E’ Complicato

It’s complicated – Stati Uniti/Giappone 2009 – di Nancy Meyers

Commedia/Drammatico/Romantico – 121′

Scritto da Fulvia Massimi (fonte immagine: mymovies.it)

Jane Adler si sente finalmente realizzata, dopo diciannove anni di matri monio, dieci di divorzio, tre figli adorabili, un lavoro e una villa da sogno a Santa Barbara. Il versante sentimentale manca di pepe ma proprio quando Adam, il timido architetto che le ristruttura casa, entra nella sua vita, Jane si trova coinvolta nella situazione più impensabile e assurda di tutte: una relazione con l’ex-marito Jake, (ri)sposato con un’aitante trentenne.

Nel 2003 Jack Nicholson scari​ca​va​ la baby​-fidan​za​ta​ Amanda Peet prefe​ren​do​le​ la frizzan​te​ “suoce​ra”​ Diane Keaton (a sua volta corteg​gia​ta​ da un impac​cia​to​ Keanu Reeves) in Tutto Può Succedere. Sette anni dopo cambia​no​ gli adden​di​ (là si tratta​va​ di una donna e del “gene​ro”,​ qui di una donna e dell’ex​-mari​to)​ ma non il risul​ta​to:​ nono​stan​te​ la paren​te​si​ “giova​ni​le”​ di L’Amore non Va in Vacanza, Nancy Meyers sembra​ non aver abban​do​na​to​ il gusto per la comme​dia​ della terza età che tenta di rispon​de​re​ all’an​no​sa​ e ormai infla​zio​na​ta​ questio​ne:​ la vita può rico​min​ciare​ a cinquan​t’an​ni?​ O, para​fra​san​do​ una battu​ta​ del film, diver​tir​si​ (ergo, inna​mo​rar​si)​ non ha davve​ro​ età? Pare proprio​ di sì.

     

Lo dimo​stra​ il trio Streep-Baldwin​-Martin​ che, dopo aver anima​to​ l’82esi​-​ ma notte degli Oscar, ha qui l’one​re​ di tene​re​ alto il tasso di comi​ci​tà​. E se un ecces​so​ di senti​men​ta​li​smo​ non spegnes​se​ la vita​li​tà​ dei primi 90 minu​-​ ti di film, E’ Complicato manter​reb​be​ il ritmo comi​co​ perfet​to​. Nel tenta​-​ tivo​ di rende​re​ origi​na​le​ tanto lo spunto​ di parten​za​ quanto​ la conclu​sio​ne​ della sua opera nume​ro​ cinque,​ la Meyers (anche sceneg​gia​tri​ce)​ manda comple​ta​men​te​ a roto​li​ il fina​le,​ senza sottrar​si​ all’a​ta​vi​ca​ male​di​zio​ne​ che colpi​sce,​ nove volte su dieci, la roman​tic​ come​dy,​ gene​re​ che, più di tutti, rischia​ lo scivo​lo​ne​ sullo stereo​ti​po,​ pronto​ ad atten​der​la​ al varco come un’infi​da​ buccia​ di bana​na​.

Il plot point 2, per dirla alla Syd Field, infran​ge​ il tono brillan​te​ e scanzo​-​ nato​ della pelli​co​la,​ preci​pi​tan​do​la​ nel classi​co​ momen​to​ rifles​si​vo​ coro​na​-​ to da quesi​ti​ alta​men​te​ esisten​zia​li​ (Meryl Streep torne​rà​ con l’ex bonac​-​ cione​ o gli prefe​ri​rà​ l’archi​tet​to​ genti​luo​mo?)​ e da improv​vi​si​ e ingiu​sti​fi​ca​-​ ti cambia​men​ti​ clima​ti​ci​ (si scate​na​ un dilu​vio​ torren​zia​le​ che pare una nu-​ vola​ fantoz​zia​na​ quando​ fino ad un minu​to​ prima il sole splende​va​ imper​-​ terri​to​ sulle coste cali​for​nia​ne)​ che lascia​no​ il tempo che trova​no​.

Se fosse possi​bi​le​ cancel​la​re​ il fina​le​ con un crude​le​ taglio​ di montag​gio​ si fareb​be​ soltan​to​ il bene di Nancy Meyers ma, sfortu​na​ta​men​te,​ non si può. Mate​ria​le​ salva​bi​le​ non manca di certo, grazie​ alla splendi​da​ perfor​man​ce​ dei tre ultra​cin​quan​ten​ni/ses​san​ten​ni,​ capa​ci​ di mette​re​ in scena le gioie ritro​va​te​ del corteg​gia​men​to​ e del sesso con irre​si​sti​bi​le​ verve. Ricchis​si​mo​ di gag esila​ran​ti,​ grazie​ al perso​nag​gio​ sornio​ne​ di Alec Baldwin (concen​-​ trato​ inarre​sta​bi​le​ di battu​ti​ne​ a doppio​ senso e tenta​ti​vi​ di sedu​zio​ne​ quanto​mai​ spasso​si),​ È Complicato ha dalla sua un cast ecce​zio​na​le,​ va-​ lore​ spesso​ aggiun​to​ nella filmo​gra​fia​ della Meyers. Meryl Streep si de-​ streggia​ in cuci​na​ come Julia Child e sorpren​de​ i puri​sti​ fuman​do​ erba e parlan​do​ di “seme” ma, a ripro​va​ del fatto che Nostra​ Signo​ra​ di Holly​-​ wood può affron​ta​re​ qualun​que​ ruolo, la sua inter​pre​ta​zio​ne​ è inappun​ta​-​ bile​.

  

L’ambien​ta​zio​ne,​ al contra​rio,​ è ai limi​ti​ del fanta​scien​ti​fi​co,​ tra pano​ra​mi​ mozza​fia​to,​ ville sul mare e tavo​la​te​ imban​di​te​ che si prendo​no​ tranquil​la​-​ mente​ gioco della fame nel mondo (e poi c’è chi si lamen​ta​ del nostra​no​ Ozpe​tek):​ come a dire che la comme​dia​ non è gene​re​ per pove​rac​ci​. Si chiude​ un occhio​ e si va avanti​ perchè,​ nono​stan​te​ tutto, i dialo​ghi​ sono brillan​ti,​ si (sor)ride per buona parte del tempo e il riso, come il cibo, fa buon sangue​. La prepa​ra​zio​ne​ dei croissant​ caldi al ciocco​la​to​ è sicu​ra​men​-​ te una delle forme di corteg​gia​men​to​ più gusto​se​ della storia​ del cine​ma​ (senza dimen​ti​ca​re​ che già Jack Nicholson e Helen Hunt si erano riconci​lia​ti​ davan​ti​ ad una panet​te​ria​ alle quattro​ del matti​no​ nella pelli​co​la​ da Oscar di James L. Brooks) e niente​ mette buon umore come la cuci​na​ casa​lin​ga​ (e se Ozpe​tek​ lo ha inse​gna​to​ a noi italia​ni,​ Julie & Julia lo ha riba​di​to​ al resto del mondo).

Le musi​che​ sono del premio​ Oscar Hans Zimmer (candi​da​to​ quest’an​no​ per Sherlock​ Holmes)​ ma anche la scelta​ dei brani per la colon​na​ si sposa alla perfe​zio​ne​ con la viva​ci​tà​ della pelli​co​la​.

Voto: 6

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Creato su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: