72ma Berlinale: M. Night Shyamalan presiederà la giuria

Sunset Boulevard

M. Night Shyamalan (BadTaste)

Sarà lo sceneggiatore, regista e produttore M. Night Shyamalan a presiedere la giuria internazionale del 72mo Festival Internazionale del Cinema di Berlino (1020 febbraio 2022). Shyamalan ha esordito alla regia nel 1992, con Praying With Anger, anche se sarà il terzo film (dopo Wide Awake, 1998), The Sixth Sense, ad imporlo all’attenzione del pubblico e della critica, rivelando un autore incline a mettere in discussione le convenzioni di genere, fino a contrapporre o mescolare fra loro suggestioni soprannaturali e riflessioni filosofiche, arrivando ad un finale volto a conferire tutt’altro significato a quanto percepito durante la visione, anche a livello di semplice suggestione. Pur con qualche passo falso lungo il cammino, Shyamalan ha sempre cercato di preservare la sua personale visione di messa in scena, come ha sottolineato il Direttore Artistico della Berlinale Carlo Chatrian: “Sono lieto e…

View original post 88 altre parole

Oscar 2022: i 18 titoli italiani fra i quali sarà scelto il film da candidare

Sunset Boulevard

Sono 18 i film italiani che concorreranno alla designazione del titolo candidato a rappresentare l’Italia nella selezione per la categoria International Feature Film Award dei94esimi Academy Awards: hanno proposto la propria candidatura i film distribuiti in Italia, o in previsione di essere distribuiti, nel periodo compreso tra il 1° gennaio 2021 e il 31 dicembre 2021. La commissione di selezione, istituita presso l’ANICA su richiesta dell’Academy, si riunirà per votare il titolo designato il 26 ottobre 2021. L’annuncio ufficiale di tutte le nomination è previsto per l’8 febbraio 2022 e la cerimonia di consegna degli Oscars® si terrà a Los Angeles il 27 marzo 2022. Ecco l’elenco dei candidati, in ordine alfabetico:

3/19 (Silvio Soldini).A Chiara (Jonas Carpignano). Ariaferma (Leonardo Di Costanzo). L’arminuta (Giuseppe Bonito). Il cattivo poeta (Gianluca Jodice). È stata la mano di Dio (Paolo Sorrentino). Ennio (Giuseppe Tornatore). I fratelli De…

View original post 56 altre parole

Festa del Cinema di Roma 2021. Una introduzione

fonte immagine: amica.it

Articolo di Maria Vittoria Guaraldi

Questo anno tocca ad Uma Thurman ad essere rappresentata sulla locandina della sedicesima edizione della Festa del cinema di Roma. La diva anticipa uno degli ospiti più attesi che riceverà anche un premio alla carriera: Quentin Tarantino. La festa avrà luogo dal 14 al 24 ottobre con la sede principale all’auditorium Ennio Morricone. Le norme di sicurezza saranno ancora attive ma la voglia di ripartire è tanta. 

Il film d’apertura è The eyes of Tammy Faye di Michael Showalter con protagonista Jessica Chastain che sarà anche protagonista di un incontro ravvicinato. Segnaliamo anche Cyrano di Joe Wright con Peter Dinklage, C’mon C’mon di Mike Mills e Promises di Amanda Sthers con Pierfrancesco Favino. Nella sezione Tutti ne parlano abbiamo Mothering Sunday di Eva Husson, Red Rocket di Sean Baker e Libertad di Clara Roquet. Tra gli eventi speciali avremo A casa tutti bene-La serie diretta da Gabriele Muccino, E noi come stronzi rimanemmo a guardare di Pif e Strappare lungo i bordi di Zerocalcare.

Tre le coproduzioni con Alice nella Città: Belfast di Kenneth Branagh, Dear Evan Hamen di Stephen Chbosky e Eternals di Chloé Zhao. Alice nella Città presenta anche  Ghostbusters Legacy e Sempre più bello. 

Nella sezione riflessi troviamo il documentario Muhammad Alì di Ken e Sara Burns e David Mcmahon, Fellini e Simenon di Giovanni Ventura. 

Per quanto riguarda gli incontri ravvicinati, oltre ai già citati, segnaliamo Tim Burton, Luca Guadagnino, Marco Bellocchio, Claudio Baglioni, Fabrizio Moro e Ligabue, e Peter Dinklage. La sezione Omaggi e restauri vede C’eravamo tanto amati di Ettore Scola, Luigi Proietti detto Gigi di Edoardo Leo e Vitti d’arte Vitti d’amore di Fabrizio Corallo. La retrospettiva è dedicata ad Arthur Penn e i film della nostra vita sono i guilty plesures, ovvero quei film non capolavori ma che non possiamo fare a meno di rivedere. 

Roma, “Premio Cinema Giovane & Festival delle Opere Prime del Cinema italiano”: dal 4 al 6 ottobre la XVII Edizione

Sunset Boulevard

Si svolgerà a Roma, al Cinema Caravaggio, dal 4 al 6 ottobre, la XVII Edizione del Premio Cinema Giovane & Festival delle Opere Prime del Cinema italiano, manifestazione organizzata dall’associazione culturale Cinecircolo Romano, presieduta da Catello Masullo. Dei 10 film selezionati e proposti al pubblico e che concorreranno, tutti, ai premi tecnici, tre saranno in concorso per l’attribuzione del primo premio, il Premio Cinema Giovane propriamente detto, attribuito dal pubblico e dagli studenti del Progetto di Educazione al Cinema d’Autore e dei PCTO (Percorsi per le Competenze Trasversali e l’Orientamento) e del Premio per Opera Preferita dagli Studenti, attribuito dalla Giuria popolare dei soli studenti. Il Comitato di selezione/Giuria, poi, assegnerà anche i seguenti premi tecnici, ai quali concorrono tutte e 10 le opere selezionate: Menzione speciale della Giuria; Premio Giorgio Fanara alla Migliore Attrice; Premio Giorgio Fanara al Migliore Attore;

View original post 303 altre parole

Roma, dall’1 al 7 ottobre il Festival del cinema spagnolo e latinoamericano -14ma edizione

Sunset Boulevard

Si svolgerà a Roma dall’ 1 al 7 ottobre, al Cinema Farnese Arthouse di Campo de’ Fiori la 14ma edizione del Festival del cinema spagnolo e latinoamericano,diretto da Iris Martín-Peralta e Federico Sartori. La kermesse fa ritorno nella Capitale dopo le tappe estive di Campobasso, Quartieri Spagnoli di Napoli, Messina, Bova-Reggio Calabria e Venezia. Tra i titoli della sezioneLa Nueva Ola, dedicata al cinema spagnolo contemporaneo, inedito e di qualità, La inocencia, opera prima della giovane Lucía Alemany, che descrive la vita di un gruppo di adolescenti in un piccolo paesino della costa valenziana. La regista sarà presente a Roma per l’evento speciale di apertura, venerdì 1 ottobre, così da presentare al pubblico il film, già vincitore del Premio del Pubblico Giovane al Festival internazionale di San Sebastian. Altra anteprima italiana è l’atteso Intemperie di Benito Zambrano, vincitore di due Premi Goya 2020 per…

View original post 808 altre parole

Varese, Castello di Masnago: in corso di svolgimento la mostra “La bellezza del vivere. Passioni di Piero Chiara”

Sunset Boulevard

(Varese News)

Se c’è uno scrittore che ha saputo legare il proprio nome a un territorio, a un tempo, a uno stile di vita, questo scrittore è Piero Chiara. A trent’anni e più dalla morte l’eco dei suoi successi non accenna a spegnersi, i suoi libri vengono regolarmente ristampati, il suo spirito continua ad aleggiare imperterrito e sornione sui caffè di provincia, sui tappeti verdi dei biliardi, sulle vele bianche che sfilano sul lago in lontananza. Nessuno come Chiara ha saputo cogliere il sale della vita di provincia, le scintille che all’improvviso accendono una giornata, gli aromi di un ricordo pungente recati dal vento, insomma quei dettagli che rendono preziosa, originale, inimitabile anche l’esistenza più modesta. Per tutto ciò l’Associazione Amici di Piero Chiara, che da decenni tiene viva la memoria dello scrittore, gli rende omaggio con una mostra dedicata alle passioni che illuminarono la sua…

View original post 1.132 altre parole

Venezia 78, Leone d’Oro a “L’Événement” di Audrey Diwan

Sunset Boulevard

Audrey Diwan (Cineblog)

Si è svolta questa sera, sabato 11 settembre, la cerimonia di premiazione della 78ma Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia, condotta da Serena Rossi dal palco della Sala Grande al Lido. La Giuria presieduta da Bong Joon-ho e composta da Saverio Costanzo, Virginie Efira, Cynthia Erivo, Sarah Gadon, Alexander Nanau, Chloé Zhao ha premiato con il Leone d’Oro L’Événement di Audrey Diwan, storia di un aborto clandestino nella Francia degli anni ’60. Paolo Sorrentino per il suo E’ stata la mano di Dio ha ricevuto il Leone d’Argento-Gran Premio della Giuria, film che ha visto anche premiato Filippo Scotti con il Premio Marcello Mastroianni a un giovane attore o attrice emergente. Premio Speciale della Giuria a Il buco di Michelangelo Frammartino, mentre John Arcilla ha conseguito la Coppa Volpi per la Miglior Interpretazione Maschile (On the job: The missing 8…

View original post 306 altre parole

Venezia 78: i premi della 36ma Settimana Internazionale della Critica

Sunset Boulevard

Sono stati assegnati ieri, venerdì 10 settembre, i premi della 36ma Settimana Internazionale della Critica (SIC), sezione autonoma e parallela organizzata dal Sindacato Nazionale Critici Cinematografici Italiani (SNCCI) nell’ambito della 78ma Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia. La giuria internazionale composta da Claudio Cupellini, Vanja Kaludjercic e Sandrine Marques ha conferito il Gran Premio Settimana Internazionale della Critica a Zalava di Arsalan Amiri, con la seguente motivazione: “La giuria è rimasta colpita dall’abile maestria del regista nella realizzazione del suo film d’esordio. È un lavoro maturo che naviga con competenza attraverso diversi stati d’animo nel film, consegnando un potente messaggio di superstizione e ignoranza, così rilevante per questi tempi difficili. Il regista rappresenta una voce fresca che, attraverso un linguaggio cinematografico giocoso, trasmette un messaggio universale. Il Gran Premio Settimana Internazionale della Critica di Venezia va a Zalva di Arsalan Amiri”. Zalava ha conseguito anche il Premio…

View original post 558 altre parole

Venezia 78, Giornate degli Autori 18ma edizione: il GdA Director’s Award 2021 a “Imaculat” di Monica Stan e George Chiper-Lillemark

Sunset Boulevard

La 18ma edizione delle Giornate degli Autori, rassegna autonoma e indipendente che si svolge all’interno della Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia, voluta dalle associazioni degli autori italiani di cinema (ANAC e 100autori), presieduta da Andrea Purgatori e con la direzione artistica di Gaia Furrer, ha visto vincitore, fra i 10 lungometraggi in concorso, Imaculat di Monica Stan e George Chiper-Lillemark, che si è aggiudicato il GdA Director’s Award 2021, premio assegnato dalla giuria di 27 Times Cinema, 27 giovani appassionati di cinema provenienti dai 27 paesi dell’Unione Europea, presieduta dalle registe Mina Mileva e Vesela Kazakova, nel corso di una riunione plenaria trasmessa in streaming sulla pagina Facebook delle Giornate degli Autori, ieri, venerdì 10 settembre. Tutte le riunioni di giuria sono state moderate da Karel Och, direttore del festival di Karlovy Vary. Il GdA Director’s Award ha un valore di 20.000…

View original post 427 altre parole

Creato su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: