“Il suo nome è Lattuada”, la Retrospettiva di Locarno74

Sunset Boulevard

Alberto Lattuada (Cityrumors Milano)

Sarà dedicata al regista Alberto Lattuada, autore particolarmente attento alla composizione visiva e a rappresentare con viva sensibilità la psicologia dei personaggi, femminili in particolare, la Retrospettiva della 74esima edizione del Locarno Film Festival (4-14 agosto), voluta dal nuovo direttore artistico Giona A. Nazzaro e curata da Roberto Turigliatto. Figura centrale, eppure spesso sottovalutata, Lattuada ha attraversato nel corso della sua carriera oltre 40 anni di storia del cinema italiano, dall’esordio nel 1943 con Giacomo l’idealista, tratto dall’omonimo romanzo di Emilio De Marchi (1897, Hoepli), fino ad Una spina nel cuore (1986), adattamento dell’omonimo racconto di Piero Chiara (1979, Mondadori), rivelandosi piuttosto eclettico nell’assecondare la propensione per l’adattamento letterario e poi i toni propri della commedia di costume e del melodramma; nel coniugare felicemente l’approfondimento psicologico dei personaggi e il senso della spettacolarità, è riuscito quindi a dare forma concreta…

View original post 655 altre parole

Creato su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: