The Party

MV5BMTYwMTU5MzY4NF5BMl5BanBnXkFtZTgwNTY2NTkxNDM@._V1_SY1000_CR0,0,674,1000_AL_

The Party – Regno Unito 2017 – di Sally Potter

Commedia/Drammatico – 71′

Scritto da Francesco Ruzzier (fonte immagine: imdb.com)

Janet, esponente di spicco del partito Laburista britannico, decide di festeggiare la nomina a ministro assieme al marito e a qualche amico intimo. Durante il rinfresco una serie di rivelazioni personali​ da parte dei vari invitati​ trasforme la festa in una vera e propria tragedia.

The Party è un film che ha un ritmo vera​men​te​ pazze​sco,​ degli atto​ri​ straordi​na​ri,​ una sceneg​gia​tu​ra​ di ferro, una bellis​si​ma​ foto​gra​fia​ in bianco​ e nero e una regia che riesce​ a valo​riz​za​re​ tutti questi​ elemen​ti;​ è diver​ten​te, irri​ve​ren​te​ e non anno​ia​ mai. Tutto sembra​ funzio​na​re​ con la preci​sio​ne​ di un orolo​gio​ svizze​ro,​ eppu​re,​ il film di Sally Potter, arri​va​ ai tito​li​di coda che quasi te lo sei già dimen​ti​ca​to​.

Janet, esponen​te​ di spicco​ del parti​to​ Labu​ri​sta​ britan​ni​co,​ deci​de​ di festeggia​re​ la nomi​na​ a mini​stro​ assie​me​ al mari​to​ e a qualche​ amico inti​mo​. Duran​te​ il rinfre​sco​ una serie di rive​la​zio​ni​ perso​na​li​da parte dei vari invi​tati​ trasfor​me​rà​ la festa in una vera e propria​ trage​dia​.

Già da queste​ poche righe di trama si intui​sce​ che tipo​lo​gia​ di film sia The Party: una black come​dy​ grotte​sca,​ tutta ambien​ta​ta​ in un unico luogo, che segue la storia​ quasi in tempo reale. E da un punto di vista narra​ti​vo​ e forma​le,​ come già detto, tutto funzio​na​ davve​ro​ alla grande​. Il proble​ma​ è però la tota​le​ mancan​za​ di profon​di​tà​. Come lascia​ inten​de​re​ il doppio​ senso del tito​lo,​ che si rife​ri​sce​ sia alla festa messa in scena che al “parti​to”​ Labu​ri​sta​ di cui i prota​go​ni​sti​ ne rappre​sen​ta​no​ le varie sfaccet​ta​tu​re,​ il film vuole esse​re​ prima di tutto una diver​ten​te​ sati​ra​ poli​ti​ca;​ il proble​ma​ è che non riesce​ ad esser​lo​ se non in super​fi​cie​. Il gioco ad inca​stro​ delle varie situa​zio​ni​ e gli scambi​ conti​nui​ di battu​te​ funzio​na​no,​ però, purtrop​po, senza mai dare l’impres​sio​ne​ di esse​re​ in qualche​ modo colle​ga​ti​ alla socie​tà​ a cui fanno rife​ri​men​to;​ per tutti i 71 minu​ti​ si ha infat​ti​ quasi la sensa​zio​ne​ che se il film fosse stato gira​to​ 10, 20, 30, 40 o 50 anni fa, pro-​babil​men​te,​ non sareb​be​ cambia​to​ di una virgo​la​. Il che lo depo​ten​zia​ e lo rele​ga​ ad essere​ un film di puro intrat​te​ni​men​to:​ non per forza di cose un male, però da un film sele​zio​na​to​ in concor​so​ al Festi​val​ di Berli​no​ è leci​to​ aspettar​si​di più.

Ed è inte​res​san​te​ pensa​re​ ad un film come Perfetti Sconosciuti, che in un certo senso mette in scena quasi allo stesso​ modo un valzer​ di ingan​ni​ e tradi​men​ti,​ parten​do​ però da un conte​sto​ socia​le​ deci​sa​men​te​ più anco​ra​to​ al nostro​ mondo, e per questo​ deci​sa​men​te​ più effi​ca​ce​. Basta​no​ in effet​ti​ pochi elemen​ti​ per dare ad un film un moti​vo​ per non auto​di​strug​ger​si​ con l’arri​vo​ dei tito​li​ di coda, ed è un vero pecca​to​ quando​ ci si accor​ge​ che non succe​de,​ anche quando​ tutto sembra​va​ così perfet​to​.

Voto: 6

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Creato su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: