Eastern Plays

MV5BMTczNzA4OTg4M15BMl5BanBnXkFtZTcwMTAyNDc4Mg@@._V1_SX681_CR0,0,681,999_AL_

Iztochni piesi – Bulgaria/Svezia 2009 – di Kamen Kalev

Drammatico – 83′

Scritto da Francesco Carabelli (fonte immagine: imdb.com)

Due fratelli​ nella Sofia di oggi, due vite allo sbando alla ricerca di un cambiamento radicale, di una speranza che possa rendere la vita degna di essere vissuta. Un fatto di sangue segne queste esistenze dando ad entrambi motivo di cambiamento.

Passa​to​ alla Quinzaine des Réalisateurs di Cannes​ nel 2009, il film opera del bulga​ro​ Kamen Kalev è stato gira​to​ auto​fi​nan​zian​do​si​ ed è stato completa​to​ grazie​ al soste​gno​ di una casa di produ​zio​ne​ svede​se​. Il regi​sta​ bulgaro​ narra attra​ver​so​ questo​ film, di cui firma anche la sceneg​gia​tu​ra,​ la storia​ di due fratel​li,​ Christo (Itso) e Georgi, nella Sofia contem​po​ra​nea​.

Il primo, arti​sta,​ ex droga​to​ e sotto​po​sto​ ad una cura di meta​do​ne,​ vive lavoran​do​ come verni​cia​to​re​ in una fale​gna​me​ria​ dei sobbor​ghi​ di Sofia. Condu​ce​ un’esi​sten​za​ in cui un posto di rilie​vo​ hanno il fumo e l’alcool,​ “nuove droghe”​ che soppe​ri​sco​no​ alle droghe​ di cui era prece​den​te​men​te​ dipen​den​te​. Il più picco​lo,​ Georgi, vive inve​ce​ con il padre e la matri​gna​ in un quartie​re​ popo​la​re​ della peri​fe​ria​ degra​da​ta​ della capi​ta​le​ bulga​ra​. Fre-​ quenta​ anco​ra​ le scuole​ supe​rio​ri,​ ma passa la maggior​ parte del tempo davanti​ al compu​ter​ o andan​do​ a zonzo con un gruppo​ neona​zi​sta​. Sarà una delle azioni​ di questo​ gruppo​ a far rincon​tra​re​ i fratel​li,​ che si erano persi di vista. Tornan​do​ da una sera​ta​ al risto​ran​te​ Itso si imbat​te​ nel gruppo​ che ha appe​na​ picchia​to​ selvag​gia​men​te​ una fami​glia​ di turi​sti​ turchi​ e, tentan​do​ di prende​re​ le dife​se​ di questi​ ulti​mi,​ si ritro​va​ coinvol​to​ nella rissa. I due fratel​li​ hanno così un incon​tro​-scontro​ a cui segui​rà​ il giorno​ succes​si​vo​ una visi​ta​ di Itso alla casa pater​na​ ed il riavvi​ci​na​men​to​ ed il conse​guen​te​ chiari​men​to​ tra i fratel​li​. La sera​ta​ segne​rà​ la vita di Itso anche per altri moti​vi,​ dato che inizie​rà​ a frequen​ta​re​ la fami​glia​ di turi​sti​ turchi​ e si inna​mo​re​rà​ della figlia,​ Isil, inizian​do​ una rela​zio​ne​ che alla fine lo porte​rà​ ad intra​pren​de​re​ un viaggio​ ad Instan​bul​.

Kalev si affi​da​ alla reci​ta​zio​ne​ di molti atto​ri​ profes​sio​ni​sti,​ tra i quali la bella turca dagli occhi azzur​ri​ Saadet Aksoy, recen​te​men​te​ compar​sa​ in Venuto al mondo di Sergio Castellitto, ma fa imper​so​na​re​ il prota​go​nista​ Itso ad un non profes​sio​ni​sta​, Christo Christov, suo amico, la cui vita ha effet​ti​va​men​te​ molti punti in comu​ne​ con quella​ del perso​nag​gio​ che inter​pre​ta​. Il film è dedi​ca​to​ alla memo​ria​ di Christov, essen​do​ questi​ morto duran​te​ le ripre​se​ e ciò ha compor​ta​to​ anche la riscrit​tu​ra​ del fina​le​ del film.

Analiz​zan​do​ il film ci accor​gia​mo​ come il regi​sta​ insi​sta​ molto sull’u​so​ di inser​ti​ video, prenden​do​ servi​zi​ tele​vi​si​vi​ o imma​gi​ni​ da ripre​se​ da cellu​la​ri. Un’altra​ carat​te​ri​sti​ca​ del film è l’uso di ripre​se​ in movi​men​to​ che accompa​gna​no​ gli sposta​men​ti​di Itso. Le strade​ nottur​ne​ in parti​co​la​re​ sono ambien​te​ privi​le​gia​to​ delle ripre​se​ del regi​sta​ bulga​ro,​ che è abile nel costruire​ degli inter​mez​zi​ nel flusso​ della storia,​ rega​lan​do​ci​ scorci​ della Sofia contem​po​ra​nea​ che ci permet​to​no​ di compren​de​re​ meglio​ l’ambien​ta​zio​ne​ in cui gli eventi​ acca​do​no:​ una città in cui il degra​do​ dei quartie​ri​ popo​la​ri​ contra​sta​ con il lusso dei quartie​ri​ più ricchi​. Il commen​to​ extra​die​ge​ti​co​ è molto inte​res​san​te,​ alter​nan​do​ musi​ca​ rock contem​po​ra​nea​ a pezzi di musica​ classi​ca​ (in primis​ Bach) oltre a musi​che​ compo​ste​ appo​si​ta​men​te​ dal compo​si​to​re​ Jean-Paul Wall. Vi è spazio​ nel corso della narra​zio​ne​ anche per la rifles​sio​ne​ reli​gio​sa,​ nel momen​to​ in cui Itso cerca di mani​fe​-​ stare​ il proprio​ males​se​re​ inte​rio​re​ ad uno psichia​tra​ e questi​ cerca di infonde​re​ speranza​ ad un uomo che è ormai giunto​ a consi​de​rar​si​ senza futu​ro, in un momen​to​ della sua vita in cui “vorrebbe essere cristallo”, ma si trova inve​ce​ debo​le,​ invi​schia​to​ nella dipen​den​za​ da sostan​ze​ chimi​che​ per soprav​vi​ve​re​.

Il film è il primo lungo​me​trag​gio​ del regi​sta​ (che ha compiu​to​ i suoi studi alla presti​gio​sa​ Femis di Pari​gi)​ ed è stato ricom​pen​sa​to​ con diver​si​ premi inter​na​zio​na​li​. Possia​mo​ notare​ la forte inten​si​tà​ delle ripre​se​ e sicu​ra​men​te una soli​di​tà​ tecni​ca​ anche se forse manca quel di più di origi​na​li​tà​ che avrebbe​ reso il film ancor più degno di menzio​ne​.

Voto: 7

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Creato su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: