Play

fonte immagine: mymovies.it

Play – Francia 2019 – di Anthony Marciano

Commedia/Sentimentale – 108′

Scritto da Francesco Carabelli

Chi non ha delle vecchie cassettine VHS-C o Hi-8 o magari mini DV che racchiudono filmati della sua gioventù, gli amici, le feste, le vacanze in montagna, al lago o al mare?

Qualche volta viene voglia di rivederle, di passare del tempo davanti allo schermo, vinti dalla nostalgia dei tempi andati e si riscopre e si rivive quei tempi lontani, con tutti gli avvenimenti che li hanno caratterizzati.

Ecco, l’idea di fondo degli sceneggiatori Anthony Marciano e Max Boubil è costruire dei falsi rushes di quegli anni, anni ’90, e poi i più recenti anni di inizio secondo millennio, per usarli per far rivivere la storia amicale dei protagonisti, un gruppo di giovani francesi che vivono la loro gioventù spensierata nel bel mezzo di un’era di novità come gli anni sul finire del XX secolo.

Il regalo di una videocamera fatto dai genitori al tredicenne Max, nel 1993, dà il via alle riprese che si dipanano per tutti gli anni successivi, prima riprendendo in qualche modo il formato 4:3 delle videocamere analogiche, poi successivamente subentrando riprese da videocamere digitali e da iPhone, con formati 16:9 e  riprese verticali.

Sono storie di amicizia, divertimento, feste in discoteca, vacanze all’estero (Barcellona), racconto anche di eventi importanti come la vittoria della Francia alla Coppa del Mondo 1998.

La storia raccontata ha come sotteso e fil rouge l’amore tra Max e Emma, che vivono la loro relazione dall’adolescenza fino all’età adulta, perdendosi di vista solo per alcuni anni a causa di matrimoni e relazioni con altri partner, ma poi ritrovandosi e di nuovo amandosi e dando luce ad una vita nuova, un bimbo, frutto del loro amore ritrovato e ormai indissolubile.

Al pubblico italiano questo finale e in parte la storia raccontata, potrebbe richiamare alla mente pellicole come Dieci Inverni di Valerio Mieli.

Il tutto è costruito con leggerezza, ma anche con grande ricercatezza delle scenografie e dei decori che ingannano lo spettatore che ha vissuto quegli anni spensierati, spettatore che fino alla fine si chiede se quei filmati non siano davvero stati girati negli anni ’90, per la capacità del regista di riprodurre e far rivivere in pieno la vita di quegli anni, anche grazie agli oggetti tipici di quell’epoca e a quella vita in cui non dominava ancora imperante la tecnologia e soprattutto internet.

C’era più spazio per la vita vissuta, per gli amici, per le feste, per la convivialità e tutto questo traspare in toto dall’opera di Anthony Marciano, che ha affidato il ruolo di Max adulto al suo sodale Max Boubil, attore francese di origine ebrea, molto noto come comico oltralpe e già protagonista di pellicole di Marciano.

L’amore è il trait d’union che muove tutto il film, fino alla sua realizzazione e le immagini ci raccontano la vita di Max dall’adolescenza alla maturità, facendolo protagonista indiscusso del suo film e della sua esistenza che si sovrappongono e si mischiano nello svolgersi degli eventi, non tralasciando, anche i momenti tristi e di sconforto dopo il matrimonio di Emma con un DJ.

Un film nostalgico sicuramente, ma anche ricco di fiducia nel futuro, perché non si fossilizza sull’idea di rivivere il passato grazie al materiale d’epoca, ma apre a nuovi orizzonti e ad un mondo nuovo assicurato dalle nuove generazioni.

Un film da godere in famiglia, anche perché non mancano i momenti divertenti e il regista non lascia mai spazio a troppe volgarità.

Il film può contare sulla presenza dell’attrice e regista Noémie Lvovsky e su quella della giovane speranza Alice Isaaz nella parte di Emma.

Bella la colonna sonora, con molti pezzi anni ’90, che risvegliano la voglia di rivivere quel decennio attraverso la sua musica.

Il DVD del film è acquistabile su Amazon in versione francese o in quella tedesca.

Voto: 8

 

 

 

 

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Un sito WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: