Oslo, 31 Agosto

MV5BMDA0MmI0Y2YtZDAzOS00NTFlLWE2OWEtMjQ5NjIzZWZkMTY5XkEyXkFqcGdeQXVyMzAxNjg3MjQ@._V1_

Oslo, 31. august –  Norvegia/Danimarca/Svezia 2011 – di Joachim Trier

Drammatico – 95′

Scritto da Francesco Carabelli (fonte immagine: imdb.com)

Due giorni nella vita di Anders, giornalista ex-tossicomane. Il ritorno alla realtà della città natale, il tentativo di ripartire da zero. La lotta per la vita…

Un film osanna​to​ dalla criti​ca,​ soprat​tut​to​ quella​ france​se,​ Oslo, 31 agosto vuole esse​re​ un’attua​liz​za​zio​ne​ del roman​zo​ “Le feu Follet”​ ( del compianto​ scritto​re​ france​se​ Pierre​ Drieu La Rochel​le)​. Mentre​ nel roman​zo​ dello scritto​re​ france​se​ e nel film degli anni ’60 di Louis Malle la vicen​da​ si svolge​ a Pari​gi,​ nel film di Joachim Trier è sposta​ta​ ad Oslo ai giorni​ nostri​.

Prota​go​ni​sta​ è un giova​ne​ giorna​li​sta,​ che dopo sei anni di ecces​si​ con le droghe​ (eroina,​ cocai​na,​ alcool,​ ecsta​sy)​ vive in una clini​ca​ per disin​tos​si​carsi,​ a contat​to​ con altre perso​ne​ che vivo​no​ questo​ diffi​ci​le​ passag​gio​.

Il prota​go​ni​sta​ nel roman​zo​ di Drieu La Rochel​le​ è alter ego dello scritto​re​ combat​tu​to​ da una lotta inter​na​ contro​ la depres​sio​ne​ che negli anni preceden​ti​ e nel corso della Seconda​ Guerra​ Mondia​le​ lo colpì; depres​sio​ne​ dovu​ta​ alla messa in discus​sio​ne​ della vali​di​tà​ delle proprie​ idee poli​ti​che​.

Nel film del regi​sta​ dane​se​ il prota​go​ni​sta,​ Anders,​ provie​ne​ da una buona fami​glia​ e ha una buona posi​zio​ne​ socia​le,​ ma fati​ca​ a trova​re​ un posto nel mondo, nono​stan​te​ l’amore​ degli amici, dei fami​lia​ri,​ dalla fidan​za​ta​ (che non compa​re​ nel film, ma di cui venia​mo​ a cono​scen​za​ grazie​ ai dialo​ghi​ di Anders​ con gli amici). Una storia​ con la fidanza​ta​ segna​ta​ da un amore profon​do,​ ma rovi​na​ta​ dagli ecces​si​ delle droghe​.

Il film si apre su un tenta​ti​vo​ di suici​dio​ di Anders,​ che tenta di affo​gar​si​ in un lago, il giorno​ prima di ritor​na​re​ ad Oslo, città da cui si era allon​ta​na​to​ l’anno​ prece​den​te​ per tenta​re​ la disin​tos​si​ca​zio​ne​. Questo​ tenta​ti​vo​ di suicidio​ va a vuoto: Anders​ è inca​pa​ce​ di toglier​si​ la vita, ma anco​ra​ deve confrontar​si​ con il ritor​no​ alla sua città, deve metter​si​alla prova, per capi​re​ se riusci​rà​ ad avere un futu​ro,​ nono​stan​te​ i suoi trascor​si​. A tenerlo​ in vita è la possi​bi​li​tà​ di un riscat​to​.

Ritor​nan​do​ nella sua città nata​le​ trove​rà​ il tempo di riallac​cia​re​ i rappor​ti​ con gli amici più cari, tente​rà​ di rive​de​re​ la sorel​la,​ ma questa​ si neghe​rà​ mandan​do​ ad incon​trar​lo​ la sua convi​ven​te​. Si mette​rà​ alla prova in un collo​quio​ di lavo​ro​ per una rivi​sta​ di cultu​ra​ e lette​ra​tu​ra,​ ma non avrà l’umiltà​ di ripar​ti​re​ da zero e di ammet​te​re​ i propri​ erro​ri,​ perden​do​ quindi​ questa​ oppor​tu​ni​tà​ di lavo​ro​.

Mentre​ il film di Malle insi​ste​va​ poeti​ca​men​te​ sulle diffi​col​tà​ del prota​go​nista​ (imper​so​na​to​ da un memo​ra​bi​le​ Mauri​ce​ Ronet) a vive​re​ una vita nel pieno delle sue possi​bi​li​tà,​ sotto​li​nean​do​ musi​cal​men​te​ il disa​gio​ psichi​co​ e l’inca​pa​ci​tà,​ quasi l’inet​ti​tu​di​ne​ del prota​go​ni​sta,​ che pur spera di trova​re​ una solu​zio​ne​ ai suoi proble​mi,​ Joachim​ Trier privi​le​gia​ la fisi​ci​tà​ della recita​zio​ne​ e l’uso di una foto​gra​fia​ parti​co​la​re,​ fatta di picco​li​avvi​ci​na​men​ti​ (parti​co​la​re​ l’uso dello zoom). Di fronte​ alla voce della coscien​za​ di Mauri​-​ ce Ronet, Trier contrap​po​ne​ lo sguardo​ rasse​gna​to​ di Anders​ Daniel​sen​ Lie.

Il regi​sta​ norve​ge​se​ utiliz​za​ la luce fioca di Oslo alla fine dell’e​sta​te​ (gli eventi​ hanno luogo tra il 30 e il 31 agosto,​ da cui il tito​lo​ del film) per sotto​li​neare​ la dramma​ti​ci​tà​ di ciò che sta succe​den​do,​ ma inse​ri​sce​ anche momenti​ più posi​ti​vi,​ come la intro in cui utiliz​za​ imma​gi​ni​ di reper​to​rio​ da altri film ambien​ta​ti​ ad Oslo negli anni ‘60, ‘70, stabilen​do​ un riman​do​ meta-filmi​co​ alla storia​ del cine​ma​.

Anders,​ cerca di aggrap​par​si​ agli amici e sembra​ aver anche trova​to​ una nuova ragaz​za​ che possa aprire​ ad un futu​ro​ diver​so,​ ma è signi​fi​ca​ti​vo​ che, mentre​ è con lei, pensi alla droga. Il regi​sta​ compie​ un montag​gio​ alter​na​to​ costruen​do​ un flash- forward​ che mette in luce quale sarà il fina​le​ del film.

Come nel film di Louis Malle, la chiusu​ra​ è un ritor​no​ del prota​go​ni​sta​ in un luogo sicu​ro​ e ricco di storia​ perso​na​le:​ nel film di Malle la stanza​ priva​ta nella clini​ca,​ in quello​ di Trier, la casa pater​na​. Un luogo appar​ta​to​ dove il prota​go​ni​sta​ ha modo di torna​re​ a sé stesso,​ di isolar​si​ da un mondo che non lo vuole, per il quale egli si ritie​ne​ inadat​to,​ incapa​ce​ di fronteg​giar​ne​ le diffi​col​tà​ senza rica​de​re​ nel vizio.

Di fronte​ alla feli​ci​tà​ degli amici più cari, che vede realiz​za​ti​ o comun​que​ capa​ci​ di costruir​si​ un futu​ro​ rela​zio​na​le​ nono​stan​te​ le diffi​col​tà​ della vita, il prota​go​ni​sta​ del film, non riesce​ a trova​re​ nello sguardo​ degli altri una promes​sa​ per la sua realiz​za​zio​ne​. La sua debo​lez​za​ lo porta ad abban​do​narsi​ anco​ra​ una volta alla droga. Un nuovo tenta​ti​vo​ di suici​dio​ per overdose,​ che proba​bil​men​te​ (il fina​le​ non è esplici​to)​ porte​rà​ alla morte di Anders.

Le ulti​me​ scene che foto​gra​fi​ca​men​te​ ci danno delle istanta​nee​ dei luoghi​ , che abbia​mo​ visto compa​ri​re​ nel film e in cui Anders​ si è confron​ta​to​ con i suoi amici e cono​scen​ti,​ ci richia​ma​no​ alla memo​ria​ un film di ben diver​so​ teno​re,​ ma allo stesso​ modo affa​sci​nan​te:​ Prima dell’alba di Richard Linklater. In quel caso l’amo​re​ vinse e matu​rò​ nono​stan​te​ le diffi​col​tà​ del vive​re​.

Forse una speran​za,​ un fina​le​ aperto:​ la vita conti​nua,​ i luoghi​ in cui abbia​mo vissu​to​ conti​nua​no​ a vive​re​ e con loro le perso​ne​ che abbia​mo​ amato, nella speran​za​ un giorno​ di poter​ci ​ricon​giun​ge​re​ in essi con loro.

Da segna​la​re​ la straordi​na​ria​ inter​pre​ta​zio​ne​ dell’at​to​re​ prota​go​ni​sta​ Anders Daniel​sen​ Lie

L’atto​re​ grazie​ a questa​ eccel​len​te​ prova ha rice​vu​to​ molte propo​ste​ all’e​stero,​ in parti​co​la​re​ segna​lia​mo​ la sua prova nel recen​te​ film france​se​ Ce sentiment de l’été di Mikhaël Hers

Voto: 8

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Creato su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: