“Tutto sommato- Qualcosa mi ricordo”, Gigi Proietti si racconta

Sunset Boulevard

Con la stessa disinvoltura e naturalezza grazie alle quali ha conquistato negli anni un pubblico sempre entusiasta e partecipe delle sue pirotecniche evoluzioni da one man show, che lo hanno consegnato definitivamente alla ribalta dei nostri attori più poliedrici e geniali, Gigi Proietti affida ora alla pagina scritta (Tutto sommato- Qualcosa mi ricordo, Rizzoli Editore) un bilancio esistenziale affabulante e piacevole, un fluire alternato fra ricordi di vita e carriera, “quattro chiacchiere sul passato (sperando che a qualcuno interessi)”, più che un’autobiografia vera e propria, come lo stesso attore ci tiene a precisare. I tanti gustosi aneddoti, le puntuali annotazioni di costume presenti nel corso della narrazione, evidenziano l’identico carismatico coinvolgimento espresso sul palco, la narrazione di una storia per il puro piacere di raccontare, rendendo complici i lettori nell’indirizzarli verso un percorso comune a molti, “senza nostalgia, ma con l’amore per un passato che la natura…

View original post 1.105 altre parole

Un ricordo di Quino

Sunset Boulevard

Quino (Orgoglio Nerd Tech Princess)

Un ricordo del fumettista argentino Quino (pseudonimo di Joaquín Salvador Lavado Tejón), morto ieri, mercoledì 30 settembre, a Mendoza, sua città natale (1932), affidato ad alcune vignette che vedono protagonista Mafalda, bambina di sei anni incline a profonde riflessioni sulle sorti del mondo e dell’umanità, spesso esternate in forma di domande rivolte ai suoi genitori, i quali si trovano in difficoltà nel risponderle, quando non vanno incontro ad una crisi di nervi.
Una bambina solo nell’aspetto, quindi, simbolo di quanti si sentono piccoli nei confronti delle varie e pressanti problematiche legate al consueto andamento quotidiano, avvertendo la difficoltà d’integrazione con un mondo “adulto” che sembra procedere sempre e comunque in direzione contraria alle proprie aspirazioni e ai propri ideali. Il personaggio nacque nel 1963 in seguito alla richiesta di un’azienda d’elettrodomestici per una campagna pubblicitaria, che però non venne realizzata. Quino lo utilizzò allora per…

View original post 153 altre parole

Intervista a Claudio Sottocornola: “Prestando attenzione al limite, all’imperfezione, alla fragilità, al tempo che passa, riscopriremo il sapore del presente che vola via”

Claudio Sottocornola

In attesa della prossima uscita,  nel mese di agosto, in formato ebook, dell’inedito libro di Claudio Sottocornola, Parole buone, Antonio Falcone ha contattato l’autore, così da parlare insieme del citato nuovo lavoro, anche alla luce della difficile situazione che stiamo vivendo da qualche mese a questa parte causa la nota emergenza sanitaria scatenata dalla diffusione pandemica del Covid 19. Continua a leggere “Intervista a Claudio Sottocornola: “Prestando attenzione al limite, all’imperfezione, alla fragilità, al tempo che passa, riscopriremo il sapore del presente che vola via””

Passeggeri notturni

Sunset Boulevard

Bari, oggi. Enrico (Claudio Gioè) conduce su Radio Futura il programma Passeggeri notturni, nel corso del quale alterna riflessioni esistenziali e brani musicali, invitando gli ascoltatori ad intervenire e narrare un episodio del loro vissuto che possa collegarsi alle tematiche proposte durante la trasmissione, spesso introdotte da qualche enunciato di scrittori famosi ma anche da ricordi personali del nostro. Per esempio, una sera, nel citare una frase tratta dal romanzo Per chi suona la campana (For Whom the Bell Tolls, Ernest  Hemingway, 1940), “Oggi è un giorno qualunque dei giorni che verranno, ma quello che accadrà nei giorni che verranno può dipendere da quello che fai tu oggi”, Enrico esorta a ricordare qualcosa che sia stato rilevante nel mutare il proprio atteggiamento, le proprie convinzioni, all’interno del personale percorso di vita, iniziando egli stesso a narrare un aneddoto legato alla sua infanzia, quando ragazzino trascorreva…

View original post 946 altre parole

Creato su WordPress.com.

Su ↑