J’ai tué ma mère

J’ai tué ma mère – Canada 2009 – di Xavier Dolan

Drammatico/Romantico – 96′

Scritto da Francesco Carabelli (fonte immagine: primevideo.com)

Il giovane Hubert si trova a vivere con la madre dopo la separazione di questa dal padre. La convivenza si fa difficile​ per l’adolescente, che cerca la sua indipendenza pur nell’affetto che prova per i genitori. Il rapporto con amici e professori lo aiute a trovare il suo posto nel mondo, recuperando il rapporto con la madre.

Presen​ta​to​ alla Quinzaine des Réalisateurs di Cannes​ nel 2009 e premia​to​ con il Prix Art Cinema Award, il primo film del regi​sta​cana​de​se​ Xavier Dolan ha cono​sciu​to​ un discre​to​ succes​so​ di pubbli​co​ dovu​to​ senza dubbio alla freschez​za​ con la quale l’auto​re​ si è propo​sto​. Sceneg​gia​to​re,​ scrittore,​ regi​sta​ , atto​re,​ Xavier Dolan si presen​ta​ come una figu​ra​ arti​sti​ca​ comple​ta​ che con questa​ sua prima opera si mostra​ al mondo nella sua spigliatez​za​ ed effer​ve​scen​za​. J’ai tué ma mère nasce da esperien​ze​ auto​bio​grafi​che​ dello stesso​ Dolan, esperien​ze​ che il regi​sta,​ oggi poco più che venten​ne,​ ha vissu​to​ nell’a​do​le​scen​za​ e alle quali ha deci​so​ di dedi​ca​re​ un sogget​to​ che è poi diven​ta​to​ un film per il cine​ma​ grazie​ all’im​pe​gno​ profu​so dal giova​ne​ cana​de​se​ e ai suoi guada​gni​ come atto​re​ per la pubbli​ci​tà​ in età infan​ti​le​.

Visi​va​men​te​ è un’ope​ra​ singo​la​re​ che potrem​mo​ avvi​ci​na​re​ per la ricer​ca​-​ tezza​ delle imma​gi​ni​ e delle trova​te​ ad un cine​ma​ indie, che lascia​ ampio spazio​ alla vena arti​sti​ca​ dell’au​to​re​. L’arte, sia essa musica, arte figurativa o letteratura ha un posto di rilie​vo​ nella pelli​co​la​ e ha il suo climax​ nella scena di emula​zio​ne​ dell’ar​te​ di Jackson Pollock, che risul​ta ​assom​mare​ tema​ti​che​ arti​sti​che​ a tema​ti​che​ omoses​sua​li,​ risul​tan​do​ quindi​ scena centra​le​ della pelli​co​la​ che su questi​ due temi insi​ste​ in più punti. Ma il tema chiave​ della pelli​co​la,​ che da anche il tito​lo​ alla stessa,​ è il rappor​to​ tra il giova​ne​ Hubert, inter​pre​ta​to​ dallo stesso​ Dolan, e la madre (la impecca​bi​le​ Anne Dorval): un rappor​to​ conflit​tua​le​ dato l’egoi​smo​ con i quali i due perso​nag​gi​ vivo​no​ la propria​ vita; Hubert alla ricer​ca​ della propria realiz​za​zio​ne​ arti​sti​ca​ e affet​ti​va​ e la madre persa nel suo mondo dora​to fatto di amiche​ del cuore e trasmis​sio​ni​ alla radio.

Il dialogo diven​ta​ dialettica, contrap​po​si​zio​ne​ delle parti e la sepa​ra​zio​ne​ è d’obbli​go,​ tanto che Hubert sarà costret​to​ a vive​re​ in un pensio​na​to,​ ove sarà desti​na​to​ a termi​na​re​ la propria​ vita da studen​te​ licea​le,​ salvo fuggir​-​ ne con il proprio​ amante​. Il film presen​ta​ cita​zio​ni,​ a dir del regi​sta​ non vo-​ lute,​ de I 400 colpi di Truffaut: il giova​ne​ Hubert che, come Antoine Doinel , dichia​ra​ al proprio​ profes​so​re​ che la madre è morta, la deci​sio​ne​ della fami​glia​ di spedi​re​ il giova​ne​ ribel​le​ in un pensio​na​to​-rifor​ma​to​rio,​ la fuga fina​le​. Sicu​ra​men​te​ questi​ aspetti​ vengo​no​ reinter​pre​ta​ti​ secon​do​ modali​tà​ e tema​ti​che​ aggior​na​te ​all’og​gi​. Foto​gra​fi​ca​men​te​ colpi​sce​ l’uso di inqua​dra​tu​re​ distin​te​ e asimmetriche per rappre​sen​ta​re​ la divi​sio​ne​ tra il figlio​ e la madre nei momen​ti​ di dialo​go​.

Regi​sti​ca​men​te​ molto inte​res​san​te​ l’uso di inserti​ immaginifici, di ricordo o idealizzazioni che stacca​no​ dal presen​te​ della narra​zio​ne​ e porta​no​ lo spetta​to​re​ nella realtà​ menta​le​ del perso​nag​gio​ princi​pa​le​. Vi è poi un uso di didascalie testuali che compa​io​no​ in sovraim​pres​sio​ne​ in alcu​ni​ momenti​della narra​zio​ne,​ laddo​ve​ il prota​go​ni​sta​ vive dei momen​ti​ inten​si​ che voglio​no​ esse​re​ esalta​ti​ dalla letteratura. Questo​ uso ci ricor​da​ in qualche modo l’ulti​mo​ Godard​ quello​ delle Histoi​re(s)​ du ciné​ma​ e di Film Sociali​sme,​ natu​ral​men​te​ con i dovu​ti ​distin​guo​. Un’ope​ra​ prima che tutta​via,​ grazie​ all’ap​por​to​ di un équipe​ tecni​ca​ roda​ta​ ha permes​so​ al giova​ne​ regi​-​ sta cana​de​se​ di impor​si​ nel pano​ra​ma​ delle giova​ni​ promes​se​ del cine​ma​ di doma​ni​. Inte​res​san​te​ sape​re​ che il regi​sta ​prima di quest’o​pe​ra​ non ha mai gira​to​ corto​me​trag​gi​ ma si è dedi​ca​to​ alla visio​ne​ di miglia​ia​ di film per ca-​ pire​ cosa fosse inte​res​san​te​ porta​re​ sullo schermo​ e cosa no. Il succes​so​ in Cana​da​ e in Francia,​ oltre che a Cannes​ ha permes​so​ a Dolan di dedi​car​si​subi​to​ ad altri proget​ti,​ tra i quali Les amours imaginaires, presen​ta​to​ nel 2010 a Cannes​ nella sezio​ne​ Un Certain Regard.

Voto: 7

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Creato su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: