Festa del Cinema di Roma 2020

Articolo di Maria Vittoria Guaraldi

Nella locandina ufficiale ci sono Sidney Poitier e Paul Newman: si sorridono e stanno vicini trasmettendo  amicizia e complicità. Questo è lo spirito scelto per l’edizione 2020 della Festa del cinema di Roma. Nonostante numerose restrizioni e le norme di sicurezza che saranno applicate, questa festa del cinema non vuole perdere la voglia di ricominciare e si proietta verso il futuro con la bellezza e la potenza. Ennio Morricone accompagnerà gli spettatori per tutta la durata della manifestazione: le sue note risuoneranno nella cavea dell’auditorium incoraggiando la gente a fermarsi ad ascoltare e a rivivere tutte le emozioni che ci ha trasmesso con il suo cinema. 

Per quanto riguarda i film ci sono ventisei paesi diversi, diciassette registe donne e venti prime mondiali. I luoghi della festa non si limitano all’auditorium ma coinvolgono per esempio anche il Maxxi,  Palazzo Merulana e alcune sale cinematografiche come il Cityplex Europa e il cinema Caravaggio. Alcuni film saranno disponibili su una piattaforma dove si potranno seguire anche le conferenze stampa. Il film di chiusura è Cosa sarà mentre si aprirà con Soul. Le opere italiane sono tutte opere prime. 

Nella sezione Risonanze troviamo Sotto il cielo di Roma di Giulio Base e Siamo in un film di Alberto Sordi di Steve Della Casa. Le preaperture si terranno dal 12 al 14 ottobre e vedono: Orto rubino di Fabrizio Fichera, Terrestre di Gianluca Girasola, Discoring di Lisa Bosi, Era la più bella di noi e L’amore non si sa di Marcello di Noto

Nelle mostre segnaliamo: il documentario sulla regione Calabria di Gabriele Muccino, un altro sul terremoto dell’Irpinia a cura di Alessandro Preziosi, un documentario sul ponte di Genova e una performance di Francesco Montanari.

Riprendono anche le sessioni Duelli e Fedeltà/tradimenti. Per quanto riguarda la  prima citiamo l’incontro dedicato a Gian Maria Volonté e a Marcello Mastroianni. Nella seconda si parlerà di  nove film tratti da romanzi tra cui Shining, Dracula, Fantozzi e La notte dei morti viventi.

I restauri saranno Padre padrone dei fratelli Taviani e In nome della legge di Pietro Germi. La retrospettiva sarà dedicata al grande regista indiano Satyajit Ray e gli omaggi a Federico Fellini e ad Alida Valli. I film della vita saranno di fantascienza così come le clip scelte che vengono proiettate prima dei film. 

Gli incontri ravvicinati saranno con il regista di Soul, Peter DocterSteve McQueen, Gianfranco Rosi, Francesco Totti che verrà intervistato da Pierfrancesco Favino, Gabriele Mainetti, i fratelli Damiano e Fabio D’Innocenzo, Damian Chazelle, i Manetti Bros.  Nella sezione tutti ne parlano troviamo Penisula di Yean Sang-ha  e Palm Springs di Max Barbako. Negli eventi sono in programma  il documentario su Papa Francesco, Romolus di Matteo Rovere, Mi chiamo Francesco Totti e Fuori era primavera dedicato al periodo del lockdown. Nella sezione riflessi troviamo due opere prime: Le eumenedi di Gippo Fasano e Maledetta primavera di Elisa Amoruso. Per finire nella selezione ufficiale sono programmati Small Axe di Steve McQueen, Stardust di Gabriel Range, True mothers di Naomi Kawase, Ammonite di Francois Lee, Supernova di Harry Macqueen, Fortuna di Nicolangelo Gerolmini e The shift di Alessandro Tonda

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Creato su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: