Cuirone, che scoperta!

foto di Francesco Carabelli

Scritto da Francesco Carabelli

Capita di trovarsi in zona per un caffè o una spremuta accompagnati da un pasticcino o una fetta di torta presso la pasticceria Costa di Crugnola, frazione di Mornago e di avere voglia di scoprire cosa c’è di bello da vedere qui vicino, memori di precedenti fugaci visite nei dintorni.

IMG_3279

IMG_3287

A pochi km da Mornago, già nel comune di Vergiate, di cui è frazione, si trova l’abitato di Cuirone, piccolo paese sicuramente caratteristico per il suo centro storico, che ci parla di un passato contadino che emerge dalle tante cascine che ancora si trovano in esso, dai muretti a secco dei terrazzamenti dedicati all’agricoltura e da un antico forno per la panificazione, che saltuariamente, in alcune occasioni particolari, viene ancora acceso per produrre pane, così come in antico.

IMG_3296

IMG_3294

A colpirci del centro di Cuirone è l’antica chiesa romanica di San Materno, ampiamente rimaneggiata, soprattutto negli interni, sicuramente moderni.

IMG_3266

IMG_3268

IMG_1550

Su uno dei lati della chiesa è fissata una lapide metallica che ricorda il terribile incidente aereo dell’agosto 1968.

La lapide riporta i nomi di coloro che persero la vita in questa tragedia del volo.

Sempre a lato della chiesa troviamo il monumento ai caduti delle due guerre mondiali.

IMG_3274

Nella piazza sulla quale la chiesa si affaccia si trovano i resti di un’antica pesa che veniva utilizzata per pesare le merci, quando le singole attività industriali non avevano mezzi di misura del peso propri e tornava utile una pesa pubblica. Era nel secolo scorso una cosa molto comune e molti paesi ne erano dotati.

IMG_3304

Il paese di Cuirone, che fino all’800 godette di una certa autonomia come comune, diventando capoluogo per altri paesi come Corgeno e Cimbro, in seguito con il Regno di Italia, divenne frazione del comune di Vergiate, di cui è tuttora parte integrante, pur essendo staccato dall’abitato del capoluogo e collegato ad esso dalla provinciale che porta da Vergiate ad Azzate, passando per diversi comuni.

IMG_3448

IMG_3443

Cuirone sorge alle pendici del monte San Giacomo, la cui area boschiva è oggi tutelata dal Parco del Ticino.

IMG_3446

Da questo monte partono diversi sentieri che portano a Varano Borghi e a Corgeno. A Varano Borghi si può arrivare seguendo anche una strada sterrata, lungo la quale ci imbattiamo nel ristorante Monchery, area adibita ad ospitare eventi come matrimoni e battesimi, nella cornice dell’omonimo laghetto artificiale.

IMG_3445

IMG_1534

Se dal centro del paese ci dirigiamo verso est seguendo via San Materno, ci imbattiamo in una grande area boschiva. All’interno di essa, seguendo le molteplici indicazioni, possiamo arrivare ad una edicola votiva dedicata a Maria Bambina, al confine con il comune di Casale Litta. E’ questa una passeggiata di circa mezzora con passo normale, di cui possiamo godere soprattutto in questo periodo di inizio primavera non essendoci ancora moltissime zanzare e non facendo caldissimo. Una bella sudata che ci rigenera e ci permette di vedere paesaggi immersi nel verde dei boschi e dei prati, tappezzati dai tanti fiori e fiorellini, che stanno sbocciando e impreziosendo il sottobosco.

IMG_1500

IMG_3409

IMG_3397

IMG_3415

IMG_3420

IMG_3428

IMG_3439

IMG_3440

Ritornando verso il centro di Cuirone, se passiamo di qui in settimana, possiamo pranzare presso la cooperativa La Vittoriosa, ove dal 1930, ci si può rifocillare gustando piatti della cucina casalinga. Possiamo visitare la pagina Facebook della cooperativa per farci un’idea più precisa del menù offerto (https://www.facebook.com/pages/category/Bar/Cooperativa-La-Vittoriosa-Cuirone-VA-110974991352652/)

IMG_1538

Il ristorante ha anche una annessa bottega di generi alimentari che serve le necessità degli abitanti.

IMG_1536

IMG_1540

Riprendendo la macchina, che abbiamo parcheggiato nella piazza antistante la chiesa di San Materno, possiamo dirigersi verso sud-est e entrare nel territorio della contigua frazione di Cimbro.

IMG_1551

Possiamo sostare fronte la chiesa di San Martino e approfittarne per visitare la stessa sia all’esterno, con una fermata al vicino monumento ai caduti, sia all’interno, di cui segnaliamo l’organo.

IMG_3307

IMG_3316

IMG_3313

Poco distante, in località Torretta, è sita anche l’antica chiesa romanica di San Gallo, che deve il suo nome al monaco missionario irlandese che guadagnò molti territori pagani al cristianesimo.

Questa zona è attraversata dal torrente Strona che, nascendo nel territorio di Casale Litta, passa per Vergiate, lambendo la zona della ex discarica, fino a gettarsi nel Ticino, nel territorio di Golasecca.

In merito consiglio di leggere i siti web che il sommese Andrea Perotti ha realizzato su questo argomento, sia sulla biodiversità di questo ambiente fluviale, sia sulla attività dei mulini che utilizzavano fino al secolo scorso la forza motrice delle acque per garantire la macinatura dei cereali (qui maggiori info http://ticinoriverpark.blogspot.com/search/label/Strona).

Per maggiori informazioni, anche storiche, sul paese di Cuirone e per documentarsi meglio se intendiamo dedicare un a giornata a questi territori, consiglio di visitare il sito www.cuirone.net, promosso e gestito dall’associazione Amici di Cuirone.

E speriamo che anche voi rimaniate soddisfatti dalla visita a questo paesino e ne torniate rigenerati nel corpo e nello spirito, dopo una bella camminata e un pranzo ristoratore!

IMG_1502

IMG_1517

IMG_1521

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Un sito WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: