Al via dal 1° febbraio “Locarno Shorts Weeks”

Sunset Boulevard

Prenderà il via martedì febbraio, per concludersi lunedì 28, la quarta edizione dell’evento off e on demand del Locarno Film Festival che allarga l’orizzonte della manifestazione oltre l’edizione estiva: Locarno Shorts Weeks, ventidue cortometraggi, un assaggio di cinema in un 2022 che ad agosto, tra lunghi e corti, celebrerà il 75esimo anniversario del Festival. L’evento è realizzato grazie al sostegno di Swiss Life ed intende sottolineare il valore e l’attenzione che il Festival dedica al cortometraggio, offrendo risalto, ancora una volta, ai giovani talenti del cinema internazionale. Ci saranno i Pardini d’Oro e d’Argento di Locarno 2020, film svizzeri e internazionali, che erano stati inseriti nelle sezioni Pardi di domani ed Open Doors, dando così vita a ventidue modi di osservare il mondo e di raccontarlo con il cinema, in pochi (o pochissimi) minuti. “La selezione è stata fatta appositamente per mostrare una costellazione di possibilità cinematografiche

View original post 110 altre parole

Cineteca Milano MIC: “Lucia Bosè, diva milanese”

Sunset Boulevard

Lucia Bosè (B in Rome)

Da venerdì 28a domenica 30 gennaionella salaCineteca Milano MIC- Museo Interattivo del Cinemaavrà luogoLucia Bosè, diva milanese, una tre giorni dedicata alla grande attrice, donna dal fascino sottile, espressione di una bellezza “normale” al tempo in cui iniziò a muovere i primi passi sul grande schermo, quando dominavano attrici dall’appeal giunonico, dopo i trascorsi come dattilografa, commessa e detentrice del titolo diMiss Italianel 1947. Lucia Bosè rappresentò un suggestivo punto d’incontro fra la diva e la ragazza della porta accanto, espressione di una certa autodeterminazione nel sostenere e saper sfruttare con eguale convinzione un talento connaturato, che le ha consentito d’imporsi anche all’estero, interpretando ruoli sempre più complessi, acquisendo esperienza e maturità artistica sul campo. La rassegna avrà inizio proprio in occasione del giorno del suo compleanno (28 gennaio 1931), andando quindi a prevedere in cartellone tre delle…

View original post 562 altre parole

Cineteca Milano MIC, “A Place in the Sun: il cinema di George Stevens”

Sunset Boulevard

George Stevens (Cinematographe.it)

Da martedì 25 gennaio a domenica 13 febbraio nella sala Cineteca Milano MICMuseo Interattivo del Cinema avrà luogo  A Place in the Sun: il cinema di George Stevens, omaggio in dodici lungometraggi a uno dei più grandi registi della Hollywood classica, autore estremamente versatile nello spaziare fra i vari generi, dalla commedia al melodramma, dal musical al western, nonché particolarmente attento in ogni dettaglio alla composizione della messa in scena ed incline a valorizzare la bontà recitativa degli attori. La citata duttilità è evidente dalla ricchezza dei titoli proposti dalla Cineteca, rimarcando così quanto sia ancora oggi percepibile l’influenza di Stevens nell’ambito cinematografico come regista, produttore, sceneggiatore, dopo essersi avvicinato alla Settima Arte facendo il cameraman agli Hal Roach Studios sui set delle comiche di Stan Laurel & Oliver Hardy. Ecco allora in cartellone titoli come Swing Time (1936), sesto film del…

View original post 895 altre parole

Roma, Palazzo delle Esposizioni: al via dal 25 gennaio “A qualcuno piace classico-Appunti di storia del cinema” XI Edizione

Sunset Boulevard

(Sentieri Selvaggi)

Da martedì 25 gennaio farà ritorno a Roma, al Palazzo delle Esposizioni, per l’undicesimo anno, A qualcuno piace classico, l’appuntamento con il grande cinema da riscoprire come sempre in sala e in pellicola 35mm. La formula consueta della rassegna si arricchisce quest’anno della collaborazione con il Sindacato Nazionale Critici Cinematografici Italiani: ogni film sarà introdotto da un critico diverso, offrendo al pubblico una bussola per orientarsi al meglio nella storia che si nasconde lungo lo scorrere dei fotogrammi. Si parte con Les Parapluies de Cherbourg di Jacques Demy, una favola tenera e malinconica che ha sedotto generazioni di spettatori e che oltre a conquistare il Gran Prix (l’equivalente della odierna Palma d’Oro) al 17mo Festival di Cannes ebbe il merito di lanciare una giovane Catherine Deneuve e rimarcare la grande versatilità di un attore come Nino Castelnuovo. La musica è protagonista anche…

View original post 661 altre parole

75mo Locarno Film Festival: la Retrospettiva sarà dedicata a Douglas Sirk

Sunset Boulevard

Douglas Sirk (IMDb)

Pronto a celebrare il suo 75mo compleanno (313 agosto), il Locarno Film Festival ha annunciato che la Retrospettiva di quest’anno sarà dedicata al regista Douglas Sirk, a 35 anni dalla sua scomparsa, avallando la consueta visione volta ad incentrare l’attenzione non solo verso i giovani ed emergenti talenti cinematografici, ma anche nei riguardi della cinematografia del passato e del conseguente lavoro di riscoperta che ne scaturisce, rivalutando i movimenti e le personalità che hanno trasformato il cinema in una delle forme più alte dell’arte popolare. Trova quindi felice prosieguo l’esplorazione di figure chiave dell’età d’oro di Hollywood, puntando i riflettori su un autore la cui carriera ha attraversato la storia del XX secolo e che, mettendo in primo piano l’espressione radicale delle passioni umane, è diventato fonte di ispirazione per diverse generazioni di registi, da Jean -Luc Godard a Rainer W. Fassbinder…

View original post 822 altre parole

Un ricordo di Camillo Milli

Sunset Boulevard

Camillo Milli (Adkronos)

Ci lascia l’attore Camillo Milli, morto ieri, giovedì 20 gennaio, a Genova, da anni sua abituale residenza. Nato a Milano nel 1929, Milli (Camillo Migliori all’anagrafe) ebbe la sua formazione attoriale in teatro, sotto la guida di Giorgio Strehler: debuttò al Piccolo Teatro di Milano nel 1951 e qui calcò le scene fino al 1953, mentre successivamente, fra gli anni ’60 e ’70, recitò al Teatro Stabile di Genova, prediligendo soprattutto le opere di Carlo Goldoni (che interpretò al cinema ne La locandiera, Paolo Cavara, 1980), diretto per lo più da Luigi Squarzina, lavorando poi anche con Dario Fo, sul palcoscenico come nell’adattamento televisivo di alcune sue commedie (La signora è da buttare; Parliamo di donne). Attivo sul grande schermo già dal 1955 (Ragazze d’oggi, Luigi Zampa), fu però dagli anni ’70 che Milli s’impose come eccellente caratterista, in…

View original post 282 altre parole

Berlinale Classics, in cartellone “Mamma Roma” di Pier Paolo Pasolini

Sunset Boulevard

La sezioneBerlinale Classicsdel72mo Festival Internazionale del Cinema di Berlino (10-20febbraio) presenterà, in anteprima mondiale, sette classici restaurati digitalmente, a partire da Mamma Roma, così da celebrare il centenario della nascita di Pier Paolo Pasolini, proseguendo con l’omaggio a un altro maestro del cinema europeo, Jean-Luc Godard (Notre Musique) e senza dimenticare titoli di culto del cinema asiatico anch’essi freschi di restauro, quali Kawaita hana(Pale Flower) eSuzhou he(Suzhou River), rispettivamente diretti da Masahiro Shinoda e Lou Ye. Ecco poi il vincitore dell’Orso d’Oro alla 40ma Berlinale, Skřivánci na niti(Larks on a String, Allodole sul filo) di Jiří Menzel e l’operarock britannicaTommy, musicata da The Who.Il programma è completato dal film mutoBrüder(Brothers), restaurato dalla Deutsche Kinemathek, che sarà proiettato con…

View original post 649 altre parole

Creato su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: