Una storia per due

Racconto di Francesco Carabelli

Erano passati tre anni da quando Andrea aveva perso più di venti chili e aveva iniziato ad avere problemi di umore altalenante.

Causa remota era stata una relazione che lui non aveva preso sul serio. Era nata semplicemente dal suo essere cortese con una sua amica di lunga data, Anna, che aveva visto in questa cortesia uno spiraglio per insinuarsi nel suo cuore, o forse è meglio dire per esser parte del suo spirito.

Continua a leggere “Una storia per due”

L’OMBRA DI CASA (THRILLER DA UNA STORIA VERA)

CAPITOLO 3
MUSICA

Racconto di Matteo Pivotto (foto dell´autore, salvo diversamente indicato)

Come in tutti gli eventi meteorologici straordinari, trascorsa la fase di massima intensificazione dei
fenomeni, sventato il pericolo dell’onda di piena, l’allerta si appresta a calare e il livello di guardia
ritorna ai parametri convenzionali.
Dopo mesi tormentosi, trascorsi tra angosce, distanze, lacrime e agonia, l’innalzamento rapido delle
temperature atmosferiche venne interpretato come una manna dal cielo, e quale rituale avrebbe potuto
rendere omaggio all’arrivo della bella stagione, se non il sospirato ritorno a una vita pressoché sociale,
o almeno presunta tale, seppur con le dovute accortezze del caso?

Continua a leggere “L’OMBRA DI CASA (THRILLER DA UNA STORIA VERA)”

Il mondo secondo L.

Racconto di Francesco Carabelli (foto dell’autore, salvo ove diversamente segnalato)

Era bello viaggiare insieme a te!

Ti conoscevo da poco, ma subito mi avevi ispirato fiducia. Il tuo apparire dimessa, la tua semplicità, quegli occhi vividi color del cielo che si spalancavano sul mondo, sul tuo mondo, di cui anche io, per un breve lasso di tempo sono stato parte.

Continua a leggere “Il mondo secondo L.”

Il tuo fragile sorriso – Momenti di bello e di sublime all’alba di un nuovo millennio

Racconto di Francesco Carabelli (immagini dell’autore)

Ora si mi ricordo, era una di quelle giornate primaverili che ti colpiscono per l’intensa vitalità che tutto ciò che ti circonda emana. Passeggiavo baldanzoso, fermandomi di tanto in tanto ad osservare il cielo terso e i monti lontani. Attorno a me una distesa di verdi prati illuminati dalla luce variopinta di una moltitudine di fiori. Lontano si sentiva l’eco di voci di donna, forse da qualche cascinale della zona. Sottobraccio un cavalletto ed, a tracolla, la borsa con i pastelli ed un foglio di carta pronto per essere inaugurato.

E camminavo alla ricerca di un soggetto che ben si adattasse ad esprimere la quiete, la serenità di quei giorni. Mi soffermavo ad osservare le margherite, sinuose, ondeggianti nella brezza ed il maestoso pino, rifugio per qualche roditore ed uccello.

IMG_0400

Tutto mi colpiva, tutto suscitava in me una forte emozione, ma niente era capace di prevalere e spingermi a fermarmi per disegnare.

Già mi era capitato di passare intere giornate vagando senza una meta precisa, senza fermarmi a cogliere un singolo particolare.

 

Continua a leggere “Il tuo fragile sorriso – Momenti di bello e di sublime all’alba di un nuovo millennio”

L’OMBRA DI CASA

(THRILLER DA UNA STORIA VERA)

CAPITOLO 2 – LOCKDOWN

Scritto da Matteo Pivotto (immagini dell´autore)

Innovazione, progresso scientifico e tecnologico, transizione verso modelli economici e stili di vita sostenibili e virtuosi in termini di contenimento degli sprechi energetici e di riduzione delle emissioni climalteranti. Sembravano precetti fin troppo accademici, contenuti già noti, forse più “per sentito dire” dai comizi scientifici in televisione o sui social, eppure lontani dalla nostra sfera di valori quotidiani.

Continua a leggere “L’OMBRA DI CASA”

K3

Introduzione

Questo dialogo è ambientato nell’anno 2188 nella città K3, terzo capoluogo della Palesia,  undicesima regione del mondo. In questo periodo storico il mondo è diviso in 11 regioni caratterizzate da lettere dell´alfabeto, delle quali una è appunto la Palesia, che comprende le attuali Francia, Italia, Germania, Svìzzera, Austria e Danimarca. All’interno della Palesia si trovano grandi regioni desertiche, intervallate da immense città caratterizzate da numeri, racchiuse in campane di vetro per evitare le radiazioni provocate dallo scoppio di bombe atomiche durante la II Guerra dal polo nord nel 2032. La società, nel tempo automatizzata, ha perso i propri valori dimenticando la nozione di religione, arrivando all´ateismo imposto dallo stato. Non tutti però, come in ogni società, accolgono le leggi della propria regione, conducendo illegalmente una battaglia per il ripristino della religiosità. Tra questi spicca K3 Etarco S, che, sorpreso durante una lettura pubblica della Bibbia, viene arrestato e automaticamente condannato allo scioglimento cerebrale istantaneo. Protagonisti del dialogo sono K3 Etarco S e Tenocri III. K3 Etarco S, pulitore di cervelli, è fautore di un nuovo movimento religioso che vuole ripristinare nella società, ormai anonima, l’importanza dell’uomo e della sua personalità. Tenocri III, che in gioventù era amico di K3 Etarco S, ricopre la carica di vice governatore nella città K3. Egli, come nelle altre città, fa parte della triade governativa, formata dal governatore, dal vice e dal trice. Il giorno prima dello scioglimento cerebrale istantaneo, Tenocri III si reca nella celllula protettiva di K3 Etarco S per convincerlo a….

fonte immagine: blastingnews.com

Continua a leggere “K3”

L’OMBRA DI CASA

(THRILLER DA UNA STORIA VERA)

CAPITOLO 1 LUNEDÌ

Scritto da Matteo Pivotto (foto dell’autore)

Spesse volte, di questi ultimi tempi ancora più sovente, l’incertezza del domani, la malinconia per l’interruzione delle nostre abitudini sociali, e poi la paura, l’alone di mistero che avvolge questa tragica pagina della nostra esistenza, possono procurarci sensazioni nuove e singolari.

In tali situazioni di irrequietudine, è difficile comprendere appieno le motivazioni che istigano il nostro atteggiamento, condizionano le nostre emozioni, impattano sulla nostra personalità.
Certo è che ciascuno di noi, nel suo intimo più inesplorato, è dotato di un “inconscio” del quale siamo inconsapevoli, in quanto non ne percepiamo o comprendiamo l’esistenza, ma che aspetta sempre il momento giusto per manifestarsi, e dal quale hanno origine gli istinti e le pulsioni.

Quando “tutto va come deve andare”, e le nostre azioni quotidiane assumono una connotazione quasi di monotonia e di stress, ma è proprio così che le apprezziamo, noi le definiamo la nostra “routine”.

Continua a leggere “L’OMBRA DI CASA”

Regresso temporale

Scritto da Francesco Carabelli (fonte immagine: La Prealpina )

L’ estate era al suo apice. Era un giorno caldissimo, tutti erano rintanati nelle loro case o erano partiti per le vacanze. Il paese sembrava deserto, l’unico che forse aveva osato sfidare iI caldo ero io. Avevo deciso di fare una passeggiata verso i campi di nord-est, alla ricerca di un po’ di frescura. La bicicletta era sgonfia e, visto che non avevo voglia di gonfiarla decisi di prendere lo skateboard. Attrezzato di qualche lattina gelata di Coca-cola e del mio fedelissimo walkman partii. L’orizzonte sembrava sciogliersi in un lago di asfalto, gli alberi erano mossi da un soffio di vento ed il cielo era di un azzurro intenso.

Continua a leggere “Regresso temporale”

FAVOLA IN BIANCO E NERO – O di una contraddizione

Scritto da Matteo Pivotto (foto dell´autore)

Lo scarlatto è un colore appariscente e acceso, invita a sensazioni appassionanti e concrete, tuttavia lo ritengo troppo vigoroso se accostato al blu che, al contrario, esprime tranquillità, equilibrio, ma anche buio e gelo.

Eppure, in quell’immagine ormai tutta sdrucita, quasi dimenticata, sgualcita da un lato, e ritrovata per caso in una vecchia “scatola dei ricordi”, c’era qualcosa che mi faceva apprezzare quella composizione un po’ troppo sgrammaticata, sebbene molto creativa, perché frutto di un’inconsapevole fantasia.

Continua a leggere “FAVOLA IN BIANCO E NERO – O di una contraddizione”

Creato su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: