Pauline alla spiaggia

MV5BM2Q4OWI1MzAtNzhkMC00ZjQwLTkyODEtZTFiNDliNjhiMzJmXkEyXkFqcGdeQXVyMjQzMzQzODY@._V1_SY1000_CR0,0,751,1000_AL_

Pauline à la plage – Francia 1983 – di Eric Rohmer

Commedia/Drammatico/Romantico – 95′

Scritto da Francesco Carabelli (fonte immagine: imdb.com)

La quindicenne Pauline si trova a passare gli ultimi giorni di ferie assieme alla cugina trentenne Marion in Normandia. Sarà l’iniziazione al mondo degli adulti, all’amore agli intrighi e alle bugie che questo comporta…

Un film deli​ca​to​ questo​ del regi​sta​ france​se,​ nel quale si vede il tocco del maestro​ della foto​gra​fia​ spagno​lo​ Nestor Almendros. È la storia​ dell’en​tra​ta nel mondo degli adulti​ della quindi​cen​ne​ Pauline che trascor​re​ gli ulti​mi​ giorni​ d’esta​te​ in Norman​dia​ assie​me​ alla cugi​na​ Marion. Per Pauline è l’occa​sio​ne​ per cono​sce​re​ il mondo, l’amo​re​ e confron​tar​si​ con perso​ne​ più esperte​ di lei.

L’incon​tro​ con Pierre, ex-fidan​za​to​ di Marion e con i suoi amici la farà parteci​pe​ degli intri​ghi,​ degli amori e delle delu​sio​ni​ di quel mondo, in cui la veri​tà​ può esser sotta​ciu​ta​ o mani​po​la​ta​ per i fini più diver​si​. Rohmer non manca di ricon​dur​re​ le vicen​de​ a rife​rimen​ti​ filo​so​fi​co​-lette​ra​ri,​ come il Chrétien de Troyes cita​to​ in apertu​ra,​ ma non vi è alcuno​ scopo mora​le​ come in altre opere del regi​sta​ france​se​. L’atmo​sfe​ra​ è più legge​ra​ rispet​to​ ai racconti morali e vi è un clima più di commedia anche se non manca mai uno spesso​re​ cultu​ra​le​ alle opere propo​ste,​ che si river​sa​ imman​ca​bil​mente​ nei dialoghi.

Dialo​ghi​ che non sono una compo​nen​te​ secon​da​ria​ come in altri auto​ri,​ bensì sono l’ele​men​to​ portan​te​ della struttu​ra​ narra​ti​va​ delle pelli​co​le​ di Rohmer, sin dalle prime opere. Diffi​ci​le​ imma​gi​na​re​ un’ope​ra​ del regi​sta​ transal​pi​no​ che non lasci ampio spazio​ al dialo​go,​ al confron​to​ tra i perso​naggi​ soprat​tut​to​ su temi che riguar​da​no​ l’uomo e i rapporti tra uomini, siano essi d’amo​re​ o di odio. La naturalezza che traspa​re​ dalla inter​pre​ta​zione​ degli atto​ri​ è poi un’altra​ carat​te​ri​sti​ca​ pregnan​te​ dell’o​pe​ra​ di Rohmer, dove improv​vi​sa​zio​ne​ e preme​di​ta​zio​ne​ si fondo​no​ in un unicum​ che carat​te​riz​za​ profon​da​men​te​ il cine​ma​ del maestro​ della Nouvelle Vague.

Pauline alla spiaggia ci sorpren​de​ poi per la corporei dei prota​go​ni​sti​ che viene messa in primo piano, lascian​do​ spazio​ al nudo, alla pelle andan​do oltre la natu​ra​le​ riser​va​tez​za​ che traspa​re​ dalla opere di Rohmer (ecce​zione​ potreb​be​ro​ esse​re​ altre opere dello stesso​ regi​sta​ in cui il corpo risul​ta parte essen​zia​le,​ ma più come fonte di rifles​sio​ne​ mora​le,​ penso qui soprattut​to​ a Il ginocchio di Claire o a La Collezionista).

L’adolescenza è l’amore sono temi cari a Rohmer che ne permea​no​ l’ope​ra, ricca di medita​zio​ni​ sulla ricer​ca​ della perso​na​ amata, molto spesso​ idealiz​za​ta:​ realtà e ideale si scontra​no​ e danno vita a situa​zio​ni​ di soffe​renza​ che solo alcu​ne​ volte trova​no​ una soluzio​ne​ posi​ti​va​. L’innamoramento e le sue dina​mi​che​ sembrano​ inte​res​sa​re​ maggior​men​te​ l’auto​re​ francese​ rispet​to​ all’a​mo​re​ vissu​to​ giorno​ per giorno​. Gene​ra​liz​za​zio​ni​ forse, ma che ci dico​no​ di una costan​za,​ di alcu​ni​ temi cari all’an​ti​co​ redat​to​re​ dei Cahiers​ du cine​ma,​ frutto​ di una forma​zio​ne​ filo​so​fi​co​-lette​ra​ria​ che ha lasciato​ segni profon​di​, e di una passio​ne​ per la lette​ra​tu​ra​ che traspa​re​ in ogni momen​to​.

Uno stile asciutto, essenziale, cine​ma​to​gra​fi​ca​men​te​ parlan​do​, carat​te​riz​za​ i movi​men​ti​ di macchi​na​ e la costru​zio​ne​ dell’in​trec​cio,​ senza lascia​re​ spazio ad ipote​si​ o a dubbi e incer​tez​ze​. Colo​ri​ tenui, ispira​zio​ni​ figu​ra​ti​ve​ da Matisse, inquadrature statiche che tendono​ a costrui​re​ l’ope​ra​ come una successione di quadri dai quali emerge​ un equilibrio​ e una dovi​zia​ di parti​cola​ri,​ quadri​ in cui coesi​sto​no​ i perso​nag​gi​ che molto spesso​ appa​io​no​ nella stessa​ inqua​dra​tu​ra​ mentre​ svolgo​no​ le loro diver​se​ funzio​ni​.

Un’ope​ra grade​vo​le,​ mai sopra le righe, che accom​pa​gna​ lo spetta​to​re​ per novan​ta​ minuti​ lascian​do​gli​ il gusto per l’intrec​cio​ e per la deli​nea​zio​ne​ psico​lo​gi​ca​ dei perso​naggi,​ diver​sa​men​te​ carat​te​riz​za​ti​ e talo​ra​ compar​te​ci​pi​ dello sguardo​ distac​ca​to​ ed esterno​ dello spetta​to​re​.

Voto: 7

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Creato su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: