Un ricordo di Antonello Falqui (e di una televisione che non c’è più)

Sunset Boulevard

Il regista Antonello Falqui nel programma “Dove sta Zazà?” su Rai 1, Roma, 5 maggio 1973. ANSA

La passione rivolta a “tutto ciò che fa spettacolo” ha trovato buon albergo in me sin da bambino: ritengo che gran parte di questa fascinazione abbia pervaso il mio animo raggiunta un’età tale da ovviare alla regola genitoriale “a letto dopo Carosello”, prendendo quindi visione, fra vari sceneggiati e qualche film, di spettacoli come Mille luci (1974) o Bambole, non c’è una lira (1977), il ricordo dei quali, ovviamente avvolto dalle spesse nebbie dello scorrere temporale, è poi riaffiorato una volta grandicello: dapprima grazie alle videocassette, poi ai dvd ed infine in virtù dell’apporto definitivo offertomi dal web, mi sono messo alla ricerca, novello Indiana Jones dell’etere, di quanto aveva solleticato la mia fantasia, oltre a documentarmi attraverso la lettura di vari libri, andando a rivivere le sensazioni “ del tempo che…

View original post 461 altre parole

Creato su WordPress.com.

Su ↑