Locarno Film Festival, dal 12 al 13 marzo la nona edizione de “L’immagine e la parola”

Sunset Boulevard

Dal 12 al 13 marzo al PalaCinema di Locarno si svolgerà la nona edizione de L’immagine e la parola, evento primaverile del Locarno Film Festival. L’iniziativa quest’anno sarà dedicata al futuro delle immagini in movimento e ai territori di frontiera dell’audiovisivo. Per l’occasione Michelangelo Frammartino presenterà in anteprima svizzera il suo ultimo lavoro, Il buco (2021), con la fotografia di Renato Berta. Alberto Barbera, direttore della Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia, il professor Kevin B. Lee, lo scrittore ed autore Bepi Vigna e il regista Stefano Knuchel, di cui sarà proposto Hugo in Argentina (2021), saranno gli altri ospiti con cui ci si interrogherà sulle nuove frontiere del cinema e della creazione. Il programma sarà arricchito da proposte formative rivolte alle giovani generazioni, con le attività di Locarno Kids e la Spring Academy. Alla sua nona edizione, L’immagine e la parola si prepara a guardare…

View original post 424 altre parole

Camminando tra Svizzera e Italia

foto dell’autore

Scritto da Francesco Carabelli e Guido Caironi

Una meta che sicuramente vale la pena di raggiungere in estate, ma anche nelle altre stagioni, è il lungolago di Lavena. Qui è possibile passeggiare lungo la pista pedonale, che si dipana lungo il lago Ceresio fin quasi a Brusimpiano, partendo più o meno dalla ex-stazione del tram di Lavena Ponte Tresa.

Lavena Ponte Tresa era, ed è ancora oggi, al centro di una serie di strade che la collegano alle diverse località in Italia e in Svizzera.

Continua a leggere “Camminando tra Svizzera e Italia”

“Ennio” di Giuseppe Tornatore Nastro d’Argento 2022 per il Documentario dell’anno

Sunset Boulevard

(Il Golfo24)

Ennio di Giuseppe Tornatore, ritratto a tutto tondo del compositore più popolare e prolifico del XX secolo, il più amato dal pubblico internazionale, due volte Premio Oscar®, autore di oltre 500 colonne sonore indimenticabili, ha ottenuto il Nastro d’Argento 2022 per il Documentario dell’anno: l’annuncio è stato dato oggi, lunedì 21 febbraio, dal Direttivo dei Giornalisti Cinematografici Italiani, andando così ad inaugurare la 76ma edizione del Premio per l’eccellenza del cinema italiano.

E’ un Nastro alla passione, alla ricerca, al racconto d’autore di un protagonista eccezionale – si legge in una nota del Direttivo – che rende unica l’emozione di un film che, oltre la musica e il cinema, trasmette il senso profondo di un omaggio che rappresenta, insieme, viaggio sentimentale e grande cinema, lectio magistralis e racconto di una genialità assoluta nata in un mondo di disarmante semplicità. Nel film la…

View original post 168 altre parole

L’erba del vicino è sempre più verde (The Grass is Greener, 1960)

Sunset Boulevard

Inghilterra, anni ’60. In aperta campagna si erge la dimora del conte e della contessa Rhyall, Victor (Cary Grant) e Hilary (Deborah Kerr), sposati da un decennio e con due figli, un maschio ed una femmina, rispettivamente di 6 e 9 anni, ora in partenza con la governante per stare qualche giorno da zia Rose. Lontani ormai gli antichi agi, Victor e Hilary per garantirsi un minimo di sussistenza non solo hanno reso visitabile la magione, un vero e proprio castello vista la sua complessa struttura, adoperandosi per organizzare delle visite guidate, ma si sono anche dati da fare per vendere quanto la terra tutt’intorno può produrre, in particolare la contessa è orgogliosa della sua rinomata produzione di funghi. Victor sembra mantenere il tradizionale aplomb britannico, misto ad un pizzico di velata albagia e non intende rinunciare, per esempio, alla tradizionale presenza di un maggiordomo fidato, Trevor Sellers (Moray Watson)…

View original post 1.076 altre parole

Creato su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: