C’era una volta Ennio Morricone

Sunset Boulevard

Ennio Morricone (Cameralook)

Ci lascia il Maestro Ennio Morricone, morto questa mattina, lunedì 6 luglio, a Roma, sua città natale (1928): con oltre quattrocento colonne sonore originali, composte nell’arco di quasi cinquant’anni d’attività dispiegata per il cinema e la televisione (l’esordio sul grande schermo risale al 1961, Il federale, Luciano Salce), in qualità di arrangiatore, compositore, esecutore e direttore, ha dato prova di una poliedrica inventiva, dando vita ad un linguaggio musicale certo innovativo e comunque sempre coerente e del tutto integrato con l’incedere narrativo, del quale andava a costituire un rilevante complemento, fino a divenire un vero e proprio coprotagonista. Mirabile al riguardo la colonna sonora di Per un pugno di dollari (Sergio Leone, 1964), archetipo dello spaghetti western, dove Morricone (sotto lo pseudonimo di Don Savio), diede vita ad un raffinato amalgama di suoni e rumori (marranzano, chitarra elettrica, voci e l’indimenticabile fischio di Alessandro Alessandroni)…

View original post 447 altre parole

La Cineteca di Milano in collaborazione con Red Shoes presenta “Open Visions”, tre lezioni sulle narrazioni sperimentali e interattive

Sunset Boulevard

Da oggi, lunedì 6 luglio, la Cineteca di Milano in collaborazione con l’Associazione Culturale Red Shoes, che promuove la diffusione della cultura e della storia del cinema britannico in Italia, renderà disponibili, sulla propria piattaforma di streaming, tre particolari lezioni sulle narrazioni sperimentali e interattive.
Il corso, disponibile in lingua inglese al costo di € 3,00 per ciascuna lezione, sarà tenuto dalla ricercatrice e regista Ludovica Fales, ed intende esaminare il rapporto tra film sperimentali storici e progetti interattivi, in un panorama mediatico in rapida espansione, concentrandosi sull’evoluzione dei concetti di “tempo”, “spazio”, “spettacolo” e “autorialità” nella storia del cinema non lineare. La prima lezione, dedicata ai film surrealisti, dadaisti e alle avanguardie europee e americane, sarà disponibile dal 6 luglio; la seconda lezione, inerente approcci cinematografici astratti, strutturali, videoarte e cinema espanso, sarà fruibile dal 13 luglio; la terza ed ultima lezione, che abbraccia i lavori interattivi…

View original post 652 altre parole

Resistance – La voce del silenzio

Sunset Boulevard

(Cinematografo)

Nel dare una definizione di “memoria”, in particolare riferendomi a determinati eventi storici dalla tragica portata quale la Shoah, ho sempre evocato l’etimologia latina del verbo “ricordare”, che indica, come era appunto credenza antica, il cuore quale organo propenso a preservare le rimembranze. “Fare memoria”, “ricordare”, ogni giorno che ci troviamo a vivere, quello sterminio divenuto  tra i casi più estremi di genocidio fra i tanti perpetrati dalla mente umana, nell’idea di annientare un intero popolo, sino all’ultima persona,  senza eccezione alcuna (comprendendo nel novero anche altri “esseri inferiori”, quali Rom, omosessuali, disabili, Testimoni di Geova, dissidenti politici) non sarà allora un mero esercizio cerebrale, bensì una concreta ed umana condivisione rivolta alle vittime dei tanti, troppi, crimini perpetrati contro l’umanità, passati e, purtroppo, tuttora presenti ed incombenti verso un futuro dove l’uomo, l’essere umano, appare smarrito fra i meandri labirintici di un individualismo materiale ed ideologico.
Necessaria premessa…

View original post 651 altre parole

Vittorio Gassman, ovvero l’inimitabile poliedricità del genio

Sunset Boulevard

Vittorio Gassman (Biografieonline)

Il 29 giugno del 2000, venti anni fa, ci lasciava Vittorio Gassman (Gassmann all’anagrafe, Struppa, Genova, 1922), uno degli ultimi grandi attori italiani, estremamente carismatico in virtù della suggestiva combinazione fra una pulsante corporalità ed una forte istintualità comunicativa, capace di alternare con geniale ed estrema versatilità, ruoli intensamente drammatici, in particolare a teatro, ad altri, dalle tante, notevoli, sfaccettature, riduttivo definirli “comici”, che gli hanno permesso di entrare a far parte della schiera dei grandi della commedia all’italiana propriamente detta, insieme ad Alberto Sordi, Ugo Tognazzi, Nino Manfredi, senza dimenticare nel novero meravigliose interpreti femminili quali Monica Vitti o Franca Valeri.
Eppure tra le sue dichiarazioni rimaste famose vi è quella che recita “Tra me e il cinema ci fu antipatia fin dal primo momento”. Il suo debutto sul grande schermo avvenne nel 1945 (Incontro con Laura, Carlo Alberto Felice); Gassman con…

View original post 1.048 altre parole

Locarno 2020 – For the Future of Films: svelati i progetti di “The Films After Tomorrow”

Sunset Boulevard

E’ stata annunciata nei giorni scorsi la selezione dei venti progetti di lungometraggi che parteciperanno alla selezione The Films After Tomorrow, l’iniziativa del Locarno Film Festival volta a fornire un sostegno concreto ai cineasti che hanno dovuto interrompere il loro lavoro a causa della pandemia. Il 15 agosto due giurie assegneranno i premi, destinati al completamento del film e/o alla ripartenza della produzione: due Pardo 2020 del valore di 70’000 franchi ciascuno ai migliori progetti internazionali e svizzeri, mentre il Campari Award di 50’000 franchi e lo Swatch Award di 30’000 franchi saranno conferiti a un progetto internazionale; infine, SRG SSR attribuirà un premio del valore di 100’000 franchi nella forma di una campagna pubblicitaria televisiva a un progetto svizzero. La Direttrice artistica Lili Hinstin e il Comitato di selezione del Locarno Film Festival hanno valutato i 545 progetti pervenuti dopo l’apertura del bando di The Films After Tomorrow

View original post 849 altre parole

Roma, Arena Nuovo Sacher: dall’1 al 6 luglio la X Edizione di “Rendez-Vous, il festival del nuovo cinema francese”

Sunset Boulevard

Per il suo decimo anniversario Rendez-Vous, il festival del nuovo cinema francese, torna a Roma, all’Arena Nuovo Sacher, dall’1 al 6 luglio, dopo la sospensione avvenuta ai primi di marzo, con un’edizione speciale en plein air, su iniziativa dell’Ambasciata di Francia in Italia, per la realizzazione dell’Institut français Italia, con la collaborazione di UniFrance. Il responsabile del progetto è Benoît Blanchard e la direzione artistica è affidata a Vanessa Tonnini. La selezione presentata, attraverso voci e generi molti diversi, si sofferma a riflettere su una frase che abbiamo spesso sentito ripetere in questi mesi: se c’è qualcosa che la storia pubblica e quella privata ci suggerisce è che le crisi sono occasione per un vero cambiamento, per cui di crisi e rinascita parleranno i 6 titoli presentati in anteprima nazionale nell’Arena Nuovo Sacher. Titolo di apertura, il 1°…

View original post 862 altre parole

Visti su RaiPlay: La rivincita / Abbi fede

Sunset Boulevard

 

Qualche breve considerazione su altri due titoli italiani resi recentemente disponibili sulla piattaforma web RaiPlay, ovviando alla mancata uscita in sala causa l’emergenza sanitaria tuttora in corso. Se i precedenti Bar Giuseppe (Giulio Base) e Magari (Ginevra Elkann) mi avevano favorevolmente colpito nel loro insieme, altrettanto non posso scrivere per La rivincita, esordio registico sul grande schermo di Leo Muscato, drammaturgo e regista di teatro, anche autore della sceneggiatura insieme a Michele Santeramo (cui si deve l’originario soggetto teatrale, per la regia sempre di Muscato, da cui ha inoltre derivato l’omonimo romanzo), e Abbi fede, diretto, interpretato e sceneggiato (in quest’ultimo caso con Federico Baccomo) da Giorgio Pasotti, alla sua seconda regia dopo Io, Arlecchino, 2015, remake pressoché pedissequo ma non del tutto convincente di Adams aebler (Le mele di Adamo), pregevole commedia nera danese del 2005 per la regia di Anders Thomas…

View original post 860 altre parole

Omaggio ad Ettore Scola sulla sala virtuale “Più Compagnia”

Sunset Boulevard

Prende il via oggi, sabato 20 giugno, alle ore 21, per concludersi sabato 25 luglio, Sabato Scola, l’omaggio organizzato su Più Compagnia, la sala virtuale de La Compagnia di Firenze, che accompagnerà lo spettatore in un viaggio nel cinema di Ettore Scola, un autore che attraverso le sue opere ha saputo narrare la storia del nostro paese con attente annotazioni storiche, sociologiche e politiche delineate grazie a sceneggiature particolarmente cesellate (spesso scritte in collaborazione con Ruggero Maccari e il duo Age & Scarpelli) e ad una regia attenta tanto all’aspetto visivo quanto ad offrire il giusto risalto alle interpretazioni degli attori.
Per oltre cinquant’anni Scola ha raccontato nel suo cinema l’Italia e gli italiani, con il suo tratto autoriale, il suo sguardo profondo, poetico e disincantato, per opere dall’ampio respiro cinematografico, idonee a travalicare gli italici confini, come testimoniano gli importanti riconoscimenti ottenuti anche all’estero, in…

View original post 333 altre parole

Festival Internazionale del cortometraggio – Il Varco: la IV Edizione in streaming con la collaborazione della Cineteca di Milano

Sunset Boulevard

Da lunedì 22 giugno, con prosecuzione fino a giovedì 25, avrà luogo la quarta edizione del Festival Internazionale del cortometraggio – Il Varco, prodotto da Marco Crispano e Stefano Chiavarini, quest’anno in una veste online con la direzione artistica di Andrea Gatopoulos, in collaborazione con la Cineteca di Milano. L’intero evento, disponibile in streaming gratuito sulla piattaforma http://www.cinetecamilano.it, sarà organizzato attorno a una ricca infrastruttura di contenuti extra, interviste e approfondimenti sui lavori dei registi selezionati.
Il programma ruota sulla selezione di 21 lavori di giovani autori del cinema internazionale scelti tra 2309 iscrizioni da 125 paesi del mondo.
In giuria Daniele Ciprì, Marco Spoletini, Fulvio Risuleo,  Massimo D’Anolfi, Martina Parenti, Lorenzo Berghella, Saverio La Ruina e Lucrezia Guidone.
Nato nel 2017, il Festival Internazionale del cortometraggio – Il Varco si pone come una delle manifestazioni maggiormente incentrate sulla  scoperta ed il lancio di giovani autori cinematografici.Tra…

View original post 68 altre parole

Creato su WordPress.com.

Su ↑