La piattaforma Streen, insieme a “V-Art Festival Internazionale Immagine d’Autore”, festeggia il mese del Pride con la rassegna dei film di Giovanni Coda

Sunset Boulevard

Giovanni Coda (Cinemecum)

In tutto il mondo il mese di giugno è attraversato da manifestazioni e celebrazioni intese a ricordare come dal 1970 si promuovano i diritti delle persone lesbiche, gay, bisessuali, queer, transgender, asessuali: anche Streeen si unisce alla comunità LGBTQIA+ rendendo visibile, a livello mondiale, una selezione di titoli a firma Giovanni Coda, fotografo e regista cinematografico, videoartista, che in 30 anni di attività si è distinto per uno sguardo autoriale personale e provocatorio: cimentandosi infatti con diverse forme d’arte tra cinema, teatro, fotografia e performance in Italia e all’estero, è arrivato a comporre una filmografia contaminata e sensoriale, dal forte impegno sociale, che incarna perfettamente gli ideali e gli obiettivi di Streeen. Tre lungometraggi che saranno visibili in tutto il mondo su www.streeen.org dall’11 giugno (on demand singolarmente a 2,8 euro oppure in abbonamento mensile a 6,50 euro): dal più recente Mark’s…

View original post 1.086 altre parole

Peter Del Monte (1943-2021)

Sunset Boulevard

Peter Del Monte (Wikipedia)

E’ morto ieri, lunedì 31 maggio, a Roma, Peter del Monte, regista cinematografico statunitense, naturalizzato italiano (San Francisco, 1943). Autore di un cinema raffinato e poetico, sempre attento allo stato d’animo dei personaggi, alle loro psicologie, dove l’atmosfera “sospesa”, rarefatta, della messa in scena si rende un tutt’uno con l’irrazionalità e il mistero proprio dell’irrompere dei sentimenti, pose la propria sensibilità registica nel dare adito alle problematiche dell’universo femminile, ma anche a quelle proprie dell’infanzia e dell’adolescenza, così come della vecchiaia. Del Monte giunse nel nostro paese all’età di dieci anni, seguendo la propria famiglia, di origini italiane, ed una volta conseguita la laurea in Lettere (con una tesi sull’estetica cinematografica) iniziò l’attività di critico cinematografico, per poi diplomarsi in regia al Centro Sperimentale di Cinematografia della Capitale, dove realizzò, nel 1969, il film Fuoricampo, che venne presentato al 22mo Festival di Cannes.

View original post 366 altre parole

Creato su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: