri film, Barry Lindon e Arancia Meccanica). La colon​na sono​ra​ non splende​ (Danny Elfman aveva già avuto modo di cimen​tarsi​ ne Il mistero di Sleepy Hollow), mentre​ funzio​na​no​ i sugge​sti​vi​ esterni​ del Derbyshire.

Joe Johnston è un regi​sta​ dell’e​po​ca​ passa​ta​ (Jumanji e il meno noto ma dolce Pagemaster), fosse nato qualche​ anno prima avrebbe​ proba​bil​mente​ otte​nu​to​ maggio​ri​ succes​si​.

Del Toro ha volu​to​ produr​re​ una pelli​co​la​ diffi​ci​le,​ inca​pa​ce​ di entu​sia​smare​ pubbli​co​ e criti​ca,​ delu​den​te​ per chi lo vorreb​be​ solo in film impe​gnati​.

Nono​stan​te​ l’assen​za​ di origi​na​li​tà​, il gusto otto​cen​te​sco​, il film riesce​ a costruire​ un’aurea​ di fasci​no​ non disprez​za​bi​le,​ anche se più macchi​no​sa​ (e meno riusci​ta)​ rispet​to​ allo Sherlock Holmes di Guy Ritchie (2009).

Una pelli​co​la​ poten​zial​men​te​ capa​ce​ di far rina​sce​re​ un gene​re​ e ripor​ta​re​ alle glorie​ la lican​tro​pia​ (oggi su acque di nicchia),​ si ridu​ce​ a prodot​to​ per gli appas​sio​na​ti​ e gli amanti​ del goti​co​ (o degli atto​ri​ in campo).

Un lupo non parti​co​lar​men​te​ fero​ce​ ma dall’in​di​scu​ti​bi​le​ fasci​no​.

Voto: 6

Una risposta a "Wolfman"

Add yours

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Creato su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: