A Declaration of Love

Sunset Boulevard

Come una risalita precipitosa dalle acque profonde in cui ci si è trovati improvvisamente immersi, così nella mente di Curtis McCarty riaffiorano, in rapida successione emotiva, dolorose rimembranze della propria esistenza, da una giovinezza vissuta senza particolari privazioni all’interno della classica “buona famiglia media americana”, caratterizzata per lo più da numerosi spostamenti verso diverse basi militari, essendo il padre nell’esercito, fino alla scoperta di un’inclinazione nei riguardi della dipendenza da droga, scevra da moderazione, conoscendo, più di una volta, l’umiliazione dell’arresto “per aver commesso qualcosa di stupido”. E poi ecco arrivare quel brutto giorno del 1982, il fermo con l’accusa di aver stuprato e ucciso l’amica Pamela, fino al processo conclusosi con la dichiarazione di colpevolezza da parte della giuria e conseguente condanna alla pena capitale. Era il 1985 e sarebbero trascorsi 22 anni, 19 dei quali all’interno del braccio della morte, rinchiuso nel penitenziario statale di Oklahoma City, prima…

View original post 754 altre parole

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Creato su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: