Inside Out

MV5BOTgxMDQwMDk0OF5BMl5BanBnXkFtZTgwNjU5OTg2NDE@._V1_SY1000_CR0,0,674,1000_AL_

Inside Out –  Stati Uniti 2015 – di Pete Docter e Ronnie Del Carmen

Animazione/Avventura/Commedia – 95′

Scritto da Francesco Ruzzier (fonte immagine: imdb.com

Riley è guidata dalle sue emozioni: Gioia, Rabbia, Disgusto, Tristezza e Paura. Le emozioni vivono nel Quartier Generale, la centrale​ di controllo dentro la mente di Riley, dove la aiutano attraverso la vita di ogni giorno

“All’i​ni​zio​ ci siamo butta​ti​ in quest’av​ven​tu​ra​ con molta inge​nui​tà​ e con l’idea soprat​tut​to​ di realiz​za​re​ film che non avesse​ro​ canzo​ni,​ villag​gi​ feli​ci​ in cui tutti balla​no,​ villain​ troppo​ marca​ti​ o storia​ d’amo​re​. Il bello è che, siccome​ erava​mo​ agli inizi, abbia​mo​ chiesto​ consi​glio​ alla Disney:​ ci hanno detto di fare film con canzo​ni,​ villag​gi​ feli​ci,​ villain​ marca​ti​ e storie​ d’amo​re! Così abbia​mo​ fatto di testa nostra”​ Andrew​ Stanton (Alla ricerca di nemo, Wall-E)

Nel weekend​ del Ringra​zia​men​to​ del 1995 usciva​ Toy Story, primo lungo​metrag​gio​ dei Pixar Anima​tion​ Studios:​ da quel momen​to​ in poi il cine​ma​ d’ani​ma​zio​ne​ non sareb​be​ più stato lo stesso​. Il film di John Lasseter​ uscì in un momen​to​ stori​co​ in cui la Disney​ aveva il control​lo​ tota​le​ nel panora​ma​ mondia​le​ dell’a​ni​ma​zio​ne​ e non esiste​va​ prati​ca​men​te​ nient’al​tro​ se non i musi​cal​ a caden​za​ annua​le​ prodot​ti​ dalla casa di Topo​li​no​. Toy Story fu in questo​ senso un film rivo​lu​zio​na​rio,​ che non conce​pi​va​ l’ani​ma​zione​ come un gene​re,​ ma come un mezzo per riusci​re​ a realiz​za​re​ dei film che non avesse​ro​ alcun limi​te​ creati​vo,​ con l’idea​ di fondo di non creare​ delle opere per bambi​ni,​ ma anche per bambi​ni​. Toy Story diede il via a quello​ che è stato un perio​do​ d’oro per il cine​ma​ d’ani​ma​zio​ne​ in gene​ra​le,​ in cui per più di una deci​na​ d’anni​ sono usciti​ una serie di prodot​ti​inno​va​tivi​ che hanno progres​si​va​men​te​ speri​men​ta​to​ e creato​ nuove vie di conce​pire​ e raccon​ta​re​ storie​ utiliz​zan​do​ questo​ mezzo dalle possi​bi​li​tà​ infi​ni​te,​ e nel quale i film targa​ti​ Pixar hanno sempre​ rappre​sen​ta​to​ un punto di rife​rimen​to​ per tutti. Col tempo però sono emersi​ degli standard​ narra​ti​vi​ che hanno incon​tra​to​ i favo​ri​ del pubbli​co​ (e dei box offi​ce),​ ponen​do​ così fine alla ricer​ca​ di novi​tà​ e favo​ren​do​ la ripe​ti​zio​ne​ di forma​to​ collau​da​ti,​ con la conse​guen​te​ proli​fe​ra​zio​ne​ di sequel​. Questa​ crisi creati​va​ sembra​va​ purtroppo​ aver colpi​to​ anche la Pixar, che con gli ulti​mi​ film aveva intra​pre​so​ una fase calan​te,​ produ​cen​do​ una serie di opere che non pote​va​no​ nemme​no compe​te​re​ con la seque​la​ di capo​la​vo​ri​ inanel​la​ti​ nel primo decen​nio​ del 21º seco​lo​. A ripor​ta​re​ la luce è final​men​te​ arri​va​to​ Insi​de​ Out di Pete Docter,​ un vulca​no​ di inven​zio​ni​ ed emozio​ni​ che potreb​be​ rappre​sen​ta​re​ il punto più alto mai raggiun​to​ dagli studios​.

Il nuovo film del regi​sta​ genia​le​ di Monsters & Co. e Up sfrutta​ tutte le poten​zia​li​tà​ del mezzo a propria​ dispo​si​zio​ne​ per pene​tra​re​ ed ambien​ta​re​ la storia​ all’in​ter​no​ della mente di una bambi​na​ di 12 anni e facen​do​ diven​tare​ le sue emozio​ni​ (Gioia, Tristez​za,​ Rabbia,​ Paura e Disgu​sto)​ le prota​goni​ste​ di un’avven​tu​ra​ che spazia​ tra sogni, senti​men​ti​ e ricor​di​ conte​nu​ti​ in sfere colo​ra​te​.

La picco​la​ Riley vive un perio​do​ di transi​zio​ne,​ in cui i cambia​men​ti,​ come trasfe​ri​men​to​ in un’altra​ città per il lavo​ro​ del padre, ed il passa​re​ del tempo assot​ti​glia​no​ sempre​ di più il confi​ne​ che segna il passag​gio​ dall’in​-​ fanzia​ alla puber​tà​. E come lei sembra​ non riusci​re​ a gesti​re​ l’abban​do​no​ della vecchia​ casa, delle amici​zie​ e delle abitu​di​ni​ per affron​ta​re​ un mondo nuovo, così le sue emozio​ni​ si ritro​va​no​ costret​te​ ad intra​pren​de​re​ un viag-​ gio sul treno dei pensie​ri​nell’in​con​scio​ dei ricor​di​ per poter matu​ra​re​ una consa​pe​vo​lez​za​ che ripor​ti​l’ordi​ne​ e la pace nella mente di Riley.

Un viaggio​ forza​to,​ detta​to​ dall’im​pre​ve​di​bi​li​tà​ di un cambia​men​to​ neces​sario​ e natu​ra​le,​ che rende Insi​de​ Out proba​bil​men​te​ il “coming​ of age” più genia​le​ di sempre,​ dove la trasfor​ma​zio​ne​ di una bambi​na​ viene spiega​ta​ attra​ver​so​ la perdi​ta​ del control​lo​ e di ogni certez​za,​ e in cui viene messo in scena un proces​so​ di rifon​da​zio​ne​ inte​rio​re​ dove è impos​si​bi​le​ non identi​fi​carsi​. L’allon​ta​na​men​to​ di Gioia dai coman​di​ della testa della bambi​na​ riesce infat​ti​ a resti​tui​re​ visi​va​men​te​ e narra​ti​va​men​te,​ in manie​ra​ sempre​ lu-​ cida,​ sempli​ce​ e tremen​da​men​te​ diver​ten​te,​ la nasci​ta​ delle sfuma​tu​re​ e dei senti​men​ti​contrad​dit​to​ri​ in quella​ che fino a poco prima era una mente abitua​ta​ ad ospita​re​ sola​men​te​ delle emozio​ni​ pure e sempli​ci,​ condu​cen​do​ per mano lo spetta​to​re​ in un viaggio​ emoti​vo​ sempli​ce​men​te​ travol​gen​te​.

Voto: 10

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Creato su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: